Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 51/2016

19 dicembre 2016

Leffe lancia il calice esclusivo per una birra perfetta!

Leffe lancia il calice esclusivo per una birra perfetta!


 

Leffe, la birra speciale belga nata nel 1240 nell’Abbazia di Notre Dame de Leffe in Belgio, ha presentato il bicchiere ideale per gustare le birre del proprio marchio: è un calice, non troppo profondo, dalla superficie ampia per permettere agli aromi di essere liberati più facilmente. Potrebbe sembrare ovvio, ma in realtà non sempre è così: come per i vini e le tante bevande alcoliche, anche per la birra il bicchiere fa la differenza. Grazie a una serie di dettagli piccoli ma precisi, il calice di Leffe riesce a mantenere la promessa di un’esperienza gustativa completa.

.

.

L’incisione sul fondo del bicchiere è pensata per favorire l’effervescenza, conferendo consistenza e tenuta alla schiuma. La forma arrotondata del calice e il collo stretto permettono di concentrare l’aroma della bevanda. L’impugnatura a stelo consente, infine, di mantenerne la temperatura ideale. Particolarità è una miniatura riprodotta sullo stesso stelo dell’Abbazia di Leffe, per una raffinata esperienza anche tattile, oltre che di consumo.

Oltre al bicchiere giusto, anche un altro elemento contribuisce in misura importante alla costruzione dell’esperienza gustativa ideale: la tecnica di servizio. Sapere come servire perfettamente una Leffe è un fiore all’occhiello, un tocco di savoir faire da veri intenditori.

Per godere il meglio di una birra in bottiglia, occorre versare la birra con un leggero flusso tenendo il calice inclinato di 45 gradi ed evitando che il collo della bottiglia tocchi la schiuma e il bicchiere.

.

.

Più complesso è il processo legato al servizio di una birra alla spina. Il primo passaggio è interamente concentrato sul calice, che deve essere sgrassato con acqua corrente per rimuoverne eventuali impurità e poi raffreddato per portare il bicchiere alla stessa temperatura della birra.

Una volta preparato il bicchiere, il perfect serve prevede che il calice venga inclinato di 45 gradi sotto il beccuccio, prestando sempre grandissima attenzione a tenere il beccuccio stesso ben staccato dal bicchiere. La creazione dello strato di schiuma è un altro passaggio fondamentale: lo strato ideale, il cappello liscio e cremoso di schiuma che caratterizza la Leffe perfetta, dovrà essere alto 2 centimetri. Come si ottiene? Lasciando traboccare la schiuma e quindi tagliandola con la spatola ad un angolo di 45 gradi.

Questa piccola liturgia equivale a un must assoluto, un rito che permette di creare la migliore esperienza di consumo. Maggiori informazioni sono disponibili su www.caliceleffe.it

Redazione Giornale della Birra
Info autore

Redazione Giornale della Birra

La Redazione del Giornale della Birra, tra un boccale e l’altro, prepara gli articoli che vedete su queste pagine.
Inoltre, da’ spazio a tutti gli amici e visitatori del sito che ci inviano i loro contributi, indicandone gli autori. Contattaci se vuoi collaborare con noi!