Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 06/2018

7 febbraio 2018

Birra ad alta quota in Valsassina

Birra ad alta quota in Valsassina

Tweet


Il 24 e 25 febbraio 2018, presso il Rifugio Nicola ai Piani di Artavaggio, torna la prima winter session di BirrAlp con protagoniste le birre del Birrificio Italiano.

Si tratta di un format creato nel 2012 per unire due passioni: quella per la montagna e quella per la birra artigianale. Da allora si ripetono due edizioni invernali ogni anno, sempre attese dagli appassionati. Il fascino di degustare una birra artigianale a 1900 metri di altezza, con vista in primo piano del Resegone, Grigne e Zuccone Campelli, è qualcosa da provare almeno una volta nella vita.

 

.

.

 

Il Rifugio Nicola si trova in Valsassina, comodamente raggiungibile in poco più di un’ora da Milano. Si raggiunge con un breve tragitto in funivia da Moggio (LC) e poi una passeggiata di circa 40 minuti. In alternativa, esiste un sentiero che conduce direttamente dai Moggio al Rifugio Nicola in circa 2h30.

Birrificio Italiano è uno dei pionieri della scena artigianale italiana. Fondato nel 1994 e aperto al pubblico nel 1996 come brewpub, primo microbirrificio in Lombardia, è diventato nel tempo, grazie alla costanza delle sue produzioni, uno dei nomi più noti del panorama nazionale, sia entro i confini della Penisola che all’estero. Agostino Arioli, il mastro birraio e fondatore, è legato alla produzione birraria da una passione viscerale nata nella prima infanzia ed ha perseguito in maniera quasi subliminale il sogno dei luppoli nel corso di tutta la sua formazione.

 

.

.

 

Ricco il programma che prevede sia il sabato che la domenica degustazione libera delle birre e dei piatti tipici; il momento clou della due giorni sarà dalle 19 e 30 di sabato quando inizierà l’aperitivo e a seguire la cena con degustazione guidata con abbinamento di piatti tipici alle birre del Birrificio Italiano. Il menù prevede, dopo l’aperitivo, polenta taragna, involtini di verza con carne, verdure e riso e per finire strudel. Per coloro i quali parteciperanno alla cena è caldamente consigliato di pernottare al rifugio per godersi al meglio le delizie della cena: il costo complessivo è di 70€ a persona.

Tra le referenze in assaggio potrete trovare: la pluripremiata Tipopils, B.I. Weizen l’interpretazione del birrificio di un classico bavarese, il potente malt liquor SparrowPit, Bibocke Amber Shock le due bock della casa, la India pale ale Asteroid ed infine Inclusio Ultima: etichetta del progetto Klanbarrique dedicato alle sperimentazioni più audaci.

Tweet

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!