Numero 40/2019

30 Settembre 2019

Una Nuova Birra per Lineaguida: il 3 ottobre arriva Mildred!

Una Nuova Birra per Lineaguida: il 3 ottobre arriva Mildred!

Tweet


Verrà lanciata il 3 ottobre l’ultima birra nata in casa Lineaguida. Si tratta di una Mild dal nome “Mildred”.

“Mildred tributo alle Mild, birre inglesi caratterizzate dalle note maltate, che grazie al CAMRA (associazione britannica dei consumatori di birra) sono nuovamente presenti nei pub del Regno Unito e non solo. Con Mildred abbiamo voluto dare spazio alla morbidezza, alla rotondità e alla facilità di bevuta caratteristica dello stile Mild”, così spiegano la scelta della nuova birra (e del nome) i publican che stanno dietro questo progetto.

.

.

 

 

Le birre nascono da un processo di ascolto: i locali presenti nel progetto sono parte attiva in quanto chiamati di volta in volta a tradurre i loro desideri e quelli dei propri clienti selezionando lo stile di riferimento della birra da produrre, le particolarità organolettiche che il prodotto deve sviluppare e tutto ciò che concerne la comunicazione del prodotto (tema grafico, nome della birra, materiale da sviluppare, eventi a cui partecipare, etc).

Lineaguida è infatti un progetto di collaborazione tra locali milanesi che ricercano costantemente la qualità e l’artigianalità nelle differenti tipologie di birre che producono.

Una realtà composta ad oggi da 9 locali, che esprimono differenti tipologie di offerta al consumatore, ma che in comune hanno il concetto di ricerca della qualità (nei prodotti e nel servizio) e la divulgazione del tema “birra”. Distribuiti su tutto il territorio milanese, 10 gradi nord, Al Coccio, B Locale, Hopduvel, John Barleycorn, Meneghino, PianoB, Rob de Matt e Triple formano LineaGuida.

“Tutti gli stili li scegliamo in una riunione dei pub. In questo momento ce ne sono nove
nel progetto Lineaguida, ma partecipano in otto, come pub, Io ovviamente mi astengo”, dichiara Riccardo Berenato, numero uno di Triple e della beer firm Brewberry al Giornale della Birra.

“Lineaguida infatti è un progetto nel quale i publican dei locali parlano molto con i clienti
cercando di capire i loro gusti”, spiega ancora Riccardo, che sottolinea come nell’ambito
del progetto Lineaguida la scelta della tipologia di birra parte con l’idea del gusto e non invece dallo stile. “Una volta trovata l’idea Brewberry fa la ricetta e il Birrificio Rurale la produce e compra le materie prime. Si va a prendere il top”.

“Ci sarà anche la birra di Natale, l’anno scorso è stata una Scotch Ale. L’obiettivo di Lineaguida infatti è quello di fare una birra ogni due mesi. Con il progetto Lineaguida vogliamo tenere alta l’attenzione sul cliente. Nel progetto ci sono nove locali differenti che si trovano un po’ dappertutto a Milano con clientela differente. Cerchiamo anche di andare oltre quel mondo del 4% di appassionati di birra artigianale”, conclude Riccardo.

 

.

.

 

 

Le birre del progetto sono sviluppate dal Birrificio Rurale (realtà dalla decennale esperienza, guidata da Lorenzo Guarino, riconosciuto per la sua qualità e costanza produttiva) e appunto da Brewberry (giovane beerfirm, capitanata da Riccardo Berenato, che vanta diverse collaborazioni con birrifici importanti del panorama brassicolo italiano) seguendo i concetti di centralità del prodotto, ricerca e innovazione tanto nella selezione delle materie prime quanto nei processi produttivi.

Le altre birre prodotte da Lineaguida sono: Sissi Pissy – Vienna Lager, Hellessedì – Helles, Wille – ScotchAle, Audrey – Hoppy Blonde, Gloria – Session IPL.

Tweet


Marco Fusi
Info autore

Marco Fusi

Giornalista finanziario per professione e amante della birra – di qualità – per passione. Grazie ad una cara amica sommelier qualche anno fa ho scoperto il mondo delle birre artigianali e da allora è stato un crescendo.

Ho frequentato i corsi di degustazione organizzati dal network Fermento Birra, superando con successo l’esame finale; ho anche partecipato ad un corso di un giorno sull’Home Brewing di MOBI e spero, quando avrò un po’ piu’ di tempo libero, di iniziare la produzione a casa, nel frattempo degusto birre a Milano e provincia e vado alla ricerca dei migliori festival e appuntamenti birrari lungo tutta la penisola (lavoro permettendo) sia per scoprire le ultime novità e sia per conoscere la storia e le persone che si celano dietro ogni birrificio.

Mi piace confrontarmi sulle birre che bevo – per questo cerco di partecipare a degustazioni guidate e non – e prima o poi, chissà, tenterò l’esame BJCP… seguitemi e che il luppolo sia con voi!