Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
18 gennaio 2016

Le birre della fenice dell’abbazia di Grimbergen

Le birre della fenice dell’abbazia di Grimbergen


 

Grimbergen è uno storico marchio di birra belga che dal 2008 è stato acquistato dal gruppo Carlsberg. Il marchio produce delle celebri birre d’abbazia sin da quando nel 1128 fu costruita l’abbazia.

La storia dell’abbazia inizia quando i signori di Grimbergen diedero l’incarico di costruire un’abbazia nei loro territori a Norberto di Prémontré, fondatore dell’ordine dei Canonici Regolari Premostratensi, che vivevano secondo le regole di Sant’Agostino. Dopo poco la fondazione del convento religioso iniziò la produzione della birra. Purtroppo durante la guerra di Grimbergen, nel 1142, l’abbazia venne rasa al suolo dalle milizie del Duca del Brabante.

.

Grimbergen3

.

I monaci non si persero d’animo e la ricostruirono con pazienza. Nel 1566 l’abbazia fu nuovamente distrutta a causa delle guerre di religione e soltanto diciannove anni dopo i monaci poterono tornare nell’abbazia. Nel 1629 i monaci decisero di costruire una nuova e più efficiente struttura: da questo momento in avanti decisero di adottare come simbolo la fenice, figura mitologica che indica la rinascita perpetua, e come motto “ardetnecconsumitur” che sta a significare brucia ma non si consuma. Durante la rivoluzione francese l’abbazia fu espropriata e nel 1798 i monaci furono costretti ad andarsene dai loro luoghi di culto.

.

Grimbergen2

.

Soltanto nel 1845 una nuova comunità monastica si insediò in questi luoghi e cominciò a costruire una nuova abbazia.

Oggi il gruppo Carlsberg utilizza un nuovo ed efficiente impianto che permette di produrre un prodotto genuino e all’altezza degli standard qualitativi. Le ricette che vengono utilizzate ai giorni nostri sono ancora quelle tramandate dai monaci.

In Italia vengono commercializzate tre tipologie di birre: Blonde, Double e Blanche.

La Blonde si presenta con un bel cappello di schiuma e un bel colore dorato. Spiccano sentori di chiodo di garofano, frutta matura e spezie. Fu una delle prime birre nel medioevo ad essere filtrata, e proprio il suo aspetto limpido era la particolarità di questa bevanda.

.

Grimbergen1

.

Grimbergen Double è una birra ambrata con sentori di prugne, malti caramellati e uvetta. Il suo nome deriva dal fatto che il popolo quando assaggiava questa birra la riteneva talmente buona e gustosa da dire che aveva un doppio gusto.

Blanche è la classica birra di grano in stile belga. La produzione all’interno dell’abbazia di questa specialità iniziò nel XIV secolo. E’ una birra di sei gradi alcolici dal colore giallo paglierino con aromi di agrumi, chiodi di garofano e vaniglia. Le particolari note di bergamotto contribuiscono a renderla davvero speciale.

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!