Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 10/2019

4 Marzo 2019

A rischio BeeRiver! #SalviamolaLeopolda

A rischio BeeRiver! #SalviamolaLeopolda

Tweet


BeeRiver, ormai da qualche anno, si è confermata come punto di ritrovo di appassionati del mondo della birra, non solo a Pisa, città sede della manifestazione, ma anche in tutta la Toscana richiamando tantissimi visitatori attratti non soltanto dalla sempre interessante pattuglia di birrifici presenti, ma anche dagli stand dedicati al food gourmet e per il contest fotografico, che negli ultimi anni ha avuto sempre maggior successo.

È notizia di qualche giorno che la manifestazione è a forte rischio, nonostante la fase organizzativa sia già in fase avanzatissima, perché la nuova amministrazione del Comune di Pisa ha deciso di trasformare la Leopolda, sede della kermesse, in un mercato qualora non venisse saldato entro il quindici marzo 2019 il debito relativo al canone concessorio relativo al 2018 che ammonta a 103.594,13€. Tale debito è dovuto al mancato stanziamento del contributo comunale del 2013, che ha determinato un ritardo di un anno nel pagamento dei successivi affitti (il canone 2013 fu saldato con il contributo 2014 e un pagamento a differenza, il canone 2014 con il contributo 2015 e così via).

 

.

.

 

 

Pertanto per scongiurare il cambio di destinazione e saldare il debito in tempi utili si è deciso di avviare una campagna di crowdfounding. Il Sindaco Revisore della Leopolda Massimo Bianchi garantirà la correttezza formale delle operazioni di raccolta e gestione del denaro. Se nel malaugurato caso la cifra raggiunta non fosse raggiunta il denaro raccolto sarà utilizzato per sostenere progetti di solidarietà sociale da valutare in sede assembleare.

Conclusa la raccolta fondi e saldato il canone concessorio 2018 le associazioni chiederanno al Comune di Pisa di promuovere un percorso di riprogettazione della Leopolda costruendo con la cittadinanza e le sue espressioni organizzate un nuovo quadro progettuale ed economico che possa consentire di mantenere l’attuale vocazione della struttura.

 

.

.

 

In caso vogliate donare, l’organizzazione di BeeRiver propone:

  • donazione 10€: sei gettoni oppure un calice e quattro gettoni
  • donazione 20€: sei gettoni e una degustazione guidata birra e cibo oppure un calice, quattro gettoni e una degustazione guidata birra e cibo
  • donazione 30€: due calici, quattro gettoni, due degustazioni guidate birra e cibo e due sottobicchieri BeeRiver
  • donazione 50€: due calici, sei gettoni, due degustazioni guidate birra e cibo,due t-shirt e due sottobicchieri BeeRiver
  • donazione 100€: due calici, dieci gettoni, due degustazioni guidate birra e cibo, due t-shirt, due sottobicchieri BeeRiver e sei bottiglie di birra artigianali a scelta.

La manifestazione si terrà dal 10 al 12 maggio e per ritirare i pacchetti è sufficiente presentare la ricevuta della donazione all’ingresso. Maggiori informazioni sul sito www.leopolda.it e alla mail info@leopolda.it .

Tweet


Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!