Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 20/2016

21 maggio 2016

Picasso e il suo presunto amore per la birra Bass

Picasso e il suo presunto amore per la birra Bass


 

La fama di Picasso è diffusa a livello mondiale: basta pronunciare il nome dell’artista spagnolo per ritrovare nella mente i tratti tipici dei suoi quadri, se non addirittura focalizzare il ricordo di qualche dettaglio che per incisività dei colori o dirompenza delle forme è rimasto impresso tra i meandri dei ricordi.

Sintetizzare la lunga vita dell’artista, morto nel 1973 alla veneranda età di 92 anni non è semplice, ma la sua carriera si è distinta in più momenti, che rappresentano un’evoluzione del suo estro creativo.

.

Pablo Picasso, 1971

.

Dal 1901 lo stile di Picasso iniziò a mostrare dei tratti originali. Ebbe inizio il cosiddetto «periodo blu» che si protrasse fino al 1904. Il nome a questo periodo deriva dal fatto che Picasso usava dipingere in maniera monocromatica, utilizzando prevalentemente il blu in tutte le tonalità e sfumature possibili. Dal 1905 alla fine del 1906, Picasso schiarì la sua tavolozza, utilizzando le gradazioni del rosa che risultano più calde rispetto al blu. Iniziò quello che, infatti, viene definito il «periodo rosa».

La svolta cubista avvenne tra il 1906 e il 1907. In quegli anni vi fu la grande retrospettiva sulla pittura di Cezanne, da poco scomparso, che molto influenza ebbe su Picasso.

La fase cubista fu un periodo di grande sperimentazione, in cui Picasso rimise in discussione il concetto stesso di rappresentazione artistica. Il passaggio dal cubismo analitico al cubismo sintetico rappresentò un momento fondamentale della sua evoluzione artistica. Il pittore appariva sempre più interessato alla semplificazione della forma, per giungere al segno puro che contenesse in sé la struttura della cosa e la sua riconoscibilità concettuale.

La fase cubista di Picasso durò circa dieci anni, ma è in questo periodo che la birra divenne protagonista di alcune opere del pittore spagnolo: “Pipa, bottiglia di Bass e dado” è una tra le creazioni più famose di questa sua fase artistica.

.

PABLO-PICASSO-PIPA-BOTELLA-DE--BASS--DADO

.

La birra Bass fu inventata nel 1777 dall’omonimo William Bass. Si tratta di una tipica pale ale inglese ad alta fermentazione prodotta con l’acqua estratta dai pozzi di Burton on Trent, nota per la sua “durezza”. Non è chiaro se Picasso amasse particolarmente tale birra o se fu al centro della sua attenzione per la storia legata alla birra: essa, infatti, fu già rappresentata precedentemente da Manet nei suoi quadri e non mancava sulle tavole imbandite del Titanic.

 

Massimo Prandi
Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!