Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 21/2016

28 maggio 2016

David Teniers il Giovane: pittore di birra

David Teniers il Giovane: pittore di birra


 

La birra nella storia europea è la bevanda del popolo. Proprio grazie a questa sua onnipresenza nella vita quotidiana, è stata al centro delle rappresentazioni di numerose opere di artisti che hanno messo al centro delle proprie rappresentazioni i momenti più intimi e comuni della cultura popolare, tanto che le opere stesse sono state classificate come “pittura di genere”. Molte volte la birra è apparsa, quasi come conseguenza obbligata, nei quadri  afferenti a tale stile artistico.

Seppur meno famoso di altri artisti coevi, David Teniers, detto il Giovane, è stato un grande pittore fiammingo. Nato ad Anversa nel 1610 ha prodotto numerose opere pittoriche dedicate a scene rustiche, di taverna, di stregoneria, feste paesane, laboratori di alchimisti e interni di galleria.

.

teniers2

.

Il suo periodo più fertile fu quello che va dal 1633 al 1640, nel quale dipinse alcune delle sue opere più riuscite, in cui la caratterizzazione dei tipi umani raggiunge una elevata acutezza, così come la vena umoristica e grottesca.

Elementi che si possono ritrovare nella scena di taverna, in cui si nota rappresentata in forma quasi caricaturale, una figura di spicco, al centro dell’attenzione degli avventori, non a caso impegnato a tracannare forsennatamente un   grande boccale di birra.

.

teniers1

.

 

Dello stesso autore è un secondo quadro, sempre ispirato alla medesima situazione, in cui però vanno in scena le figure dei classici beoni d’osteria, abbandonati ai piaceri della birra, bevuta come evidente anche in eccesso, dell’alcol e del gioco d’azzardo.

.

teniers

.

Due scorci di una società lontana temporalmente dall’attualità, ma nei quali troviamo ancora elementi comuni con la nostra società, in alcuni casi non così esaltanti, ma dove la birra emerge come bevanda della convivialità e dell’allegria.

 

Massimo Prandi
Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!