Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
16 Marzo, 2019

BERSERKER: ultimo capitolo!

BERSERKER: ultimo capitolo!

La battaglia era terminata. Okir aveva vinto. Lui ed i suoi Berserker si erano dimostrati determinanti! La civiltà vichinga era sopravvissuta! Aveva affrontato il Demone della sconfitta e, degli dell’appellativo di Figli di Odino, i guerrieri si erano destati dal loro torpore. Vivere di razzie, scorribande ed omicidi ai danni di semplici agricoltori, pastori e… Continua a leggere

9 Marzo, 2019

BERSERKER: Capitolo 54

BERSERKER: Capitolo 54

La battaglia infuriò nuovamente. Okir correva giù dal pendio a perdifiato. Con lui i suoi cinquecento guerriero. Il viso contratto. Un ghigno sardonico comparve sul suo volto. La mascella e la mandibola che sembravano disarticolate, a furia di essere contratte. I denti che strisciavano gli uni sugli altri. Lo stridio che producevano avrebbe fatto rabbrividire… Continua a leggere

2 Marzo, 2019

BERSERKER: Capitolo 53

BERSERKER: Capitolo 53

La battaglia continuava a mietere vittime. Il divario numerico tra i due eserciti era fin troppo palese. I vichinghi cadevano come mosche. «Okiiiirrrr!!!» «Voglio combattere anch…» Okir non terminò l’ennesima frase scocciata, di disappunto nei confronti del compagno d’arme. TWEEEEEEEEEEEEEEE!!!! Il vichingo, allungando l’orecchio, sorrise. Il ghigno che era comparso sul volto del Conte, si… Continua a leggere

23 Febbraio, 2019

BERSERKER: Capitolo 52

BERSERKER: Capitolo 52

La battaglia era iniziata. Infuriava già da alcuni minuti. Il cozzare delle lame, i tonfi rimbombi delle armi sugli elmi e sugli scudi. Thor stesso, sembrava partecipare, inviando tuoni dal cielo. Già, perché pure il cielo, come se gli Dei stessi stessero comunicando al proprio popolo Eletto la loro partecipazione allo scontro finale. Il cielo… Continua a leggere

16 Febbraio, 2019

BERSERKER: Capitolo 51!

BERSERKER: Capitolo 51!

I nemici erano lì… Pronti per invadere la capitale Norrena. L’esercito dei vichinghi era schierato. Uomini alti, forzuti e coraggiosi. Ed anche le donne, slanciate, bardate con pelli ed armature rudimentali, pronte anche loro a dare la vita. Da guerriere… Non da fanciulle inermi. Guerriere valide tanto quanto i loro mariti, i loro figli, i… Continua a leggere

9 Febbraio, 2019

BERSERKER: Capitolo 50

BERSERKER: Capitolo 50

La capitale del Regno Norreno era poco più che un villaggio fortificato. Contrariamente a quanto avveniva nelle grandi Capitali d’Europa, l’organizzazione sociale e l’asprezza delle terre Vichinghe non si prestava alla costruzione di grandi insediamenti. Le terre dei Norreni erano brulle, poco fertili e caratterizzate da scoscesi pendii e da scogliere altissime a picco sul… Continua a leggere

2 Febbraio, 2019

BERSERKER: Capitolo 49

BERSERKER: Capitolo 49

Come previsto, il vecchio non superò la notte. Sasha pianse lacrime amare per tutta la notte. Okir non sapeva che cosa fare… avrebbe voluto consolarla, stringerla, abbracciarla e darle un bacio sulla fronte. Ma poteva osare ciò? Già in passato, con lei, non aveva mai approfittato della sua condizione di padrone, mosso da una fascinazione… Continua a leggere

26 Gennaio, 2019

BERSERKER: Capitolo 48

BERSERKER: Capitolo 48

Erano trascorsi tre giorni, da quando Okir, i suoi servi ed il messo erano partiti alla volta della capitale. Il vecchio, lo sciamano che aveva inventato il tonico, appariva sempre più lento, stanco. Okir lo aveva percepito. Ed anche la bella serva lo sapeva. Stava sempre lì, a sorreggerlo, a porgergli acqua e a proporre… Continua a leggere

19 Gennaio, 2019

BERSERKER: Capitolo 47

BERSERKER: Capitolo 47

Nella casupola di Okir, il messo stava bevendo dell’acqua e mangiando un tozzo di pane raffermo. «Bene, amico… Ora che ti sei sincerato del fatto che chi ti ha salvato la vita sia anche la persona che andavi cercando, che ne diresti di riferirmi il messaggio per il quale sei stato inviato?» «Certo, Okir. Il… Continua a leggere

12 Gennaio, 2019

BERSERKER: Capitolo 46

BERSERKER: Capitolo 46

Con fare scocciato, Okir afferrò il corpo esangue del nemico e, con una semplicità quasi disarmante, si caricò sulle spalle il cadavere dell’aggressore. Incurante delle conseguenze legali, non ultima l’eventuale condanna alla pena di morte per omicidio, lanciò il cadavere a fianco di quelli dei suoi compari. Rientrò nella propria dimora. Si sedette su di… Continua a leggere