Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 11/2017

13 marzo 2017

L’Angolo dell’Homebrewer: ecco come iniziare a fare la birra in casa!

L’Angolo dell’Homebrewer: ecco come iniziare a fare la birra in casa!


 

Moltissimi sono i motivi che spingono sempre più persone a iniziare a produrre birra a livello casalingo, ma nonostante lo slancio iniziale che trascina tutti coloro che si cimentano nella produzione domestica, un primo “ostacolo” viene rappresentato subito dalla scelta del metodo di produzione. Molto differenti tra loro per quanto riguarda il tempo da dedicare alla cura dei particolari (temperature, densità, ecc.) e alla scelta dei prodotti, i metodi più diffusi in tutto il mondo sono in prevalenza tre:

  • Birre da estratto di malto già luppolato;
  • Birre da estratto di malto non luppolato con o senza aggiunta di grani speciali;
  • Birre da All-Grain, ossia partendo dai grani di malto e da prodotti non preparati in precedenza.

Le tecniche che qui di seguito andremo ad analizzare un po’ più nel dettaglio differiscono notevolmente per grado di difficoltà nella fase di produzione, ma soprattutto per la qualità del prodotto finale.

.

.

Andiamo ora a vedere quali sono i tre differenti metodi.

Le birre da estratto di malto già luppolato, o meglio conosciute come birre da KIT, sono sicuramente le più diffuse per la facilità di produzione e per la rapidità con cui si ottengono i primi risultati. La semplicità di questo metodo è resa tale dal fatto che il kit acquistato, oltre ad essere completo e pronto per l’utilizzo, viene dotato inoltre di un barilotto di malto già luppolato: questo è il vostro ingrediente fondamentale che sostituisce i grani ed i grani speciali, che sono caratteristici dei prossimi metodi produttivi. Il vostro unico compito, infatti, sarà quello di seguire le istruzioni fornite con il kit. Questo metodo però non è propriamente considerato come birrificazione, poiché vengono saltate alcune fasi fondamentali del processo produttivo, come per esempio il mashing o ammostatura e lo sparging o lavaggio delle trebbie. Insomma, è il metodo produttivo più semplice e più rapido da utilizzare per ottenere la vostra birra artigianale.

.

.

Le birre da estratto di malto non luppolato, anche definite come partialmash – E + G, utilizzano una tecnica leggermente diversa dalla precedente anche se le modifiche da apportare al processo sono minime.

Con questa tecnica avrete la possibilità di variare la produzione fornendo alla vostra birra degli aromi e dei gusti più o meno intensi. Infatti, se prima dovevate seguire un determinato procedimento fornito dal produttore in base al malto già luppolato acquistato, ora vi si presentano delle opportunità maggiori. La ricetta da seguire, come prima, vi verrà fornita in base al malto non luppolato, con l’aggiunta però dei grani speciali che daranno alla vostra birra corpo e aroma intensi.

Scegliendo questo metodo siete consapevoli della cura che dovrete usare in tutti i passaggi della produzione.

Le birre All-Grain è il metodo di produzione di birra dai grani, quello che più simula il reale processo che avviene in birrificio. Per chi non ancora sappesse cosa sono i “grani”, essi sono ottenuti dalla maltatura, o meno, di un cereale e dalla sua successiva tostatura. In commercio si possono trovare molti tipi differenti di grani; la maggior parte di essi sono utilizzati nel processo (non obbligatoriamente) in qualità di grani speciali, in quantità nettamente inferiore ai grani principali che sono solo di 5 tipi: Pilsner, PaleAle, Vienna, Munich e Weizen.

.

.

È risaputo che questo metodo produttivo ha bisogno di molto più tempo da dedicargli e di cura nei dettagli delle differenti fasi, solo così si potrà avere un risultato qualitativamente migliore rispetto ai due metodi precedenti. Ulteriore fattore di notevole importanza è che non si potrà utilizzare l’attrezzatura dei due metodi precedenti.

 

Adesso tocca a voi scegliere il metodo che più vi si addice, che sia il kit o all-grain, pur sempre di birra stiamo parlando e perciò ricordate che per la scelta è fondamentale solo una cosa… la cura che ci mettete nel seguire passo dopo passo l’evoluzione della vostra “opera d’arte” – passatemi il termine!

Simone Salonio
Info autore

Simone Salonio

Sono nato a Cuneo, una piccola ma ospitale città del Piemonte.
Completato il percorso di studi ottenendo la qualifica di perito chimico, ho intrapreso la mia carriera lavorativa ricoprendo svariati ruoli all’interno di realtà totalmente differenti l’una dall’altra ampliando le mie conoscenze e le mie passioni.
Le svariate esperienze da me passate, sia lavorative che di vita, mi hanno permesso inoltre di conoscermi sempre meglio e capire quali passioni coltivare e portare avanti.
Tra queste spicca sicuramente la fotografia dalla quale ho avuto numerose “piccole” soddisfazioni che però mi hanno dato la spinta necessaria per continuare a praticare e cercare di trasformarla da mera passione a attività lavorativa vera e propria con discreti risultati. Certo, da qui a definirmi fotografo ne deve ancora passare di tempo però la voglia e la passione crescono ad ogni foto scattata perciò continuo su questa strada fiducioso.
Una seconda grande passione è la scrittura. Mi ha sempre affascinato fin da piccolo questo mondo perché ti da la possibilità di rendere leggermente più reali le fantasie, un po’ più tangibili. Numerosi miei articoli sono già stati pubblicati, riscuotendo un discreto successo.
Ultima,chiaramente non per ordine di importanza,è la passione per la birra. Una passione che ho sempre coltivato, in questo caso il termine più corretto sarebbe ”annaffiato”, ricercando di più la qualità che la quantità. Sono per l’appunto un grande estimatore della birra artigianale, specie quelle corpose, magari doppio malto ambrata. Freschissima!
Ricerco sempre nei miei viaggi di trovare piccoli birrifici e di provare le loro birre o ancora meglio di conoscere e parlare direttamente con i produttori per curiosità e per cercare di carpire qualche nozione nuova da aggiungere al mio bagaglio di conoscenze di questo mondo.
In una mia esperienza all’estero, per la precisione a Lisbona, ho intrapreso anche la carriera di HOMEBREWER occupandomi personalmente di tutti i passaggi della produzione di birra con metodo All-Grain.
Sono un gran sportivo. Nella mia vita ho provato svariati sport e dopo più di una decina di anni di pratica potrei quasi azzardare ad affermare che il mio preferito potrebbe essere l’arrampicata sportiva.
Mi piace moltissimo leggere, non ho un genere che preferisco in particolare, l’importante è che sia appassionante e che ti “trascini” nella lettura.
Vi auguro una buona lettura per i futuri contenuti che pubblicherò, con la grande speranza che vi piacciano e che riescano a trasmettervi un po’ della mia passione, nello scrivere e di ciò di cui scrivo.