Massimo Prandi

Massimo Prandi

Autore di Giornale della Birra - Info, Contatti e articoli!

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!

Contatta Massimo Prandi

    Puoi contattare l’autore tramite Giornale della Birra compilando questo modulo. È richiesto il nome e un indirizzo email valido. L’eventuale risposta verrà inviata direttamente al tuo indirizzo email.

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Con l'invio del messaggio acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs 196/03 e secondo l'informativa del sito web.
    Informazioni sull'utilizzo dei dati personali (link)

    Quiz: da quante lettere è composta la seguente parola?

    Sfoglia i contributi di Massimo Prandi

    23 Settembre, 2021

    Sogni di diventare Mastro birraio? A Torino riparte il corso biennale dell’ITS Piemonte!

    Sogni di diventare Mastro birraio? A Torino riparte il corso biennale dell’ITS Piemonte!

    Trasformare la passione per la birra in una vera e propria professione è un sogno di molti beerlovers: il settore ha conosciuto una importante crescita nell’ultimo decennio, sia per volumi che per addetti impiegati, e le opportunità di specializzazione lavorativa rappresentano ancora una grande ambizione. Avvicinarsi al mondo della birra a livello professionale richiede, oggi… Continua a leggere

    22 Settembre, 2021

    Bàgolo: il birrificio che fa bene!

    Bàgolo: il birrificio che fa bene!

    La birra artigianale, causa anche l’ondata emotiva conseguente alla pandemia da Covid-19, assume sempre più forme legate ad iniziative benefiche e solidali. Sono molti gli esempi, infatti, di produzioni one-shot dedicate al sostegno di persone in difficoltà o di cause sociali, oppure a sostegno di associazioni no profit. Più rari, invece, nel panorama nazionale i… Continua a leggere

    20 Settembre, 2021

    Macchine ed impianti della birra: il tino di bollitura

    Macchine ed impianti della birra: il tino di bollitura

    Il mosto separato dalle trebbie, passa nella caldaia di cottura dove subisce la bollitura e l’aggiunta di luppolo. La bollitura del mosto può oscillare dai 60 fino 90 minuti, a seconda del tipo di sistema di ebollizione adottato. Durante l’ebollizione del mosto avvengono importanti reazioni indispensabili per l’ottenimento di una buona birra, tali fenomeni sono:… Continua a leggere

    17 Settembre, 2021

    Newport: il giovane americano

    Newport: il giovane americano
    Tag:

    Nuovo luppolo ricco di alfa acidi sviluppato dall’USDA. L’aroma complessivo è delicato, ma utilizzato per il dry hopping può essere pungente e resinoso.   Anche se ancora poco diffuso per l’impiego, anche a causa della limitata superficie coltivata, grazie alla alta produttività in campo ed alle buone caratteristiche agronomiche, sembra essere una cultivar potenzialmente in… Continua a leggere

    13 Settembre, 2021

    Macchine ed impianti della birra: tino di filtrazione

    Macchine ed impianti della birra: tino di filtrazione

    Al termine della fase di ammostatura segue la filtrazione della miscela, ovvero la separazione del mosto dalle trebbie. Questo processo di separazione si compone di due fasi: filtrazione del primo mosto per separare le trebbie dalla miscela e lavaggio delle trebbie con acqua calda per estrarre le sostanze zuccherine in esse ancora presenti. I macchinari… Continua a leggere

    6 Settembre, 2021

    Sequestrata la birra al cioccolato di Modica

    Sequestrata  la birra al cioccolato di Modica

    Attenta operazione, denominata “Origine”, condotta dai Reparti del Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare, nel settore dei marchi di qualità a Denominazione Di Origine e Indicazioni Geografiche Protette (Dop e Igp). In Sicilia, come si apprende dal Comunicato Stampa diffuso dal Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare, l’operazione ha avuto il precipuo scopo di “proteggere… Continua a leggere

    6 Settembre, 2021

    Macchine ed impianti della birra: la sala cotta

    Macchine ed impianti della birra: la sala cotta

    La fase successiva alla macinazione del cereale è l’ammostatura, ovvero la formazione del mosto mediante la miscelazione della farina di malto ed altri cereali con acqua. Questa trasformazione avviene nel vero e proprio cuore pulsante del birrificio, la cosiddetta sala cotta. Il processo richiede l’applicazione di temperature diverse, comprese fra i 35 e 78 °C,… Continua a leggere

    30 Agosto, 2021

    Macchine ed impianti della birra: mulini per il malto

    Macchine ed impianti della birra: mulini per il malto

    I mulini per malto, detti anche frantoi o schiacciatrici,  sono macchine che hanno lo scopo di frantumare finemente i chicchi di malto senza danneggiare le parti esterne del grano. Il design della macchina deve garantisce una buona frantumazione dell’endosperma del seme, senza distruggere i granuli di malto e preservando più possibile l’integrità della crusca dei… Continua a leggere

    27 Agosto, 2021

    Premiant: il luppolo ceco delicato

    Premiant: il luppolo ceco delicato

    Ottenuto nella Repubblica Ceca da progenie selezionate di Saaz, ha una percentuale maggiore di alfa acidi. Il profilo aromatico è pulito, floreale e leggermente agrumato. Nelle prove i degustatori hanno ritenuto l’amaro particolarmente delicato e rotondo. A livello di coltivazione è piuttosto rustico, con media sensibilità alle crittogame. Si sviluppa bene nei climi continentali, non… Continua a leggere