Numero 49/2019

2 Dicembre 2019

Zara: la birra soluzione per alleviare lo stress da shopping!

Zara: la birra soluzione per alleviare lo stress da shopping!

Tweet


Accompagnare la propria partner a fare shopping è una delle noie più pressanti a cui  quasi tutti gli uomini sono costretti: girare per negozi, magari negli affollati centri commerciali, e attendere per ore che la compagna provi decine di vestiti, scarpe e accessori. È per questo che le donne vanno spesso a fare compere con le amiche, ma quando queste non sono disponibili, è il turno del partner che, contro voglia come sempre, si farà trascinare in giro con buste e scatole al seguito.

.

.

Oggi per i partner “sfruttati” per lo shopping arriva una buona notizia: il noto marchio spagnolo Zara, infatti, ha avuto l’idea di creare nei suoi punti vendita una sala d’attesa dotata di divani, dove chi aspetta qualcuno che sta provando degli abiti potrà rilassarsi mangiando bignè e soprattutto bevendo birra gratis.
L’obiettivo dell’azienda è quello di ridurre l’ansia dei clienti e di rendere lo shopping più piacevole per tutti, sia per le donne che non devono preoccuparsi che il proprio compagno si annoi, sia, appunto, per gli uomini che, almeno da Zara, potranno prendersi una paura dall’interminabile giro per negozi.

 

.

.

 

L’azienda, inoltre, sostiene che il cliente tende a scegliere il negozio nel quale si sente maggiormente accolto, dunque un’iniziativa di questo tipo potrebbe attrarre un maggior numero di persone. Al momento, questo progetto non è stato ancora pubblicizzato sul portale ufficiale del brand, ma probabilmente molto presto l’iniziativa verrà realizzata in tutti i paesi, per la gioia degli uomini.

Tweet


Info autore

Luca Carrera

Abito in un piccolo paese nella provincia di Bergamo. Proveniente da un’istruzione alberghiera lavoro nel settore della ristorazione da anni e mi sono specializzato nella mansione di barman a tuttotondo. Nel tempo libero amo la bicicletta, la musica e ovviamente degustare dell’ottima birra. Nella mia taverna troneggia una vetrinetta dove a rotazione prendono posto una ventina di etichette, di diverse nazioni, stili e gusti, oltre a innumerevoli bicchieri e sottobicchieri collezionati nel tempo. Non ricordo con precisione quando nacque la mia passione per “il nettare biondo” e come, ma posso dire con certezza che col tempo è cresciuto a dismisura, tanto da tatuarmi sul braccio, un boccale, una spiga di grano e un fiore di luppolo. Amo le birre luppolate e agrumate, in particolare le Ipa e le Apa e non disdegno abbinare I dolci al cioccolato, di cui vado matto, con una complessa e strutturata Stout. Amo sperimentare cucinando piatti con la birra. Mi piacerebbe un giorno fare della mia passione un lavoro, creando qualcosa di innovativo.