Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 37/2017

11 settembre 2017

Italiani pazzi per l’Oktoberfest: +45% di prenotazioni per volare a Monaco

Italiani pazzi per l’Oktoberfest: +45% di prenotazioni per volare a Monaco


 

Ancora pochi giorni e a Monaco di Baviera, in Germania, prenderà il via l’Oktoberfest e gli italiani si confermano tra i principali amanti di questo appuntamento, giunto ormai alle 184* edizione. L’Oktoberfest 2017 si svolgerà dal 16 settembre al 3 ottobre e ha già fatto registrare dei picchi di prenotazione di voli e hotel per soggiornare nella città bavarese. A rivelarlo è Volagratis.com che ha analizzato le richieste fatte dai viaggiatori europei.

Nel 2016 si era notato un aumento del 60% delle prenotazioni per Monaco durante l’Oktoberfest rispetto alle due settimane precedenti l’evento, mentre quest’anno si raggiunge l’80%.

.

.

 

 Tra i più grandi amanti dell’Oktoberfest ci sono senza dubbio gli italiani. Rispetto allo scorso anno le prenotazioni sono aumentate del 45%. Inoltre, se nel 2016 l’aumento delle prenotazioni verso Monaco di Baviera era stato pari al 33% durante l’Oktoberfest rispetto alle due settimane precedenti il festival, nel 2017 l’incremento registrato è addirittura del 78%.

 L’aumento delle prenotazioni da parte dell’Italia corrisponde anche ad una maggiore presenza di visitatori del Bel Paese: mentre nel 2016 la quota di italiani era del 14%, nel 2017 sale a 19.

 A farla da padrone, prosegue l’analisi di Volagratis.com, rimangono però i britannici: nel 2016 le presenze dalla Gran Bretagna erano pari al 56%,  mentre quest’anno raggiungono il 67%. Gli spagnoli si attestano al 9% (+2% rispetto al 2016), mentre i tedeschi calano dal 19% del 2016 al 5% di quest’anno. Scompare, infine, la quota di visitatori francesi, che lo scorso anno era pari al 4%.

.

.

 

A viaggiare in occasione dell’Oktoberfest nel 46% dei casi sono le coppie, cui si aggiunge una percentuale pari all’11% di due coppie che scelgono di raggiungere Monaco in compagnia. Il 31% dei visitatori è rappresentato da famiglie e gruppi di amici, ma non mancano neanche i viaggiatori singoli (12%).

 Per il soggiorno, i visitatori spagnoli hanno speso in media 411 euro nel 2016, mentre nel 2017 il budget sale a 542 euro. Gli italiani invece per volo+hotel hanno stanziato in media 488,88 euro, con un aumento del 25% rispetto al 2016 (366 euro).

 Più attenti i risparmiatori britannici, che spendono 450,50 euro, con un incremento pari solo al 3% rispetto al 2016 (437,25 euro).

Marco Fusi
Info autore

Marco Fusi

Giornalista finanziario per professione e amante della birra – di qualità – per passione. Grazie ad una cara amica sommelier qualche anno fa ho scoperto il mondo delle birre artigianali e da allora è stato un crescendo.

Ho frequentato i corsi di degustazione organizzati dal network Fermento Birra, superando con successo l’esame finale; ho anche partecipato ad un corso di un giorno sull’Home Brewing di MOBI e spero, quando avrò un po’ piu’ di tempo libero, di iniziare la produzione a casa, nel frattempo degusto birre a Milano e provincia e vado alla ricerca dei migliori festival e appuntamenti birrari lungo tutta la penisola (lavoro permettendo) sia per scoprire le ultime novità e sia per conoscere la storia e le persone che si celano dietro ogni birrificio.

Mi piace confrontarmi sulle birre che bevo – per questo cerco di partecipare a degustazioni guidate e non – e prima o poi, chissà, tenterò l’esame BJCP… seguitemi e che il luppolo sia con voi!