Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 15/2017

16 aprile 2017

Il Menù di Pasqua a tutta Birra!

Il Menù di Pasqua a tutta Birra!


Come ad ogni ricorrenza importante non potevano mancare i nostri consigli per un menù speciale dedicato alla birra!

ANTIPASTI
CESTINO DI TORTA PASQUALINA ALLA SAISON
Ingredienti: 2 rotoli di pasta sfoglia, 200 gr di spinaci, 150 gr di ricotta, 4 uova, olio evo, sale, pepe bianco, timo, basilico, 33 cl di birra Saison (consigliata la Wayan di Baladin).
Stendere la sfoglia all’ interno di uno stampino. Far bollire gli spinaci nella birra, scolare e frullare con la ricotta, le spezie e l’ albume. Versare il composto negli stampini. Aggiungere il tuorlo intero sopra il cestino. Cuocere a 160 ° per circa 20 minuti.

.

.

INSALATA DI TACCHINELLA CON CRUDITE’ ALLA BLANCHE
Ingredienti: 500 gr polpa di tacchino, 1 mela verde, 1 sedano, 2 carote, valeriana, 8 noci, uvetta sultanina, sale, pepe, prezzemolo riccio, olio evo, 1/2 limone, 2 cucchiai di senape, 50 ml di birra Blanche (consigliata la Jenny di Soralamà, aromatizzata alla pianta di Genepy).
Lessare la polpa di tacchino, quindi tagliarla a dadini e far marinare nella birra blanche per mezz’ ora circa. In una casseruola a parte tagliare le carote, le mele e il sedano a julienne; aggiungere le noci e l’ uvetta. Scolare il tacchino dalla birra e aggiungere alle cruditè. Condire con olio evo, sale e pepe. In una ciotolina a parte emulsionare il succo di un limone con 10 cl di birra e 2 cucchiai di olio evo. Aggiungere alla fine e decorare con ciuffetti di prezzemolo riccio.

.

.

PRIMI
SPAGHETTI ALLA CHITARRA AL RAGU’  BIANCO DI CASTRATO E BOCK
Ingredienti: 400 gr spaghetti alla chitarra, possibilmente freschi, 400 gr di polpa di castrato, 50 gr di lardo, 2 cucchiai olio evo,1 bicchiere di birra Bock (consigliata La Doppio di Aleghe), 1 cipolla, 2 spicchi di aglio, rosmarino, pepe e sale qb.
Ripulire la carne dal grasso, tagliarla a pezzetti molto piccoli. Tritare il lardo con aglio e cipolla e far soffriggere in padella con olio, pepe e un rametto di rosmarino. Aggiungere la carne e far rosolare a fuoco vivace. Aggiungere la birra, incoperchiare e far cuocere a fuoco lento per circa 2 ore. Far cuocere gli spaghetti al dente, saltare in padella e servire con una spolverata di noce moscata.

.

.

RISOTTO AL LAMBIC ED ERBA CIPOLLINA
Ingredienti: 300 gr di riso carnaroli, 1 bottiglia da 75 cl di Lambic, 1 cipolla, 2 spicchi d’ aglio, 1 carota,1 sedano, erba cipollina, olio evo, sale e pepe bianco.
Far bollire il sedano, la cipolla e la carota e fare un brodo vegetale da mantenere caldo. In una casseruola antiaderente far soffriggere gli spicchi di aglio interi, aggiungere il riso e far rosolare fin quando non sarà leggermente tostato. Aggiungere il Lambic e far sfumare. Abbassare la fiamma e far cuocere a fuoco lento, aggiungendo quando serve il brodo vegetale un cucchiaio alla volta. Quando mancano pochi minuti alla fine della cottura aggiungere parte dell’ erba cipollina tagliata fine e terminate la cottura. Servire con due ciuffetti di erba cipollina interi e una spolverata di pepe bianco.

.

.

