Numero 17/2020

24 Aprile 2020

Pillole di luppolo: il prezioso Brewer’s Gold

Pillole di luppolo: il prezioso Brewer’s Gold

Tweet

Tag:

Brewer’s Gold è un luppolo selezionato da Ernest Stanley Salmon al Wye College in Inghilterra nel 1919 ed è il risultato di impollinazione di  luppoli selvatici provenienti da Morden, nello stato di Manitoba. Nonostante la sua popolarità iniziale, l’avvento delle varietà di luppolo con alto valore in alfa acido nel 1980 fece ridurre l’interesse di Brewer’s Gold dal punto di vista commerciale.

 

.

.

Però Brewer’s Gold è stato utilizzato per ottenere varietà di rilievo come Galena, Nugget, Centennial e molti altri ed è ancora oggi usato per le nuove ibridazioni, in quanto è in grado di apportare non solo caratteristiche utili ai fini dell’impiego birrario come luppolo da amaro, ma anche una ottima genetica in termini di resistenza alle avversità fitopalogiche ed altra produttività.

 

.

.

 

Brewer’s Gold è ancora una buona scelta nell’uso birrario per donare un finale amaro con note speziate e di ribes nero. Sicuramente, però, l’utilizzo come luppolo da amaro è di gran lunga il più adatto per tale cultivar.

I test fatti in Italia, presentano un aroma intenso ed un’ottima presenza di olii, così come dimostrato dai valori analitici medi:

Alpha Acid 7.1%-11.3%
Beta Acid 3.3%-6.1%
Co-Humulone Composition 3.3%-6.1%
Myrcene 66.7%
Humulene 11.6%

Insomma, una varietà che merita di essere riscoperta dai birrai e dai coltivatori di luppolo italiani!

Tweet


Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!