Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
1 luglio 2015

EXPO: etichette della birre europee più complete!

EXPO: etichette della birre europee più complete!

Tag:, , , , , , ,

La EXPO 2015 sarà ricordata anche per la maternità di un importante passo in avanti nell’ambito della tutela dei consumatori di birra, grazie all’accordo siglato a Milano lo scorso 19 giugno tra i membri di “The Brewers of Europe”.  L’organizzazione, che riunisce le associazioni nazionali dei produttori di birra di 29 Paesi europei, ha infatti tenuto presso la sede dell’esposizione universale la propria Assemblea annuale.

.

.

Durante il consesso, le oltre cinquemila imprese associate hanno assunto l’impegno di elencare volontariamente in etichetta gli ingredienti usati e le relative informazioni nutrizionali, in linea con i requisiti di legge previsti per tutte le bevande analcoliche.

Infatti, al momento, le bevande alcoliche sono effettivamente esentate dall’obbligo di riportare l’elenco degli ingredienti sull’etichetta, ai sensi della direttiva 2000/13/CE (recepita in Italia con d.lgs. 109/92 e successive modifiche) e del regolamento UE n. 1169/2011. Sussiste solo l’obbligo di citare la presenza di ingredienti considerati allergeni, introdotto con direttiva 2003/89/CE e seguenti (recepita in Italia con d.lgs. 114/06) e integrata dal regolamento UE n. 1169/2011.

.

.

 

Pierre-Olivier Bergeron, segretario generale dell’organizzazione internazionale, ha così commentato tale decisione: “The Brewers of Europe è immensamente orgogliosa delle birre che produce e degli ingredienti utilizzati per la loro produzione. Vogliamo che i consumatori europei conoscano gli ingredienti della birra e che comprendano come queste birre possano rientrare in uno stile di vita equilibrato”.

.

.

 

Una decisione importante, che l’Accademia italiana della birra e lo staff di www.giornaledellabirra.it e www.enciclopediadellabirra.it plaudono con grande entusiasmo. Avvicinare i consumatori al cibo ed alle bevande che consumano, anche attraverso la comunicazione di informazioni produttive, tecniche, nutrizionali e di composizione, non può che giovare a creare un’attenzione più critica e consapevole verso le scelte di consumo e spingere ogni cittadino ad approfondire le proprie conoscenze riguardo agli alimenti di cui si nutre.

Massimo Prandi
Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!