Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 34/2018

24 Agosto 2018

Fiumi di birra Nordbräu al Carrara BierFest

Fiumi di birra Nordbräu al Carrara BierFest

Tweet


Dal ventotto agosto all’otto settembre nel complesso fieristico di Marina di Carrara (MS) andranno in scena i festeggiamenti per il gemellaggio tra la città toscana e la città bavarese di Ingolstadt. La festa, che quest’anno prenderà il nome di Carrara BierFest, richiama ogni anno oltre 140.000 visitatori dalla Toscana e dalle regioni limitrofe ed è la più imponente festa della birra in stile tedesco realizzata fuori dai confini della Germania.

Come da più di quarant’anni, il cibo sarà rigorosamente bavarese con i deliziosi wurstel accompagnati dai crauti, i succulenti stinchi o il gustoso manzo e i fantastici formaggi e molte altre delizie tedesche. La bevanda regina della manifestazione sarà direttamente importata dalla città di Ingolstadt dal birrificio Nordbräu, attivo fin dal 1693, che produce birra rispettando l’editto della purezza del 1516. Per la produzione dei propri prodotti viene utilizzata l’acqua di un pozzo che, insieme alla sapienza del mastro birraio, sono il valore aggiunto di queste creazioni.

 

.

.

 

Per il Carrara Bierfestsi potranno degustare soltanto tre referenze più una versione alcool free dedicata a chi ha piacere di gustare una birra nonostante debba guidare. Sarà disponibile NordbräuHell, birra dorata in perfetto stile Monaco chiaro da 4.9 gradi alcolici. Il luppolo è solamente marginale, ma le note maltatedelicatamente mielose e il finale piacevolmente secco che invita a berne in maniera smisurata la rendono decisamente accattivante. Sicuramente si tratta di una birra a tutto pasto che si abbina benissimo con tutti i piatti offerti dal menù della festa ma in particolar modo rende il suo meglio se abbinata ai dolci proposti come lo strudel, la ciambella bavarese o di mele. La Dunkel invece è una birra scura di 5 gradi alcolici che evidenzia aromi di crosta di pane tostata e leggerissimi sentori di caramello e frutta secca. In bocca ritroviamo le sensazioni nasali che restano piacevolmente in bocca a lungo. L’amaro percepito è lievissimo ed è conferito soprattutto dai malti tostati. Le caratteristiche organolettiche calzano a pennello se abbinate col manzo con l’insalata di patate. La terza birra presente è la Weizen: referenza dove ovviamente il grano è il cereale di riferimento. Si presenta nel suo weizenbecker da mezzo litro torbida per i lieviti in sospensione come vuole la tradizione e con cappello di schiuma compatta e pannosa.

 

.

.

 

Al naso è fortemente caratterizzata dai sentori di chiodo di garofano e da leggere note fruttate di  banana matura, in bocca si confermano le sensazioni nasali. L’elevata carbonazione, il leggerissimo carattere acidulo e il finale secco ed asciutto la rendono fortemente dissetante e perfetta  per queste calde giornate di inizio settembre. Questa birra si adatta alla perfezione con lo stinco di maiale che potrete trovare nel menù della festa.

Il programma della serata inaugurale oltre all’apertura della prima botte di birra da parte del sindaco di Carrara e il borgomastro di Ingolstadt per suggellare il pluriennale gemellaggio tra le due città vedrà le esibizioni dell’orchestrina di Charlie con le canzoni tipiche bavaresi, l’orchestra Bayern 3000, il cantante jodler Felix e il folcloristico balletto bavarese.

Non vi resta che andare al Carrara BierFest e tuffarvi in uno spicchio di mondo bavarese a Carrara! Maggiori informazioni sul sito www.carrarabierfest.it

Tweet

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!