Numero 04/2020

26 Gennaio 2020

Germania: scandalo per birra “neonazista”

Germania: scandalo per  birra “neonazista”

Tweet


Sta suscitando scandalo la foto postata su twitter di diverse casse di bottiglie di birra neo-nazi, etichettate con la dicitura «birra del regno tedesco” in vendita a 18,88 euro a Brad Bibra, in Sassonia-Anhalt. Il prezzo è un voluto richiamo a Adolf Hitler e al saluto nazista nel codice della destra radicale: 18 è l’abbreviazione di AH, le iniziali del Fuehrer, e 88 è l’abbreviazione di HH che sta per “Heil Hitler».

.

.

 

Il caso della vendita è stato denunciato da un politico del parlamento locale della Cdu, Goetz Ulrich, che ha scritto via twitter «mi vergogno così tanto: mentre ora allo Yad Vashem in Israele il Presidente federale parla del 75esimo anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz, nel posto dove sono nato, a Bad Bibra, viene venduta in un negozio di bibite una bevanda dal nome ‘birra del regno tedesco’». Purtroppo in questo caso la birra è stata associata a un aspetto negativo e disdicevole, che mai e poi mai vorremmo caratterizzasse la bevanda dell’allegria e dell’amicizia!

Tweet


Info autore

Redazione Giornale della Birra

La Redazione del Giornale della Birra, tra un boccale e l’altro, prepara gli articoli che vedete su queste pagine.
Inoltre, da’ spazio a tutti gli amici e visitatori del sito che ci inviano i loro contributi, indicandone gli autori. Contattaci se vuoi collaborare con noi!