Numero 42/2022

19 Ottobre 2022

Birrificio Curtense: una birra per la Locomotiva di Brescia

Birrificio Curtense: una birra per la Locomotiva di Brescia

Condividi, stampa o traduci: X

 

Storia di un forte legame con il proprio territorio: da una parte un affermato birrificio e dall’altra la città di Brescia e i suoi tesori.

Il castello di Brescia, uno dei principali simboli della città, tra le sue mura racchiude pezzi di storia.

Uno di questi è la Locomotiva “Numero 1”, cavallo a vapore che iniziò il suo servizio lungo la linea Brescia-Iseo-Edolo nel 1907 e che restò attiva fino all’avvento del diesel nel 1960.

Salvata dalla fusione, ceduta per una lira al Club Federmodellistico Bresciano nel 1961, fu portata in castello con una grande festa popolare il 17 settembre di quell’anno, e da allora da lì non si è mai mossa, tanto che l’area in cui è stata ubicata sul bastione di San Faustino, oggi è più nota come piazzale della Locomotiva.

La locomotiva ha ora bisogno di essere restaurata a causa dell’azione della ruggine che ne sta compromettendo l’integrità.

L’associazione Palcogiovani, ormai attiva da più di 30 anni sul territorio bresciano, ha lanciato una campagna per raccogliere fondi da destinare al restauro della Numero 1; l’obiettivo prefissato è di raccogliere almeno centomila euro.

Varie attività e testimonial del territorio si sono mossi a favore della campagna di sensibilizzazione.

Uno di questi è il birrificio Curtense di Passirano, provincia di Brescia.

Curtense nasce nel 2011, dopo anni di passione coltivata fin dal 1998.

I birrai Christian e Matteo prediligono materie prime locali, utilizzano l’acqua della sorgente di Monterotondo e ingredienti agricoli bresciani; alcuni li producono direttamente.

Curtense propone un’ampia gamma di birre, alcune delle quali multipremiate, oltre ad amari e gelatine di birra.

Amano lanciarsi in nuove sfide, come far riposare le birre in miniera o creare birre ad hoc per eventi speciali.

E’ appunto il caso della raccolta fondi per il restauro della Locomotiva.

Il birrificio ha deciso di partecipare attraverso la vendita di una birra creata appositamente per l’occasione; parte del ricavato sarà appunto destinato al recupero della Numero 1.

Sabato 15 ottobre presso la propria taproom, Curtense ha presentato “La Locomotiva”, la birra creata appunto per sostenere la raccolta fondi sopra citata.

 

Una nuova birra a base Marzen che deve la sua unicità a un ingrediente caratterizzante
quanto insolito: i carboni vegetali. Probabilmente l’unica al mondo.

Ingrediente che richiama il carbone fossile, fonte di nutrimento per la storica Locomotiva bresciana.

Versandola senza agitare si troverà il gusto della tradizione birraia tedesca.
Presentandosi di colore rame scuro, limpida con una schiuma dai toni nocciola, cremosa e con buona persistenza, la birra è coronata da un perlage fine.
Al naso emergono note maltate e di caramello oltre ad un ricordo di fichi
o prugne, tipiche dello stile. Le note erbacee del luppolo lasciano in bocca un finale leggermente amaro.

Versandola dopo averla agitata (giusto un poco) si scoprirà un mondo nuovo di sapori, profumi e sensazioni,
derivati dai carboni vegetali al suo interno. E come per magia la birra si colorerà da rossa a nera.

Assolutamente da provare sia per l’originalità, sia per sostenere con i proventi della vendita il recupero della Locomotiva storica di Brescia.

Per approfondire la storia della locomotiva potete cliccare qui https://www.cfb-brescia.org/?page_id=17

Pezzi di storia della città e della sua provincia si possono anche ascoltare e vedere consultando la pagina locomotivabs.it, la stessa dalla quale si può fare una donazione.

Testimonial d’eccezione Charlie Cinelli, Roberto Capo, Iginio Massari e Fabio Volo e tanti altri.

 

Condividi, stampa o traduci: X

Valentina Pé
Info autore

Valentina Pé

La birra è donna. Sono una homebrewer bresciana con una passione particolare per le Blanche e le Hefe Weizen.
Ho partecipato a vari corsi di degustazione, tra cui il corso di Primo Livello Unionbirrai. Sono iscritta all’associazione Donne della Birra.
Condivido, inoltre, le mie esperienze nel mondo birraio sul profilo Instagram Beergirlfrombrixia.