Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
23 settembre 2015

BiDiBa: la Baviera in Italia

BiDiBa: la Baviera in Italia

Tag:, , ,

BiDiBa, acronimo di Birra di Baviera, è una società con soci italiano e bavarese che si occupa di importare in Italia birra della Baviera. La sede del magazzino è a Borgo a Mozzano in provincia di Lucca e vende prodotti sia all’ingrosso che al dettaglio.

Come ci ha raccontato uno dei soci fondatori e Direttore Commerciale, Claudio Vichi, la scelta di puntare esclusivamente su birre bavaresi è una precisa mission dell’azienda che preferisce eccellere su un particolare ramo del mercato birrario invece che spaziare su prodotti di origine differente.

Il portafoglio birrario dell’azienda conta ben cinque differenti birrifici, rigorosamente bavaresi e che rispettano l’antica tradizione brassicola di questa regione. I birrifici sono stati accuratamente selezionati dal socio fondatore tedesco Gerhard Hyna, vero esperto di birra e cultore del Reinheitsgebot, il celebre editto di purezza. I birrifici selezionati sono Gutmann, Nordbräu, Kuchlbauer, Lammsbräu e Hofmül con la famosa doppelbock Alligator di 7.5% alc. dal gusto piuttosto dolce che deriva dalla quasi assenza di luppolo.

.

.

Del birrificio Nordbräu di Ingolstadt ricordiamo Anno Domini, una festbier con 5,6% gradi alcolici, molto amabile e con un buon corpo rotondo dal bel colore dorato, e la Eisbock che grazie al particolare metodo di birrificazione dove la parte di acqua viene eliminata, arriva ad avere ben 9.2 gradi alcolici, ma nonostante questo processo l’alcool risulta ben bilanciato con la dolcezza dei malti; ancora una volta l’amaro dei luppoli è praticamente impercettibile. Una delle birre più interessanti, a mio parere, invece è la Weizenbock di Gutmann: una birra di frumento che coniuga l’amabilità di una bock alla freschezza di una classica weizen bavarese. Unico difetto di questa birra è la limitata disponibilità durante l’arco dell’anno. Il sapore dei malti in tutte queste birre gioca un ruolo decisamente importante, infatti in tutti i prodotti importati da BiDiBa il luppolo è percettibile nella giusta dose come da tradizione bavarese.

.

.

Le birre commercializzate sono ovviamente tutte genuine e vengono prodotte con materie prime di altissima qualità e senza pastorizzazione. BiDiBa si adopera per garantire ai proprio clienti, e di conseguenza al consumatore finale, un prodotto sempre fresco che conservi le proprie caratteristiche organolettiche proprio come appena uscito dal birrificio. Il magazzino italiano dispone di un’ampia cella frigo sempre a temperatura costante dove le birre restano il minor tempo possibile. Una volta giunte in Toscana direttamente dalla Baviera, con tir adeguatamente refrigerati, vengono tempestivamente consegnate ai locali convenzionati.

Inoltre è cura dello staff di BiDiBa assicurarsi che il cliente abbia gli spazi e le attrezzature idonei per la conservazione e la distribuzione dei prodotti e che il personale che tratta le birre abbia una giusta formazione affinché venga diffusa la cultura birraria a tutti gli amanti di questi nobili prodotti.

 

Maggiori informazioni sul sito aziendale www.bidiba.net

Foto attinte dal sito www.bidiba.net

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!