Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 21/2016

27 maggio 2016

Millennium Beer Tour a Stoccolma – Parte 2

Millennium Beer Tour a Stoccolma – Parte 2


 

Continua il nostro viaggio birrario per le vie di Stoccolma sulle tracce del romanzo Millennium: leggi le prime tappe del tour!

Tappa 3 – 1300 metri

Spostandoci a piedi sull’isola di Södermalm entriamo nel vivo del percorso dedicato alla trilogia Millennium. Passando per Södermalmstorgpotrete individuare in uno degli edifici in cemento e acciaio la sede della Milton Security, la società di sicurezza informatica guidata da DraganArmanskij, dove LisbethSalanderlavora, prima come segretaria e poi come apprezzata ed insostituibile tecnico informatico.

.

dsc_00201

.

Da qui, passando per la movimentatissima Götgatan, la più lunga strada di Stoccolma, potrete ammirare, all’incrocio con Hökensgata, la sede della rivista Millennium. In realtà il palazzo, oltre a numerosi uffici, ospita la sede di Greenpeace. Se proseguite su Hökensgata al numero 3 troverete OminipollosHatt, il locale ufficiale del super chiacchierato birrificio svedese Omnipollo. Locale essenziale, dove oltre ad una serie di gustosi panini, potrete trovare tutte le specialità dei ragazzi svedesi alla spina.

.

omnipollo

.

Selfie obbligatorio insieme ad una bicchiere della loro birra con la schiuma super compatta e dalla persistenza quasi immortale! Usciti da questo locale proseguite per Mosebacke: in questa piazza, alla fine del processo che la vedrà protagonista, Lisbeth e il suo avvocato Annika Giannini, sorella Mikeal, sorseggiano una birra al SödraTeatern per festeggiare la vittoria nel dibattimento penale. Da qui dirigetevi al numero 9 di Fiskargatan. Questo è il lussuoso appartamento di ventuno stanze che Lisbeth acquista con i soldi “guadagnati” alla fine del primo romanzo. La nostra eroina arrederà soltanto tre stanze con i mobili dell’Ikea e si godrà la suggestiva vista sull’isola diDjurgården durante il periodo di latitanza. Alla porta della casa troverete un cartello con scritto V. Kulla, che fa riferimento alla città di Pippi Calzelunghe Villekulla. Alcuni riportano che la bambina creata da AstridLindgren abbia ispirato Larsson nel creare LisbethSalander.

.

stappa3

.

Tappa 4 – 1100 metri

Da qui spostatevi aTjärhovsgatan 4, dove troverete il Kvarnen, il bar dove le EvilFingers, il gruppo heavy metal formato da amiche di Lisbeth, si esibiscono ogni martedì sera.S e la sete si fa sentire non preoccupatevi, perché potrete soddisfare tutte le vostre voglie in Repslagargatan 6 al mitico pub Oliver Twist. Locale piacevole e rilassante con ben venticinque spine a rotazione solitamente provenienti da Gran Bretagna, Stati Uniti e Svezia.

.

olivie

.

 

Tra le spine sempre disponibile una via dedicata al sidro e tre vie a pompa dedicate alle Real Ales inglesi. Se non vi soddisfano queste venticinque soluzioni, potrete scegliere tra una ricca carta di bottiglie provenienti dai principali paesi produttori di birra. Tra le numerose scelte troverete anche una referenza di Birra del Borgo. Interessante anche la proposta culinaria con gustosi piatti di carne, pesce ma anche un menù dedicato ai vegetariani.

.

stappa4

.

Tappa 5 – 3900 metri

Poco distante da Oliver Twist in SanktPaulsgatan 13 troverete la sinagoga tanto cara all’ispettore Bublanski, che dirige le indagini sul caso di Lisbeth. Invece al 78 di Hornsgatan troverete il MellqvistKaffèbar. In questo caffè Lisbeth chiederà a Mikael un prestito per un importante investimento, che le frutterà ben tre miliardi di dollari!

.

bart

.

 

Sempre in questo bar, la protagonista della trilogia vede il noto giornalista baciarsi appassionatamente con il suo capo Erika Berger. Stieg Larsson ha dichiarato di aver scritto ai tavoli di questo bar numerose pagine dei suoi romanzi, inoltre la sede della rivista per cui lavorava si trova ai piani superiori di questo stabile. In Lundagatan, nei pressi della chiesa di Högalids, troverete il primo appartamento di Lisbeth. In questa casa, la nostra protagonista è cresciuta insieme alla madre e alla sorella. Fuori da questa palazzina ha cercato di bruciare suo padre dopo che egli aveva aggredito sua madre per l’ennesima volta. Lisbeth abiterà in questo appartamentino, piccolo e caotico, condividendo notti di passione infuocata insieme all’amica Miriam Wu, finchè non acquisterà il lussuoso attico di Fiskargatan. In Tavastgatan28 si trova il ristorante SamirsGryta, frequentato dai redattori della rivista Millennium. Ne La Regina dei Castelli di Carta, questo locale sarà la scena di un efferato attentato ai danni di Mikael e dei suoi colleghi. L’ultima tappa del nostro Millennium Tour ci porta all’abitazione di Blomqvist che si trova in Bellmansgatan 1: è un lussuoso palazzo con vista sul canaleRiddarfjärden e su Gamla Stan. Per finire alla grande la nostra passeggiata dirigiamoci in Hornsgatan 18.

.

akkurat

.

Qui troverete il ristorante Akkurat, il tempio per gli amanti della birra a Stoccolma. Da anni questo ristorante ha il migliore e massimo rating sul sito ratebeer, ed è sinonimo di qualità sia per la cucina che per la birra. Alla spina potrete trovare specialità dalla Franconia e dal Belgio, linee dedicate a Cantillon, alle Real Ales inglesi, alle specialità svedesi; mentre in bottiglia oltre ai classici c’è una fantastica carta dedicata a bottiglie d’annata e ad edizioni limitate. Insomma roba da perderci la testa! Anche il cibo non vi deluderà con gustosi piatti intriganti impiattati con cura ed eleganza dalla brigata in cucina! Skål!

.

stappa5

.

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!