Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 36/2018

6 Settembre 2018

Una marea di persone al Carrara Bier Fest

Una marea di persone al Carrara Bier Fest

Tweet


Dopo il grande successo della serata inaugurale del Carrara Bier Fest, con migliaia di persone che hanno assistito all’apertura della prima botte di birra da parte delle autorità cittadine, continua la kermesse dedicata al pluridecennale gemellaggio tra le città di Ingolstadt e Carrara.

La festa della birra si conferma importante volano per l’economia dell’alta Versilia tenendo sempre un occhio di riguardo al tessuto sociale: in questa parte finale della festa  si sono svolte, e si svolgeranno, le tradizionali attività dedicate al territorio carrarese. La scorsa domenica mattina, nel paese di Colonnata, nella suggestiva cornice di piazza Palestro, è andato in scena lo scambio eno-gastronomico tra i prodotti tipici locali e i salumi e formaggi bavaresi.

 

.

.

 

Grazie alla collaborazione dello Chef Alessio Lucchetti del ristorante Venanzio, presente anche sulla guida Osterie d’Italia di Slow Food, si è potuto degustare i panini col lardo di Colonnata IGP preparati dal ristorante, e bretzel con speck e formaggio bavarese accompagnati dai vini locali e ovviamente dalla birra di Ingolstadt Nordbräu . La mattinata è proseguita con la delegazione bavarese che si è recata in visita al monumento di marmo bianco dedicato al Cavatore prima di assistere alla Santa Messa nella chiesa di San Bartolomeo.

Durante il pomeriggio di giovedì 6 settembre verrà offerta una merenda speciale per gli ospiti della casa di riposo cittadina Regina Elena. L’orchestrina Schanzer allieterà gli ospiti con i balli e i canti tipici bavaresi in attesa di aprire la botticella di birra e di gustare i piatti tipici del sud della Germania.

 

.

.

 

Carrara Bier Fest continua fino a sabato 8 settembre e fino ad allora sarà possibile degustare gli ottimi stinchi e i wurstel bavaresi o il tipico obatzer, una gustosa crema di formaggi tedeschi e molte altre leccornie. Ovviamente non mancherà la birra: il birrificio Nordbräu di Ingolstadt ha provveduto a spedire una nuovo lotto di birre per garantirne la freschezza. Come al solito saranno tre le referenze presenti: Nordbräu Hell, birra dorata in perfetto stile Monaco chiaro da 4.9 gradi alcolici. Il luppolo è solamente marginale, ma le note maltate delicatamente mielose e il finale piacevolmente secco che invita a berne in maniera smisurata la rendono decisamente accattivante. La Dunkel invece è una birra scura di 5 gradi alcolici che evidenzia aromi di crosta di pane tostata e leggerissimi sentori di caramello e frutta secca. In bocca ritroviamo le sensazioni nasali che restano piacevolmente in bocca a lungo. L’amaro percepito è lievissimo ed è conferito soprattutto dai malti tostati. La terza birra presente è la Weizen: referenza dove ovviamente il grano è il cereale di riferimento. Si presenta torbida per i lieviti in sospensione come vuole la tradizione e con cappello di schiuma compatta e pannosa. Al naso è fortemente caratterizzata dai sentori di chiodo di garofano e da leggere note fruttate di  banana matura, in bocca si confermano le sensazioni nasali. L’elevata carbonazione, il leggerissimo carattere acidulo e il finale secco ed asciutto la rendono fortemente dissetante e perfetta  per queste calde giornate di inizio settembre.

Tweet

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!