Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 25/2017

21 giugno 2017

Da domani a Saluzzo… C’é Fermento!

Da domani a Saluzzo… C’é Fermento!


 

Da domani al 25 giugno i cortili della ex Caserma Musso ospiteranno l’ edizione 2017 del Salone della Birra artigianale a cura della Fondazione Amleto Bertoni, in collaborazione con la Città di Saluzzo e la Condotta Slow Food del Marchesato. Un evento che negli anni è diventato un punto fermo tra i birrai e gli amanti della birra, uno dei saloni più importanti, ed imperdibili, del nord-ovest Italia.

La nuova edizione propone diverse novità, a partire dalle 4 giornate di programmazione, un giorno in più di Salone, per assaggiarle davvero tutte!

.

.

Saranno presenti quest’anno 20 birrifici – selezionati dal comitato scientifico in quella che è una vera e propria “sfida” per partecipare, dato il grande numero di richieste che perviene alla manifestazione.
Si potranno gustare le birre più diverse, purchè artigianali, di birrifici del territorio come di birrifici provenienti dal Piemonte, dalla Liguria, dalla Puglia, dalla Toscana e dal Veneto. Non mancheranno poi 9 spazi food differenti, anche loro selezionati e curati nei minimi dettagli.

L’entrata, come da tradizione, è gratuita e un gettone di € 2 sarà la moneta per acquistare degustazioni e cibo. Confermato l’immancabile strumento di degustazione: il bicchiere di vetro griffato C’è Fermento, che per il 2017 è nuovo nella forma e nella grafica. Quest’anno si è scelto – grazie alla collaborazione di VD Glass – un balloon d’ispirazione belga, molto adatto in realtà per degustare al meglio tutte le tipologie di birra.

.

.

C’è Fermento è poi anche il momento per degustare la Birra Bodoni / Collaboration beer, una ricetta che lega alcuni ingredienti del territorio a sapori e profumi europei per una birra che saprà, ancora una volta, raccontare il saluzzese. Una birra, soprattutto, che nasce dal lavoro comune dei birrai del territorio di MOVE, lavoro fatto con cura e tanta allegria, l’allegria che potrete assaporare tra poche settimane.

Protagonisti della “cotta” speciale, alcuni birrifici piemontesi, ospiti immancabili del Salone: Birrificio della Granda, Baladin, Trunasse, Antagonisti e Kauss. Dopo Silvio Pellico per il 2015, e Margherita Foix per il 2016, è il momento di Giambattista Bodoni, che è stato un incisore, tipografo e stampatore italiano, nato a Saluzzo e conosciuto in tutta l’Europa del ‘700, noto per i caratteri tipografici da lui creati (Bodoni).
Quest’anno si è optato per una saison rigorosa, che ha solo malto d’orzo, luppoli italiani, continentali e inglesi. Secca, beverina, estiva, insomma, imperdibile per l’arrivo della stagione calda. Soprattutto, elegante e nitida come un carattere bodoniano. Come tradizione, l’etichetta è stata nuovamente realizzata dall’illustratrice Valeria Cardetti.

.

.

 

Come ogni anno il Cortile d’Onore sarà dedicato ad area relax e a momenti di incontro e degustazioni guidate, oltre che spettacoli con artisti di strada e animazione. Radio Beckwith sarà la radio di piazza e, nelle ore antecedenti ai concerti, coordinerà tavole rotonde con i birrifici, presentazioni ed interviste. Attenzione anche ai più piccini: il Ludobus Altalena sarà nella sala Tematica venerdì e sabato dalle 19 alle 23, con uno spazio gioco dedicato a tutti i bambini dai 4 agli 11 anni. Sabato sarà la volta di un grande artista circense, Luca Chiarva.

Birra, food, l’electro Swing di Rumba d Bodas, Free Shots, Vagamente Retrò Orchestra, The Sweet life Society, cantautori e giovani Rock Band saranno gli ingredienti di una nuova ricetta che aggiorna il format della manifestazione e punta a promuovere un territorio.

L’area food nel grande cortile della Fondazione Bertoni, propone una decina di stand ospiti, selezionati dalla Condotta Slow Food del Marchesato.

Insomma, un evento a cui non mancare! Maggiori informazioni: www.cefermento.fondazionebertoni.it

Redazione Giornale della Birra
Info autore

Redazione Giornale della Birra

La Redazione del Giornale della Birra, tra un boccale e l’altro, prepara gli articoli che vedete su queste pagine.
Inoltre, da’ spazio a tutti gli amici e visitatori del sito che ci inviano i loro contributi, indicandone gli autori. Contattaci se vuoi collaborare con noi!