Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 37/2018

13 settembre 2018

La Casetta della Birra: una idea geniale, che dilaga!

La Casetta della Birra: una idea geniale, che dilaga!

Tweet


Ricordate la Casetta della Birra artigianale di Cussignacco (Udine), di cui già avevamo parlato in un precedente articolo? Già allora la titolare, Francesca Fagotto, ci aveva accennato di avere in progetto l’apertura di altri punti vendita; e ad un anno da allora questo progetto ha preso forma, con la prima “succursale” della Casetta della Birra artigianale in centro a Udine. Un’apertura incentrata questa volta totalmente sulla birra – a differenza della “casa madre”, dedicata anche al vino – e che ha accolto i primi avventori la mattina di sabato 8 settembre.

 

.

.

 

Il funzionamento è analogo a quello della Casetta di Cussignacco: si entra nella zona al coperto, si inserisce la tessera sanitaria per certificare l’età, e ci si rifornisce al distributore automatico. Un ampio schermo dà la descrizione dettagliata delle birre presenti – al momento una trentina, di oltre una decina di birrifici diversi – così da agevolare la scelta. «Ci tenevamo al fatto di avere una descrizione che, per quanto sintetica, fosse esaustiva – spiega Francesca – perché vediamo che spesso, quando siamo presenti, gli avventori ci chiedono consigli: in questo modo possiamo dare un aiuto anche tramite lo schermo».

 

.

.

 

Ben rappresentate poi le lattine, secondo una scelta ben precisa della titolare: «La lattina è un formato sul quale, per quella che è la nostra modalità di distribuzione, intendiamo puntare – spiega –; e purtroppo, almeno per quello che è il nostro punto di vista, sono ancora pochi i birrifici artigianali che la usano. Ad ogni modo, per quel che si può, le utilizziamo, facendo naturalmente sempre salvo il principio secondo cui scegliamo le birre per la qualità prima che per il formato».

 

.

.

 

Buona l’affluenza già dalla prima mattinata, in quella che è una via di passaggio nel centro di Udine; e tra gli avventori si sono contati anche molti che si sono fermati per caso, incuriositi da quella che è una novità per il capoluogo friulano. Francesca e Marco affermano di non avere per ora altre aperture in agenda; ma il sogno originario rimane quello di creare una rete, per cui chissà, magari in futuro vedremo Casette in altre città.

Tweet

Chiara Andreola
Info autore

Chiara Andreola

Veneta di nascita e friulana d’adozione, dopo la scuola di giornalismo a Milano ho lavorato a Roma – dove nel 2009 ho conseguito il titolo di giornalista professionista – e a Bruxelles al DG Comunicazione della Commissione Europea. Lì sono iniziati i miei primi timidi approcci con la birra, tra cui la storica Bush de Noel che ha finito per mettere il sigillo definitivo alla storia d’amore tra me e il mio futuro marito – e già da lì si era capito che una storia d’amore era nata anche tra me e la birra. Approdata a Udine per seguire appunto il marito, qui ho iniziato ad approfondire la mia passione per la birra artigianale grazie al rapporto in prima persona con i birrai – sia della regione che più al largo – e i corsi di degustazione tenuti dal prof. Buiatti all’Università di Udine; così dal 2013 il mio blog è interamente dedicato a questo tema con recensioni delle birre e resoconti delle miei visite a birrifici, partecipazioni ad eventi e degustazioni. Le mie collaborazioni con pubblicazioni di settore come Il Mondo della Birra e Nonsolobirra.net, con eventi come la Fiera della Birra Artigianale di Santa Lucia di Piave e il Cucinare di Pordenone, e la conduzione di degustazioni mi hanno portata a girare l’Italia, la Repubblica Ceca, il Belgio e la Svezia. Ora sono approdata anche al Giornale della Birra, un altro passo in questo mio continuare a coltivare la mia passione per il settore e la volontà di darvi il mio contributo tramite la mia professione.