 

SECONDO
SPEZZATINO DI AGNELLO ALLA BRUNE CON PATATE RUSTICHE
Ingredienti: 4 stinchi di agnello, 1 cipolla, 4 spicchi d’ aglio, 2 carote, 2 gambi di sedano, 2 cucchiai di concentrato di pomodoro, olio evo, 33 cl di birra Brune (consigliata Extra Brune di Maltus Faber), 400 ml di brodo di carne, 3 rametti di timo, prezzemolo, 2 foglie di alloro, 1 rametto di rosmarino,sale e pepe qb. Per le patate: patate lavate, pan grattato, 1 cipolla, 1 spicchio di aglio, sale e pepe.
Riscaldare l’ olio in una casseruola e far rosolare la carne per circa 10 minuti. Tenere da parte la carne rosolata. Scartare il grasso dalla padella e aggiungere aglio e cipolle. Cuocere per 5′, unire carote e sedano tritati, concentrato di pomodori e cuocere per altri 5′. Rimettere la carne, aggiungere la birra e il brodo di carne. Legare tra di loro gli aromi con uno spago da cucina e unirli alla casseruola. Portare il brodo a bollore e abbassare la fiamma, far cuocere per circa 2 ore. Unire a fine cottura rosmarino, sale e pepe. Eliminare il mazzetto di erbe e servire con contorno di patate rustiche (patate impanate nel pan grattato e cotte al forno con aglio, cipolla tagliata sottile, olio sale e pepe).

.

.

DOLCE
COLOMBA CON ZABAJONE ALLA KOLSH
Ingredienti: 4 tuorli, 120 grammi di zucchero, 20 cl di birra kolsh (consigliata l’ultima del birrificio la Piazza), 1 bustina di vaniglia.
Sbattere in una casseruola i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso. Versare la birra e amalgamare. Cuocere a bagnomaria battendo con la frusta fino a raggiungere la giusta consistenza. Aggiungere la vanillina. Servire caldo con una fetta di colomba.

.

.

 

Dalla redazione di Giornale della Birra i migliori auguri di Buona Pasqua a tutti i nostri affezionati lettori!

Francesca Sferrazza Papa
Info autore

Francesca Sferrazza Papa

Torinese di adozione, siciliana di origine, sono nata di venerdì 17, ed è sempre stata la mia fortuna.
Con qualche ritardo dovuto ad attività lavorative di vario genere (spesso volontarie), esperienze di fuga all’ estero e scappatelle di gioventù, mi sono laureata in “Scienze della Comunicazione”, indirizzo multimediale. Per oltre dieci anni ho scritto per giornali sportivi, dapprima on line e poi su carta stampata, fino a diventare caporedattrice e responsabile marketing di un settimanale regionale (ei fu).
Ho lavorato a lungo come commerciale in vari settori: editoria, risorse umane, informatica. Attualmente aiuto un’ amica nella gestione di un locale per bambini e famiglie, con l’ obiettivo di implementarne le attività e introdurre aspetti originali, tra cui la presenza di birre artigianali abbinate alla cucina.
Tra le mie passioni vi sono la musica, i viaggi, il calcio, la bici e ovviamente le birre. Ho persino chiamato il mio gatto “Birra”, ambrata per la precisione (è un rossiccio, razza europea, faccia da furbetto, potrebbe trattarsi di una Doppelbock).
La mia passione per le birre artigianali è nata qualche anno fa in quel di Piozzo. Da allora è stato un crescendo di ricerca e affinamento, che mi ha portato l’ anno scorso a frequentare il corso di degustatrce professionale e conseguire l’ attestato, dopo un esame tutt’ altro che innocuo.
Parallelamente ho iniziato a viaggiare per birre, fino quasi ad organizzare i miei viaggi in funzione di queste. Belgio, Repubblica Ceca, Franconia…solo alcune delle ultime tappe. Ma non trascuriamo l’ Italia, i weekend tematici in occasione di eventi birrari, le ricerche sul territorio.
Oggi vorrei approfondire maggiormente l’ aspetto dell’abbinamento cibo-birra, del resto la cucina è l’ ultima scoperta tra le mie passioni.