Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 07/2017

17 febbraio 2017

Beer Attraction III edizione: -24h all’inaugurazione!

Beer Attraction  III edizione: -24h all’inaugurazione!


 

Mancano poco meno di 24 ore a Beer Attraction – III edizione, la più importante manifestazione italiana del settore, che si svolgerà da domani a martedì 21 Febbraio presso la Fiera di Rimini, organizzata da Italian Exhibition Group in collaborazione con Unionbirrai e con il patrocinio di Italgrob.
Nato nel 2015 come salone internazionale dedicato alle specialità birrarie, birre artigianali, tecnologie e materie prime, dopo il successo delle precedenti edizioni, il più importante evento italiano del settore si presenta quest’anno con un format ampliato e completato da 2 sezioni che sicuramente incontreranno il favore di addetti ai lavori e semplici appassionati: Food Attraction, capace di abbinare lo specialty food con le specialità birrarie in un binomio sempre più di tendenza per il settore HoReCa, e BB Tech Expo, nuovo progetto di business dedicato alle tecnologie, attrezzature e accessori per la produzione e il confezionamento di birra e bevande.

.

.

La kermesse, forte di un successo tanto recente quanto già consolidato, dopo gli straordinari numeri in termini di adesioni e presenze dello scorso anno, si è affermata come l’unico evento a livello nazionale rappresentativo dell’intera filiera, dalle strumentazioni tecniche al prodotto finito. La scelta di aprire i battenti nel mese di febbraio è figlia del fatto che questo è, per tradizione, il periodo in cui vengono presentati al pubblico e lanciati sul mercato i nuovi prodotti e le ultime novità dedicate al fuori casa, permettendo così a Beer Attraction di collocarsi fra le principali piattaforme internazionali capaci di offrire una panoramica più che completa su tutto quello che interessa il mondo della produzione, distribuzione e vendita al dettaglio di birra e bevande; con un occhio sia alle aziende nazionali che a quelle estere, alle quali verrà messa a disposizione un’intera area, la Buyers Lounge, dedicata all’incontro fra espositori e buyer provenienti da ben 14 paesi europei, per permettere alle prime di affacciarsi sui mercati stranieri e alle seconde di approcciare il mercato italiano.

Parleremo di birra, di tanta birra, ovviamente protagonista nei 4 giorni riminesi, ma non solo. Ricchissimo è, infatti, pure il programma di eventi dedicati alla cultura del buon cibo, a partire da Beer&Food: Nuove opportunità di impresa, a cura di CAST Alimenti, che vuole offrire un’opportunità agli operatori della ristorazione moderna per aggiornarsi sui nuovi trend di consumo e per aumentare la redditività delle proprie imprese e attività, attraverso un programma di dimostrazioni e proposte food che possano sviluppare ottime sinergie con il mondo della birra; si prosegue poi con il Campionato International Street Food in collaborazione con NIPfood e i Campionati della Cucina Italiana organizzati da IEGEXPO, per concludere infine con il Giro Pizza d’Europa 2016-2017 a cura di Pizza e Pasta Italiana che presenterà anche la prima edizione del premio Birra e Pizza d’Italia.

Come già accennato, sarà comunque la birra la grande protagonista della kermesse riminese, grazie alla ormai consolidata partnership fra IEG e Unionbirrai, che anche quest’anno hanno scelto la cornice di Beer Attraction per la cerimonia di premiazione del concorso nazionale Birra dell’anno, arrivato alla sua XII edizione, che con 1367 birre e 257 produttori in lizza per il podio, si conferma come il più grande premio birrario assegnato nel nostro paese e che si terrà domani, sabato 18 febbraio, alle ore 14.
Confermata la lista dei 72 giurati internazionali scelti tra birrai, accademici, giornalisti e degustatori, che sono chiamati a decretare le migliori 5 birre per ciascuna delle 29 categorie. Accanto ai Paesi a più forte tradizione brassicola come Belgio, Regno Unito, Germania, Polonia e, oltreoceano, Stati Uniti, Canada, Messico e Brasile, saranno rappresentate pure Islanda e Svezia, due mercati in rapida espansione a dimostrazione di quel che recita il comunicato stampa di presentazione: “Il blend territoriale è il vero tratto distintivo del concorso che, sotto la guida di Unionbirrai, unisce continenti e fa parlare di un grande movimento brassicolo”.

 

.

.

