Numero 25/2021

26 Giugno 2021

Dall’Egitto: la centenaria Al Ahram Beverages Company

Dall’Egitto: la centenaria Al Ahram Beverages Company

Tweet


Tratto da La birra nel mondo, Volume I, di Antonio Mennella-Meligrana Editore

Al Ahram

(Al Ahram Beverages Company) Obour/Egitto

Il principale produttore di birra del Paese, più comunemente noto con l’acronimo ABC. Nacque a Giza, col nome di Corona Brewery Company, nel 1897 su iniziativa belga. Alcuni suoi prodotti infatti recano il marchio Stella, con riferimento alla Stella Artois. Successivamente la fabbrica fu trasferita a Obour.

.

.

Nel corso del secondo conflitto mondiale, la massiccia presenza di truppe straniere in Egitto portò a un’enorme espansione dell’azienda. Poi, nel 1963, con la nazionalizzazione operata durante il mandato del secondo presidente egiziano Gamal Abd el-Nasser, dovette fondersi con l’altra fabbrica sopravvissuta.

Privatizzata nel 1997, prese il nome attuale e fu acquistata dall’imprenditore egiziano Ahmed Zayyat. Infine, nel 2002, fu rilevata, per 280 milioni di dollari, dalla Heineken, con la quale aveva iniziato la cooperazione tecnica fin dal 1946.

Oltre a marchi di birra locali, Al Ahram produce malto, bibite, vino e altre bevande alcoliche; e, proprio con l’alcol, detiene nel mercato nazionale, una posizione di monopolio.

.

.

Birell, lager analcolica di colore biondo dorato; effervescenza bassa; schiuma sottile di medie dimensioni e buona allacciatura; aroma dolce, di malto, mais e pane; corpo leggero e liscio; gusto sciropposo con finitura di zucchero e mais dolce (g.a. 0,5%).

Meister Lager, lager di colore giallo paglierino: schiuma piuttosto scarsa, aroma di mais e cereali con un tocco fruttato da luppolo, corpo medio, gusto di malto con una lieve finitura erbacea, finale alcolico e secco (g.a. 5,2%).

Meister Max, malt liquor di colore dorato pallido: effervescenza media, schiuma di pochissima durata, aroma di malti dolci e alcol, corpo medio, rinfrescante gusto di malto alquanto granuloso (g.a. 8%).

Sakara Gold, lager di colore dorato chiaro: effervescenza morbida, schiuma minuta di scarsa durata, fresco aroma floreale, corpo leggero tendente al sottile, gusto leggermente dolce con delicato amarore che arriva solo alla fine (g.a. 4%).

Sakara King, malt liquor di colore dorato chiaro (g.a. 10%). L’effervescenza è moderata; la spuma, bassa e poco stabile. L’aroma floreale lascia trasparire qualche sentore di miele, zucchero, paglia. Il corpo medio sostiene un lungo gusto di cereali con ben distinte note di caramello, miele, banana. L’alcol, che s’è mantenuto nascosto sia al naso che al palato, ha un’esplosione pirotecnica nella lunga persistenza del retrolfatto.

Sakara Weizen, hefe weizen di colore giallo pallido (g.a. 4%). Si propone con un’effervescenza media, ricca schiuma vaporosa e aderente, aroma di cereali con un tocco di agrumi, corpo piuttosto leggero, gusto di malto e di frumento con una certa dolcezza, finale delicatamente speziato.

.

.

Stella Export, lager di colore giallo dorato chiaro (g.a. 5,2%). L’aroma si apre con un tenue malto. Nel corpo abbastanza pieno è di nuovo il malto a segnare il gusto, ma su fondo asciutto di luppolo dal quale esalano delicate note amare. Tocca al corto retrolfatto il compito di lasciare la bocca perfettamente pulita, grazie alle sue impressioni asciutte.

