Numero 32/2020

4 Agosto 2020

Thomas Fawcett & Sons: “Putting quality into a pint”

Thomas Fawcett & Sons: “Putting quality into a pint”

Tweet


Di Matteo Milliery.

 

La Thomas Fawcett & Sons è una malteria che ha sede a Castleford, nel West Yorkshire in Inghilterra ed opera nel settore da oltre 200 anni. Attualmente James Fawcett ne è il proprietario e rappresenta la settima generazione dal suo antenato fondatore della compagnia Thomas Fawcett, lasciando già presagire l’importanza della storicità e della tradizione dietro a questo marchio.

.

.

 

L’orzo e in generale i cereali maltati dalla compagnia provengono da coltivatori locali che, inviando quotidianamente dei campioni, permettono all’azienda di scegliere i migliori cereali di partenza. La compagnia effettua numerosi test sulla materia prima: oltre alle numerose analisi chimiche svolte nei loro laboratori vengono condotte prove più pratiche, come la misurazione dell’uniformità di grandezza della granella tramite dei setacci o una semplice analisi visiva per valutare lo stato di conservazione dei grani. L’azienda concentra molte risorse sulla scelta dei cereali di partenza e dichiara:“The finest barleys make the finest malts”, sottolineando quindi la cura che impiega nella scelta delle materie prime.

.

.

 

A tal proposito James Fawcett riporta le parole del padre secondo il quale per poter essere in grado di scegliere e acquistare l’orzo bisogna assistere a sette stagioni di raccolto per poter imparare a valutare la qualità e le caratteristiche dei cereali prodotti in un determinato campo. Le varietà di orzo impiegate sono molteplici: Maris Otter, Propino e Golden Promise per quanto riguarda l’orzo primaverile mentre Alcione e Pearl per quello invernale, lasciando quindi ai clienti un’ampia scelta anche nei malti base. La compagnia si dedica anche alla maltazione di altri cereali come il frumento, l’avena e la segale, sempre acquistati da coltivatori locali.

.

.

 

Una volta scelta la materia prima si entra nel vero e proprio lavoro dell’azienda ovvero la maltazione: la Thomas Fawcett & Sons è divisa in due parti: in una è un impianto moderno di tipo Saladin a svolgere il lavoro, mentre nell’altra la maltazione avviene in maniera più tradizionale ovvero a pavimento, decisamente migliorata rispetto agli albori dell’azienda. Solo dagli anni ‘50 infatti la malteria a pavimento dispone di un sistema di raffreddamento, prima di allora non si poteva maltare l’orzo in estate perché le temperature troppo alte provocano una germinazione eterogenea dei grani. James Fawcett dichiara scherzosamente che i suoi antenati giocavano a cricket d’estate proprio perché non potevano lavorare.

L’azienda offre una trentina di malti che si dividono in 13 malti base, 8 malti caramello e 8 malti tostati. In ognuna di queste tre categorie sono sempre presenti le varianti di malto di segale avena e frumento, per assicurarsi di soddisfare ogni sfumatura di colore, aroma, gusto e sensazione tattile richiesta dai mastri birrai di tutto il mondo.

.

.

 

 

I suoi clienti includono realtà di ogni tipo, da microbirrifici a grandi multinazionali come la Heineken o la Anheuser-Busch InBev (compagnia che sta dietro a nomi più conosciuti come Leffe, Stella Artois o Hoegaarden) e l’azienda esporta i propri prodotti in pressoché ogni paese del mondo, grazie a partnership strette con alcuni importatori per quanto riguarda il continente americano e australiano. Per quanto riguarda l’Europa si occupa personalmente del trasporto. Gli ordini vanno da un minimo di 1 a un massimo di 20 tonnellate e il malto viene impacchettato nei classici sacchi da 25 kg, impilato in bancali e spedito con dei camion, inoltre su richiesta l’azienda effettua anche la molitura dei loro malti.
La Thomas Fawcett & Sons offre quindi numerose varietà di malti d’orzo base e speciali e propone ogni sorta di lavorazione dei succedanei (malti base, caramellati e tostati di segale, avena e frumento) assicurandosi così di soddisfare ogni richiesta dei mastri birrai di tutto il mondo.

Tweet


Info autore

Mastro birraio ITS Agroalimentare Piemonte

Il corso biennale Mastro biennale è organizzato dalla Fondazione ITS Agroalimentare per il Piemonte. Al termine del percorso biennale di 1800 ore, 680 delle quali dedicate a esperienze lavorative in azienda, si accede all’esame di Stato per il rilascio del Diploma di tecnico Superiore, V livello EQF. Gli studenti del corso collaborano attivamente con Giornale della Birra, mettendo a disposizione dei lettori alcuni contributi elaborati durante l’esperienza formativa. Maggiori informazioni: www.agroalimentarepiemonte.it