Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 47/2017

21 novembre 2017

Le Bizzarre di Birra del Borgo conquistano le cucine d’Europa

Le Bizzarre di Birra del Borgo conquistano le cucine d’Europa


 

Chef Bizzarri è una manifestazione, organizzata da Birra del Borgo, che si propone di diffondere un’idea di birra che trovi nella relazione con la cucina una chiave di lettura non solo possibile ma anche all’avanguardia e nuova. Dopo il successo della scorsa edizione, quest’anno la sfida allarga i suoi confini e sbarca in Europa: si andrà alla ricerca di abbinamenti “imperfetti” indossando una nuova veste, più metropolitana e ancora più originale se possibile.

Le protagoniste del ciclo di serate saranno ovviamente le dodici birre della linea Bizzarre. Sono prodotte in tiratura limitata utilizzando ingredienti e lavorazioni speciali. Il filo conduttore tra le produzioni è la creatività, si spazia dalle ostriche alla frutta, dalle anfore alle spezie, dai luppoli alle botti. Le magnifiche dodici specialità del birrificio di Borgorose sono: le fruit beer Fragus, Rubus e Prunus con fragole, lamponi e ciliegie, la mitica oyster stout Perle ai Porci, Vecchia Tripel reinterpretazione del classico stile belga fermentata in una grande botte di brandy, la rustica farmhouse Ale Brigante, l’amarissima da oltre 100 IBU BdbBi(G)Bodyibu, l’archeobirra fermentata in anfora Etrusca, le Italian Grape Ale Caos, con mosti di Duchessa e Malvasia e L’equilibrista con 40% di mosto di vino Sangiovese e 60% di mosto di Duchessa, Castagnale con castagne essiccate sul fuoco e infine Morning Rush l’harvest di casa con fiori di luppolo appena raccolti.

.

.

 

 

Birra del Borgo ha lavorato su una selezione di locali e di cuochi attenti, appassionati ma soprattutto pronti a ripensare la birra in cucina.

Chef Bizzarri aprirà i battenti giovedì 23 novembre a Roma, presso “L’Osteria di Birra del Borgo” di via Silla, in compagnia dello chef Salvatore Tassa, dalle Colline ciociare di Acuto, e Gabriele Bonci, che la cucina di Osteria la dirige.

Dopo questo appuntamento si partirà alla volta dell’Europa: Parigi, Londra e Bruxelles!

A Parigi, sabato 25 novembre, le bizzarre di Birra del Borgo soggiorneranno da Fulgurance. Qui Sophie Cornibert e Hugo Hivernat sono riusciti a creare L’Adresse. La particolarità di questo locale è che le brigate di cucina e di sala sono fisse mentre lo chef in carica cambia ogni 6 mesi! Fino a dicembre il temporary chef sarà Sebastian Myers, giovane australiano che, forse perché ha viaggiato in lungo e in largo per il mondo, in cucina ci mette il cuore ma anche una certa pazzia, quella di chi non ha paura di mettere in tavola piatti generosi e emozionanti, risultato di accostamenti a volte azzardati ma sempre azzeccati.

 

.

.

 

Mercoledì 29 novembre il progetto sbarcherà a Londra, da CUB, che nella sua casa su Hoxton Street cerca di avvicinare le persone appagando la pancia ma anche la mente. Lo chef è Doug McMaster, fondatore a Brighton nel 2014 di Silo, il primo ristorante britannico a rifiuti zero. CUB è un locale piccolo, lussuoso ma moderno, perfetta sintesi dell’esperienza culinaria “sostenibile” fatta di collaborazioni tra ingredienti e persone.

Ultima tappa fuori dai confini italiani mercoledì 10 gennaio 2018 in quel di Bruxelles, presso il ristorante Humphrey. Lo chef Yannick Van Aeken ha portato nella cucina di Humphrey quello che ha appreso come sous chef del famoso ristorante Noma di Copenaghen per creare qualcosa di completamente diverso: piatti ispirati alla cucina filippina tutti da condividere preparati con prodotti che Yannick trova in Belgio ma anche con ingredienti provenienti direttamente dalle isole asiatiche.

 

.

.

 

L’evento di chiusura, mercoledì 24 gennaio 2018, sarà affidato alla città di Milano, più precisamente alla trattoria “Trippa” di Pietro Caroli e dello chef Diego Rossi. Quintessenza della storica trattoria, Trippa è oggi una novità che fa tanto parlare di sé perché ha saputo tenere botta al cambiamento senza reinventarsi, continuando semplicemente a fare ciò che ha sempre fatto, solidamente ancorata alla tradizione e alla qualità.

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!