Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 01/2017

3 gennaio 2017

Bici&Birra: la ciclofficina birraria di Torino

Bici&Birra: la ciclofficina birraria di Torino


 

Oggi parliamo di un posto diverso, recentemente inaugurato, di qualcuno che ha saputo reinventarsi ed essere innovativo, originale combinando due grandi passioni: la bicicletta e la birra.
Intervistiamo Luca Cavallo di Bici&Birra, la ciclofficina birraria sita a Torino in corso Regina Margherita 108.

.

imgp0998-copia

.

Luca, partiamo dall’inizio. Che cos’è una ciclofficina birraria?
Più difficile a dirsi che a spiegarsi: è un beershop specializzato in birre artigianali italiane con ampia scelta di prodotti in bottiglia e mescita in loco. Nella parte retrostante c’è la ciclofficina in cui riparo e rimetto in sesto le biciclette.

Come e quando ti è venuta in mente quest’idea così originale?
Ho lavorato per molti anni nel campo dell’elettronica facendo in gran parte riparazioni sulle macchine fotografiche digitali compatte, un mercato che con l’arrivo degli smartphone è andato via via in perdita. Per cui mi sono trovato ad un bivio e ho deciso di trasformare le mie più grandi passioni in un mestiere, unendole sotto ad uno stesso tetto.

.

imgp0979-copia

.

Quando hai aperto?
Ho aperto il negozio a maggio del 2016.

Da quanto coltivi la tua passione per la birra?
Mi è sempre piaciuto berla, poi negli ultimi anni ho approfondito le mie conoscenze grazie anche al fermento del mondo artigianale italiano.

Com’è strutturato il negozio?
Si accede immediatamente alla zona beershop in cui ci sono i tavolini e la zona di somministrazione; dietro rimane l’area della ciclofficina separata da una porta vetrata.

.

imgp0973-copia

.

C’è la possibilità di acquistare direttamente le bottiglie e consumare anche solo alla spina?
Certo, c’è un’ampia scelta di birre in bottiglia in costante aggiornamento e quattro spine a rotazione che mi piace cambiare spesso, per proporre sempre qualcosa di nuovo da abbinare ai taglieri e ai panini che prepariamo con i salumi e i formaggi di eccellenti produttori locali.
Inoltre, è possibile, grazie allo sfuso, prendere anche birra da asporto.

I tuoi clienti “ciclisti” sono appassionati come te alla birra artigianale?
Coloro con cui ormai sono anche amico, i clienti fissi, sono ottimi bevitori (come me!) e non rinunciano alla buona birra dopo una lunga pedalata.

.

imgp0977-copia

.

Che tipo di clientela hai?
Il beershop attira coloro che ricercano una buona birra artigianale o che, comunque, sono appassionati del mondo birrario. La ciclofficina, invece, raccoglie numerosi ciclisti cittadini e della zona.

Quali sono i prodotti che più ami proporre?
Non ho preferenze a prescindere; cerco generalmente di capire che tipo di cliente ho di fronte e in base a quello consiglio una birra piuttosto che un’altra.

Quali sono le tue birre preferite?
Io apprezzo moltissimo le Lager tedesche e in particolare le Bock e le Doppelbock.

Organizzi anche serate a tema?
Sì, in sei mesi ne abbiamo organizzate due. La prima è stata “Pizza&Birra” con quattro tipi di pizza, quattro birre in abbinamento e il gran finale con il birramisù. La seconda, piuttosto recente, è stata una “Cena Piemontese” in cui abbiamo fatto i Plin della Gallina Bionda al burro d’alpeggio abbinati alla Heller Bock di Elvo, di secondo lo stracotto di fassona con patate alla birra abbinato alla Aleghetor di Aleghe e, come dolce, la torta pere e cioccolato con la MotorOil di Beba.

.

imgp0983-copia

.

Hai fatto una scelta radicale e coraggiosa, dettata dalla passione. Hai creato qualcosa di nuovo per il mercato contribuendo positivamente al mondo della birra artigianale italiana. Pensi che in futuro tu possa diventare l’esempio per altrettanti connubi tanto originali quanto geniali?
Lo spero proprio! Il mercato necessita di una scossa molto forte per ripartire e ritengo che l’innovazione e il sapersi reinventare siano buone vie per raggiungere la prosperità. In più si cerca di dare un sostegno ai produttori italiani e a coloro che, come me, hanno fatto della propria passione un mestiere o che portano avanti tradizioni, non solo più famigliari, ma di un intero popolo.

C’è altro che vorresti aggiungere?
Vorrei concludere dicendo che nello stoccaggio delle birre sono molto meticoloso per cui le bottiglie che dispongo in esposizione sono vuote; per quanto riguarda l’asporto abbiamo dei frigoriferi dedicati che ci permettono di venderle sempre fresche, pronte al consumo, e la mescita diretta avviene tramite i fusti siti in cella frigo.

 

Maggiori informazioni su Bici&Birra sono disponibili alla pagina facebook ufficiale.

Marianna Bottero
Info autore

Marianna Bottero

Sono nata a Cuneo, nel dicembre 1991, ma attualmente vivo a Torino dove frequento il college Scrivere alla Scuola Holden.

La passione per la birra nasce in famiglia seguendo le orme del papà Lelio, esperto del settore. Dal 2013, per un anno, ho collaborato con il free press “La Mosca Bianca” curando, con pubblicazioni settimanali, la rubrica dedicata alla birra artigianale italiana. Nel marzo del 2014 ho iniziato la collaborazione con gustoSano, rivista mensile a tiratura nazionale, per la quale curo lo spazio riguardante la birra artigianale italiana. Dal 2015 seguo, insieme a Lelio, la sezione “mastri birrai” del Birre Magazine sul portale online di Pam Panorama, occupandomi di birra artigianale e industriale.
Dal 2011 al 2014 ho collaborato alla gestione del locale di famiglia: il Giratempopub, birreria con produzione propria.

Il mio primo amore è stata la Guinness a cui, adesso, affianco le IPA e le APA, meglio se extra-luppolate; ma sono tanti gli stili che mi conquistano.
Ho partecipato, fin dagli arbori, alla redazione di Enciclopedia e Giornale della Birra con l’obiettivo di diffondere la cultura del buon bere, utile a scegliere con cosa riempire il bicchiere “mezzo pieno”.

Sono, inoltre, appassionata di fotografia e mezzi fotografici e di scrittura, principalmente racconti. Considero irrinunciabili la musica, l’arte, il cibo e la curiosità, fonti continue di ispirazione e di ricerca. Maggiori informazioni su di me: www.mariannabottero.it

Visita anche il sito del: Giratempopub