Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
26 settembre 2014

I beershop in Italia

I beershop in Italia

Tag:, , ,

Partiamo dalla domanda più semplice ed ovvia: che cos’è un beershop? Probabilmente non troverete questa parola in un qualunque dizionario eppure negli ultimi 10 anni in Italia la nascita di queste particolari attività ha superato le cento unità.

Diciamo subito che un beershop è un esercizio commerciale, un negozio, in cui è possibile reperire birre artigianali ed industriali sia italiane che straniere solitamente non disponibili nella grande distribuzione.  In Italia esistono differenti tipi di beershop: ce ne sono alcuni che si dedicano interamente alla vendita di birre, altri che propongono anche vini e liquori oppure altri ancora, solitamente enoteche, che dedicano uno spazio apposito alla selezione di birre italiane artigianali. Ci sono poi gastronomie, salumerie o formaggerie che scelgono di proporre abbinamenti di qualità tra birra e cibo. Aumentano, infine, i bar, i pub o i ristoranti che danno la possibilità di acquistare le birre presenti nei loro frigoriferi per un consumo differito o da asporto. Sono generalmente localizzati nelle grandi città o nei capoluoghi di provincia e spesso contribuiscono alla diffusione ed alla promozione delle birre artigianali italiane organizzando serate di degustazione o incontri diretti con i produttori.

 

La vetrina del mitico “A tutta birra” di Milano.

Storicamente il primo beershop italiano è stato il milanese A tutta Birra di Flavia Nasini, pioniere nella selezione e nella vendita delle prime birre artigianali italiane e straniere, di articoli da collezionismo, di manuali per homebrewing e kit di produzione. Naturalmente Internet ha molto aiutato nella ricerca e nell’acquisto di materiali provenienti da tutto il mondo, ma il rapporto umano esercente-consumatore ed il racconto diretto della storia di un prodotto sono peculiarità impagabili della vendita al dettaglio.

Inizialmente il titolare di un beershop con esclusiva vendita di birra può sentirsi scoraggiato ed in difficoltà dovendo competere con supermercati e piccoli market  dove le birre industriali la fanno da padrone con prezzi incomparabili. Tuttavia è bene puntare sulla ricerca della qualità e di prodotti interessanti che al giorno d’oggi non mancano nel nostro Paese e che vale la pena far conoscere ai consumatori.

In Italia è Roma la città che ospita più beershop. In provincia di Cuneo segnaliamo il Giratempopub di Sant’Albano Stura, birreria con produzione di birra e bibite artigianali e vasta scelta di birre provenienti da tutto il mondo.

E’ possibile trovare tutti i beershop italiani su www.mondobirra.org

 

di Marianna Bottero e Lelio Bottero.

Accademia Italiana della Birra - Sapere per gustare!

Guida all’apertura di un microbirrificio – brewpub

di Lelio Bottero. Conviene fare la birra? La risposta è senz’altro si! A patto di sapere bene a cosa si va incontro! I manuali da me curati  non hanno certo la pretesa di essere un toccasana contro i mali e gli imprevisti imprenditoriali, ma vogliono proporsi come una base, sulla quale costruire il proprio spumeggiante futuro.

Clicca qui per saperne di più!

Marianna Bottero
Info autore

Marianna Bottero

Sono nata a Cuneo, nel dicembre 1991, ma attualmente vivo a Torino dove frequento il college Scrivere alla Scuola Holden.

La passione per la birra nasce in famiglia seguendo le orme del papà Lelio, esperto del settore. Dal 2013, per un anno, ho collaborato con il free press “La Mosca Bianca” curando, con pubblicazioni settimanali, la rubrica dedicata alla birra artigianale italiana. Nel marzo del 2014 ho iniziato la collaborazione con gustoSano, rivista mensile a tiratura nazionale, per la quale curo lo spazio riguardante la birra artigianale italiana. Dal 2015 seguo, insieme a Lelio, la sezione “mastri birrai” del Birre Magazine sul portale online di Pam Panorama, occupandomi di birra artigianale e industriale.
Dal 2011 al 2014 ho collaborato alla gestione del locale di famiglia: il Giratempopub, birreria con produzione propria.

Il mio primo amore è stata la Guinness a cui, adesso, affianco le IPA e le APA, meglio se extra-luppolate; ma sono tanti gli stili che mi conquistano.
Ho partecipato, fin dagli arbori, alla redazione di Enciclopedia e Giornale della Birra con l’obiettivo di diffondere la cultura del buon bere, utile a scegliere con cosa riempire il bicchiere “mezzo pieno”.

Sono, inoltre, appassionata di fotografia e mezzi fotografici e di scrittura, principalmente racconti. Considero irrinunciabili la musica, l’arte, il cibo e la curiosità, fonti continue di ispirazione e di ricerca. Maggiori informazioni su di me: www.mariannabottero.it

Visita anche il sito del: Giratempopub