Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
30 maggio 2014

Promenade birraria a Bruxelles – seconda parte

Promenade birraria a Bruxelles – seconda parte

Tag:, ,

Riprende il nostro viaggio tra le strade di Bruxelles, alla scoperta della città e delle sue eccellenze birrarie. Per conoscere la parte iniziale del percorso clicca sul seguente link:  Promenade birraria a Bruxelles – prima parte.

 

Terza tappa: rue de l’Enseignement – Rue des Alexiens     1,9 km

La nostra passeggiata prosegue riportandosi su rue Royale e proseguendo verso il Parco Reale: vi consiglio di entrare all’interno del parco e passeggiare tranquillamente fino a sbucare davanti all’imponenza del palazzo reale di Bruxelles.

 

Il Palazzo Reale di Bruxelles (Foto scattata e di proprietà di Andrea Gattini).

Qui la visita della residenza della famiglia reale belga, quando è possibile, è gratuita. Dopo la visita attraversate place Royale, dove troverete il museo Magritte e il museo Reale delle Belle Arti, proseguite dritti sulla stessa strada, che prenderà il nome di rue de la Régence, finchè sulla vostra destra vi troverete la chiesa Notre Dame du Sablon, edificata alla fine del XIV secolo in puro stile gotico brabantino.

 

La chiesa Notre Dame du Sablon (Foto scattata e di proprietà di Andrea Gattini).

Dopo aver visitato la chiesa scendete per rue des Sablons e attraversate la piazza triangolare du Grand Sablon dove il sabato e la domenica mattina si svolge un interessante mercatino delle pulci. Place du Grand Sablon è rinomata per le numerose gallerie d’arte e per i più famosi negozi d’antiquariato di Bruxelles. In fondo alla piazza prendete rue Rollebeek e proseguite fino a rue des Alexiens. Al 67 di questa strada trovere il locale La Porte Noir: taverna sotterranea dove nella carta delle birre troverete alcune bottiglie d’annata. Tra le varie scelte vi consiglierei di provare una degustazione parallela tra annate differenti di Stille Nacht, la birra di Natale per eccellenza.

 

L’itinerario della terza tappa.

 

Quarta tappa: rue des Alexiens – place de la Fontainas    0,450 km

Usciti da La Porte Noire, scendete lungo rue des Alexiens, passando per rue des Bogards vi troverete in place Fontainas.

Passeggiando per queste due strade potrete ammirare due murales riguardanti i fumetti, altra eccellenza belga! Giunti in place de la Fontainas fermatevi ad uno dei tavoli del Moeder Lambic e lasciatevi sedurre da un vero lambic. Qui il personale è molto gentile e si prodigherà in spiegazioni sulle birre che sceglierete! Ovviamente il consiglio qui è di sperimentare una birra acida e se disponibile una faro.

 

L’itinerario della quarta tappa.

 

Quinta tappa: Place de la Fontainas – Rue du Chêne   0,290 km

Usciti da Moeder Lambic imboccate rue du Marché au Carbon, da qui raggiungete la Chiesa Notre Dame de Bon Secours in stile barocco fiammingo. Da notare la facciata molto elegante e ben proporzionata. Passata la Chiesa svoltate in rue des Grand Carmes e proseguite dritti finchè sulla vostra sinistra non troverete un capannello di persone intente a fotografarsi davanti al Manneken Pis, uno dei simboli della città.

 

Il Manneken Pis (Foto scattata e di proprietà di Andrea Gattini).

Spesso la statua è vestita con uno dei suoi numerosi costumi che sono custoditi, e visibili al pubblico, all’interno de la Maison du Roi. La leggenda vuole che un bambino, facendo pipì, abbia spento la miccia di una bomba che minacciava la Grand Place. I brussellesi hanno voluto così dedicare una statua per ricordare questo gesto eroico che ha salvato il cuore artistico della città.
Proprio davanti la statuetta si trova l’ultimo locale della nostra promenade, ovvero il  Poechenellekelder.

 

Il Poechenellekelder (Foto scattata e di proprietà di Andrea Gattini).

 

Questo locale ha una completissima e rifornitissima carta delle birre e nel menù sono presenti anche alcune specialità di piccola ristorazione. Durante la bella stagione potete sedervi comodamente nei tavoli esterni, altrimenti all’interno vi potrete accomodare ai tavoli con alcune marionette. Il consiglio qui è di scegliere una birra trappista oppure di farsi sedurre da una delle birre a rotazione alla spina che non tradiscono mai! Se avete voglia di uno spuntino ottimi i piatti con i salumi tipici delle Ardenne e i formaggi locali. Finito di degustare la vostra birra potrete tornare alla Grand Place prendendo rue de l’Etuve.

 

L’itinerario della quinta tappa.

Se non siete ancora stanchi e sazi di birra e di specialità culinarie la sera la tappa obbligatoria è il ristorante Restobieres, in rue des Renards 9, dove lo chef Alain Fayt coccolerà i vostri palati con piatti tipici della cucina belga alla birra. Il ristorante è raggiungibile sia con la metropolitana, fermata Porte de Halle della linea 2, che a piedi: dista solamente 1,7 km dalla Grand Place.

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!