Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 32/2016

11 agosto 2016

‘A Magara: la Calabria nella birra!

‘A Magara: la Calabria nella birra!


 

In questa calda estate siamo andati a Nocera Terinese, in provincia di Catanzaro, per scoprire le birre pluripremiate del birrificio ‘A Magara insieme al suo creatore Eraldo Corti.

Già dal nome del birrificio si può intuire il legame con il territorio che ospita l’azienda. ‘A Magara deriva dal dialetto calabrese e significa la strega. La scelta di questo nome, che fa riferimento ad una leggenda del posto,“vuole valorizzare un posto magico, le sue credenze popolari e quindi trasmettere attraverso le birre l’alchimia calabra del territorio”.

.

magara3

.

Eraldo, il mastro birraio, racconta che “la passione per la birra è nata scoprendo le bitter tradizionali inglesi durante un viaggio in Gran Bretagna, così dal 1999 ho iniziato a fare homebrewing. Ho collaborato con alcuni birrifici e ho aperto un beershop, attivo ancora oggi. Per offrire un servizio migliore alla nostra clientela lo abbiamo dotato di una cucina che sforna piatti da accompagnare alle birre. Ho iniziatoa produrre birra come beerfirm, ma ho sempre specificato nelle etichette delle mie creazioni il luogo di produzione, perché mi piace essere chiaro con chi acquista il prodotto. Infine dal 2013 ho aperto questo birrificio che al momento ci sta dando delle belle soddisfazioni”.

.

magara6

.

Le referenze del birrificio non hanno uno stile di riferimento geografico ben preciso infatti, possiamo trovare, tra le tante, una creamale, una saison e una imperialstout. “Realizzo birre godibili alla spina, privilegiando la bevibilità e l’equilibrio. Quando progetto una birra ragiono sullo stile di riferimento, ma non sto aderente, cerco sempre di dare un tocco personale alle mie birre. Ad esempio, con Zarzamora, una double I.P.A. con more di rovo, ho studiato il frutto in modo da avere una birra bilanciata, dove l’amaro è equilibrato dal malto, ma dove le more danno un’impronta decisa e rendono il prodotto finale caratteristico. Se dovessi presentarla in qualche concorso un giudice resterebbe davvero molto spiazzato!”.

.

magara4

.

Le birre alla frutta sono uno dei fiori all’occhiello del birrificio. Oltre a Zarzamora è molto apprezzata anche Frambueza, birra con lampone fresco della Sila e grano Senatore Cappelli, premiata come Birra Slow nella Guida alle birre d’Italia 2017 di Slow Food. Il mastro birraio con un certo orgoglio tiene a precisare che “la frutta utilizzata è sempre fresca e non trattata”.

“Il mio è un birrificio calabrese e siamo orgogliosi di esserlo; in ogni birra cerchiamo di portare un pizzico di Calabria. Nei prossimi anni ci aspettiamo di aumentare la produzione in termini di volume. Nei prossimi mesi ho in cantiere una nuova birra alla frutta, ma non posso dire di più! Visto che il portafoglio delle mie birre è abbastanza vasto, ho intenzione di fare qualche oneshot, giusto per dare libero sfogo alla passione che ho verso questo prodotto! Uno degli obiettivi che ci poniamo è quello di aumentare le vendite nel mercato calabrese, perché ritengo abbia ampio spazio di crescita. Inoltre vorrei poter avere un distributore per arrivare in modo più capillare anche in tutte le altre zone d’Italia. Però cerchiamo qualcuno che sappia valorizzare il nostro lavoro e soprattutto i nostri prodotti!”.

.

magara2

.

Infine un commento sull’approvazione della definizione di birra artigianale: “la definizione è importante, anche se sicuramente è perfettibile, come tutte le cose. Il limite di ettolitri ci fa sperare che i nostri volumi nei prossimi anni possano aumentare a dismisura! La speranza è quella di arginare il fenomeno dei beerfirm che sta proliferando. L’auspicio è che in futuro la definizione sia seguita da sgravi fiscali per gli imprenditori di settore oppure da una diminuzione dell’accisa”.

Potete trovare maggiori informazioni sul birrificio e sui suoi prodotti al sito www.alchimiacalabra.it

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!