Numero 44/2020

26 Ottobre 2020

Austria, il Partito della Birra mette pressione ai politicanti di professione

Austria, il Partito della Birra mette pressione ai politicanti di professione

Tweet


Alle elezioni comunali e regionali di Vienna, domenica scorsa, il 2% degli elettori ha votato a sorpresa per il Partito della birra (Bierpartei, BIER). Sono state ben 13mila le preferenze per questa piccola formazione politica e satirica creata nel 2015 da Marco Pogo, un rocker viennese che di professione fa anche il medico.

Eppure, dietro ai principali obiettivi dichiarati dal Bierpartei – come l’installazione di un’enorme fontana di birra nella capitale austriaca oppure la distribuzione di 50 litri di birra per abitante – si cela una critica molto tranchant alla società austriaca di oggi.

Una delle questioni aperte da Marco Pogo riguarda la politica di aiuti messa in atto dal governo del Cancelliere Kurz a sostegno del mondo della cultura. Mentre le grandi istituzioni, come l’Opera di Stato di Vienna, ricevono parecchi fondi pubblici, le piccole strutture stanno morendo nella morsa della pandemia.

 

Il Partito della Birra indica inoltre nel suo programma la volontà di dare il benvenuto a Vienna a tutte le birre del mondo. Una metafora per sottolineare il suo sostegno all’accoglienza dei rifugiati in Austria. Last, but not least, il sito web del partito termina in .eu e non in .at, a riprova della vocazione europeista del movimento.

Nonostante il Partito della birra non sia riuscito a superare la soglia del 5% richiesta per far entrare un rappresentante nel parlamento statale di Vienna, si può valutare quel 2% in prospettiva con i risultati delle altre formazioni “anti-sistema” di estrema sinistra.
Il Partito della Birra è comunque riuscito a conquistare altri 10 seggi nei vari quartieri viennesi. Ma il problema è che i suoi membri, ad oggi, sono solamente sei e per sopperire è stata lanciata una campagna di reclutamento.

Grazie al risultato elettorale, il partito potrà da ora beneficiare di finanziamenti pubblici (158mila euro, per essere precisi). Serviranno per organizzare un gigantesco festival della birra?

Tweet


Info autore

Redazione Giornale della Birra

La Redazione del Giornale della Birra, tra un boccale e l’altro, prepara gli articoli che vedete su queste pagine.
Inoltre, da’ spazio a tutti gli amici e visitatori del sito che ci inviano i loro contributi, indicandone gli autori. Contattaci se vuoi collaborare con noi!