Numero 11/2021

16 Marzo 2021

Oggi andiamo al lago: Diciottozerouno!

Oggi andiamo al lago: Diciottozerouno!

Tweet


A due passi dall’incantevole cornice del lago Maggiore, alle spalle di Arona(NO) si trova il microbirrificio artigianale 1801, un piccolo birrificio ma che si fa rispettare nel mondo craft europeo. Per l’occasione Marco Bonfà, uno dei soci, mi ha dedicato del tempo per raccontare la loro storia brassicola.

 

 

Innanzitutto, da chi è gestito Diciottozerouno e perché avete scelto questo nome?

Diciottozerouno è un birrificio artigianale indipendente nato ad Oleggio Castello, poco lontano dalle sponde del lago Maggiore in provincia di Novara, a gestirlo siamo io(Marco) e Davide con l’aiuto di un dipendente. La sede del birrificio è in un vecchio cascinale, casa di vacanze di Davide. Perchè Diciottozerouno? Perchè notoriamente le 18.00 è l’ora in cui si timbra il cartellino e si va a casa, 18.01 sta a significare la netta demarcazione tra quello che devi fare e quello che vuoi fare, la dedizione ad un progetto personale, le notti insonni e lo studio di ricette. Insomma una passione piuttosto che un lavoro.

 

Quando nasce il birrificio? avete un trascorso da homebrewers?

Si siamo stati homebrewers(come la maggior parte dei birrifici artigianali- n.d.a.) ed il birrificio nasce nel 2014

Quali sono le birre che avete attualmente in listino?

Attualmente le birre che produciamo sono 11 sia a bassa che alta fermentazione e sono: la Ocra (Belgian Saison), la Granata( Belgian Dark Strong Ale), la Grün(Koelsch), la Tulle(Weizen), la Caraibi(Bohemian Pilsner), la Ruggine(American Pale Ale), la Penny(American IPA), la Plaid(Belgian Golden Strong Ale), la Toast(American Amber Ale), la Tulxedo(Dry Stout) e la Pilx(Imperial Pilsner).

Qual è il vostro impianto di produzione?

Il nostro è un impianto da 12 hl con 2 tini a singola cotta, l’imbottigliamento avviene in isobarico e stiamo collaudando un’imbottigliatrice nuova, con qualche difettuccio, ma che stiamo risolvendo.

 

Ho letto sul vostro profilo Facebook che avete avuto molti riconoscimenti, giusto?

Si, vero, negli anni abbiamo ricevuto diversi premi sia a livello nazionale che a livello internazionale, in Belgio al Brussels beer challenge un oro nel 2018 con la nostra Saison Ocra, medaglia d’argento al Birra dell’anno nel 2019 con la Grün, oro al Barcellona Beer Challenge 2020 sia con la Ruggine che con la Ocra e gli ultimi in ordine cronologico sono un bronzo con la Ocra ed un oro con la Granata all’European Beer Star di Norimberga nel 2020

Beh direi un bel bottino, e chissà che soddisfazione. Come avete affrontato la pandemia?

Ci siamo dati subito da fare con il delivery, che facciamo noi senza ricorrere a distributori.

Ci sono novità per il 2021? Qualcosa bolle in pentola?

In realtà si, stiamo per aprire un locale nostro a Borgomanero(NO), penso nel mese di marzo/aprile.

 

Maggiori informazioni: Birrificio Artigianale Diciottozerouno – Chi beve birra ha ragione

Tweet


Info autore

Alberto Spadone

Nato nel 1975 nel nord del Piemonte nella terra dei laghi. Sono un manutentore meccanico in un’industria alimentare per professione, mototurista per passione, Guzzista per vocazione, mi sono appassionato all’homebrewing nel 2019 e quasi contestualmente ho voluto creare il mio blog “Birre a due ruote” per coniugare queste passioni. Sono affascinato dal mondo delle birre artigianali e da quello che lo circonda.