Stella Lager, lager di colore oro pallido (g.a. 4,5%). La sua produzione risale al 1897. La schiuma fuoriesce abbondante, densa, ma non così persistente. L’aroma è pungente di luppolo. Il corpo scarno esprime un gusto aspro, ancora di luppolo. E, nel corto retrolfatto, rimane un’impressione secca, amarognola.

Stella Premium, strong lager di colore dorato intenso (g.a. 6,4%); lanciata nel 1997 come nuova offerta internazionale. Con un’effervescenza media, la schiuma si leva fine, cremosa, aderente. L’aroma, fruttato e dolce di malto, non riesce a dissimulare lo scalpitante alcol. Il corpo mostra una media intensità. Pure il gusto, leggermente dolce, accusa l’influenza decisa dell’etanolo, adesso quasi pungente. Il finale, piuttosto amaro, prelude a un discreto retrolfatto anch’esso segnato dall’alcol nelle sue sensazioni calde e cordiali.

La gamma comprende anche una classica Heineken, di produzione locale:

Heineken Lager Beer (g.a. 5%).

Conto terzi

Per Almaza SAL, Libano.

Rex Strong Beer, strong lager di colore giallo (g.a 8%). La schiuma, densa, cremosa, non ha lunga durata. Al naso, l’amarore erbaceo del luppolo lascia emergere i labili sentori di mandorle bruciate e zucchero di canna. Il corpo, benché di notevole struttura, si rivela scorrevole e brillante. Il gusto, di malto con tendenza al dolce, sfocia tra le note calde dell’alcol, lasciando il palato perfettamente asciutto e pulito. La discreta persistenza retrolfattiva esala una briosa suggestione di liquore al malto.

Tweet


Info autore

Antonio Mennella

Sono nato il primo gennaio 1943 a Lauro (AV) e oggi risiedo a Livorno.
Laureato in giurisprudenza, sono stato Direttore Tributario delle Dogane di Fortezza, Livorno, Pisa, Prato.
 
La scrittura è sempre stata una delle mie passioni, che è sfociata in numerose pubblicazioni di vario genere, alcune specificatamente dedicate alla birra. Gli articoli riportati sul Giornale della Birra sono tratti da La birra nel mondo, in quattro volumi, edita da Meligrana.

Pubblicazioni: 
Confessioni di un figlio dell’uomo – romanzo – 1975
San Valentino – poemetto classico – 1975
Gea – romanzo – 1980
Il fratello del ministro – commedia – 1980
Don Fabrizio Gerbino – dramma – 1980
Umane inquietudini – poesie classiche e moderne – 1982
Gigi il Testone – romanzo per ragazzi – 1982
Il figlioccio – commedia – 1982
Memoriale di uno psicopatico sessuale – romanzo per adulti – 1983
La famiglia Limone, commedia – 1983
Gli anemoni di primavera – dramma – 1983
Giocatore d’azzardo – commedia – 1984
Fiordaliso – dramma – 1984
Dizionario di ortografia e pronunzia della lingua italiana – 1989
L’Italia oggi – pronunzia corretta dei Comuni italiani e nomi dei loro abitanti – 2012
Manuale di ortografia e pronunzia della lingua italiana – in due volumi – 2014
I termini tecnico-scientifici derivati da nomi propri – 2014
I nomi comuni derivati da nomi propri – 2015
 
Pubblicazioni dedicate alla BIRRA:
La birra, 2010
Guida alla birra, 2011
Conoscere la birra, 2013
Il mondo della birra, 2016
 
La birra nel mondo, Volume I, A-B – 2016
La birra nel mondo, Volume II, C-K -2018
La birra nel mondo, Volume III, L-Q – 2019
La birra nel mondo, Volume IV, R-T – 2020
 La birra nel mondo, Volume V, U-Z– 2021
Ho collaborato, inoltre, a lungo con le riviste Degusta e Industrie delle Bevande sull’origine e la produzione della birra nel mondo.