Numero 41/2020

7 Ottobre 2020

Bere birra la sera aumenta il rischio di infarto

Bere birra la sera aumenta il rischio di infarto

Tweet


Stando agli studi recenti, bere birra in maniera moderata non fa male e non fa ingrassare. Come riportato dai nostri esperti di salute e benessere, una birra piccola da 0,25 cl ogni due o tre giorni non nuoce alla salute. Attenzione però a uno studio appena pubblicato e reso noto che afferma che bere birra la sera aumenta il rischio di infarto. Che lo studio sia di origine britannica non sorprende, dato che gli inglesi producono e amano la loro birra e i pub sono sempre molto frequentati. La ricerca proviene proprio dalle università d’oltremanica e sostiene che, bevendo circa 3 o 4 bicchieri di birra alla sera, poi ci ritroveremmo in età avanzata a rischiare un ictus o un infarto. Viene addirittura riportata la proporzione matematica, secondo la quale il rischio aumenta del 35% in 10 anni. Questo, eccedendo col consumo quotidiano di bionde, o rosse.

 

 

Bere birra la sera aumenta il rischio di infarto però anche per chi ne consuma 1 bicchiere solo a cena. In questo caso, però, la probabilità che accada un evento cardiocircolatorio scende al 10%, che, comunque rimane una percentuale non trascurabile. Come dire che un consumatore di birra su dieci rischia di morire anzitempo, consumando birra tutte le sere. Ecco perché noi italiani beviamo vino rosso!

Mai prima di cena, come aperitivo, perché oltre a fermentare, andrebbe ad infiammare l’esofago e il tratto digestivo dello stomaco. Conseguenze ne sarebbero ulcere, coliti, esofagiti, bruciori di stomaco e gonfiori eccessivi. Se proprio dobbiamo berla, meglio a cena, magari con l nostra pizza!

Tweet


Info autore

Matteo Busia

Nato e cresciuto in un piccolo paesino della provincia di Oristano, in Sardegna, mi sono poi trasferito per alcuni anni a Bologna in cerca di lavoro. Dopo cinque anni passati in terra emiliana tra tortelloni e tigelle sono rientrato in Sardegna, era il 2009, anno in cui ho fatto la mia prima cotta come homebrewer con i kit per poi passare al sistema All Grain. Da qui si è aperto un nuovo mondo per me, ho cominciato a studiare birrificazione sui libri, fare ricerche su internet e partecipare ai vari corsi di produzione e degustazione di birre, eventi birrari e concorsi organizzati dalle associazioni culturali locali. Dopo pochissimo tempo mi sono trasferito a Milano, città che pullula di birrifici e di locali dove si possono degustare buonissime birre. Anche qui non mi sono fatto scappare i corsi di degustazione, laboratori e i numerosi eventi a tema birrario, senza mai smettere di dedicarmi all’homebrewing. Da poco più di un anno vivo a Barcellona dove lavoro come cuoco e dove la cultura birraria si sta diffondendo molto velocemente. Ho lavorato nella cucina di un brew-pub dove quasi tutte le ricette hanno la birra da loro prodotta come ingrediente. Anche qui come in Italia nascono uno o due nuovi birrifici alla settimana e si possono trovare delle birre veramente interessanti e Barcellona è una città che non sta mai ferma, vengono organizzati numerosi eventi e festival durante tutto l’anno, cercherò di presentarveli e descriverli nel miglior modo possibile. ¡Salud!