Il concorso Birra dell’Anno, come al solito, è destinato a convogliare l’attenzione di tutti noi, quantomeno fino alla premiazione di domani, ma ricchissimo e interessantissimo è pure il calendario di appuntamenti, degustazioni, corsi e convegni di assoluto valore culturale e formativo, che Unionbirrai ha organizzato sotto il segno della neonata area Beer Academy: uno spazio che la Fiera di Rimini ha riservato all’incontro e allo scambio di informazioni, una piazza ideale animata da laboratori no-stop per tutta la durata della manifestazione.
Si parte domani, sabato 18 febbraio alle ore 11 con la degustazione guidata dalla Beer Taster UB Elisa Marini Diomedi su “Birra e cioccolato: unione di fatto” che aprirà le porte ai possibili abbinamenti, per concludere la giornata alle 17 con “Luppoli d’Italia”, il convegno curato dal giornalista e agronomo Eugenio Pellicciari (Italian Hops Company) affiancato dal Beer Taster Riccardo Grana Castagnetti, in un dibattito che apre una finestra sulle neonate varietà di luppolo italiano, un viaggio che parte dalle più antiche tradizioni mitteleuropee per approdare agli aromi Made in Italy, più recenti e innovativi.

.

.

Domenica 19 avrete solo l’imbarazzo della scelta. Il programma è ricco e prevede nell’ordine: il laboratorio dal titolo “Food&Beer pairing; incontri segreti tra birra e cibo” (h. 11) in cui il BT Fulvio Giublena svelerà l’articolata grammatica dei sapori e le possibili interazioni. Per chi volesse tuffarsi “Nel mondo delle basse fermentazioni” l’appuntamento è con il BT Alessio Facchini (h. 12.30) per conoscere in particolare quelle italiane. Non poteva mancare, all’ora di punta, il corso di spillatura “Impariamo l’arte del perfetto servizio” (h. 13.45, lunedi 20 alle 13.30) condotto da Michele Galati, publican del noto locale The Dome. Seguirà “Si fa presto a dire IGA” con Alfonso Del Forno, BT esperto di birre senza glutine, qui scelto per approfondire lo stile italiano Italian Grape Ale, riconosciuto dal BJCP 2015. Con PIM, Progetto Imprenditoriale Microbirrificio (h 16) e PIBS, Progetto Imprenditoriale Beer Shop (lun. ore 16, mart. ore 12.30) Unionbirrai tornerà a fornire tutte le informazioni necessarie a chi voglia intraprendere l’attività di birraio artigianale o aprire una rivendita specializzata. Calerà il sipario sul week end il lab dal titolo “Il Belgio Italiano” (h. 17) con Andrea Zuccarini.
Lunedì 20 si parlerà di acidità nelle birre italiane con la BT Manila Benedetto. Il lab degustazione “Non è colpa mia, ho un ph basso” (h. 12) esplorerà le sour italiane fin dalla storia delle birre tradizionali a pH basso e ne svelerà la particolare filosofia.
Martedì 21, ultimo giorno di Fiera, sarà condotto da Alfonso Del Forno il corso su “L’abbinamento (im)perfetto” per capire come e con cosa abbinare le birre.

Tradizione dunque, nella conferma di quanto si è visto di buono nelle passate edizioni, ma anche innovazione, nella ricerca di nuovi partners, di nuovi ambiti di ricerca e di nuove sinergie da instaurare nel nome della birra artigianale di qualità: questi sono i marchi di fabbrica di Beer Attraction, che vi aspetta da domani a martedi 21 febbraio alla Fiera di Rimini.
Nei prossimi giorni analizzeremo ogni singolo aspetto dell’intera manifestazione, appena sarà conclusa, intanto non ci resta che augurare buon divertimento, buona fortuna e buon lavoro a tutti i partecipanti… e sempre PROSIT!

Francesco Bazzucchi
Info autore

Francesco Bazzucchi

Giurista per caso.
Vivo a Gubbio, nella verde Umbria, città dove sono nato e ho scoperto il mio amore per la birra, da sempre coltivato con appuntamenti birrari di ogni tipo che occupano ad oggi gran parte del mio tempo, in Italia e all’estero.
Mi occupo per conto di Unionbirrai e Nonsologlutine onlus di legislazione ed etichettatura degli alimenti, come docente e consulente.
Sono giudice in concorsi birrari nazionali, docente UBT (Unionbirrai Beer Tasters) e referente per l’Umbria dei corsi di formazione e degustazione UB.
Sono autore e curatore del blog Tra il Bere e il Fare e recensisco per la Guida MoBi ai locali birrari, spazi che mi permettono di raccontare la mia personale esperienza nel mondo della birra artigianale.
Come socio fondatore dell’associazione di promozione e cultura birraria Brassoneria Eugubina, sono tra i creatori e organizzatori del festival Matti per la Birra di Gubbio.
Con la speranza di riuscire a soddisfare al meglio il vostro interesse, auguro a tutti voi una buona lettura… e sempre PROSIT!