Numero 18/2021

4 Maggio 2021

Enoteche Squillari: dove la qualità e la professionalità fanno la differenza

Enoteche Squillari: dove la qualità e la professionalità fanno la differenza

Tweet


 

Da oltre 70 anni le Enoteche Squillari rimangono un punto di riferimento per tutti gli amanti del buon bere e della cucina regionale. Da Squillari possiamo sempre trovare un’ampia selezione di vini nazionali e internazionali, dei prodotti gastronomici del territorio e un’accurata selezione di birre. Due criteri imprescindibili fanno sì che il nome Squillari parli da sé: la qualità dei suoi prodotti e la professionalità dello staff, sempre a disposizione del cliente.

.

.

Negli anni, grazie ai sempre più fidati clienti, la Squillari è cresciuta ampliando la propria rete vendita: oggi a Genova troviamo 4 punti vendita, da Levante a Ponente, permettendo di raggiungere un’ampia clientela e grazie al sito internet con e-Commerce, la Squillari offre un servizio a livello internazionale.

La contitolare Elvira Ackermann, diplomata “Bier-Sommelière” alla Doemens, Sommelière del vino da oltre 25 anni, nonché Presidentessa dell’Associazione “Le Donne della Birra”, ci porta a conoscere la vasta gamma di birre che fanno parte dell’assortimento di Squillari.

Elvira ci racconta che il suo primo amore sono state le birre belghe Green’s per cui ha deciso di approfondire il mondo di Gambrinus e di diventare in seguito Bier-Sommelière.

.

.

 

BIRRE SENZA GLUTINE 

Dal 2011 la Squillari importa in esclusiva per l’Italia le birre Green’s. La Green’s è l’unica azienda birraria al mondo specializzata esclusivamente nella produzione di birre senza glutine ed è anche l’unica che può offrire ai suoi clienti un’intera gamma di birre per Celiaci, chiare, ambrate e scure. Queste birre sono state create circa una ventina di anni fa da Derek Green, un dinamico “gentleman” inglese di allora 50 anni, che scoprì di essere intollerante al glutine. Per un inglese appassionato bevitore di birra, questa scoperta fu un vero e proprio dramma. Tra l’altro, a quell’epoca, le birre senza glutine erano davvero una rarità. Ma lui non si arrese e con grande tenacia pensò di sviluppare e di produrre una birra senza glutine. Iniziò una lunga e accurata ricerca in Inghilterra e in Belgio, due paesi con una grande tradizione brassicola, per individuare un’azienda in grado di realizzare il suo progetto. Nacque così la collaborazione con tre birrifici belgi e il grande successo delle Green’s.

.

.

La gamma Green’s comprende ben 9 birre artigianali, di cui 5 brassate con malto d’orzo. Grazie all’utilizzo delle tecnologie più avanzate presenti nei birrifici belgi, la Green’s è in grado di garantire un contenuto di glutine inferiore a 4 parti per milione. Le altre 3 birre naturalmente senza glutine sono a base di sorgo, miglio, grano saraceno e riso integrale. La Green’s utilizza soltanto selezionati luppoli di qualità come Saaz, Hallertauer Mittelfrüh, English First Gold, Target, Willamette, Simcoe, Amarillo e Nelson Sauvin.

 

BIRRA BIOLOGICA ALLA CANAPA SATIVA (BIRRA DI ABBAZIA) 

Un’altra chicca che potete trovare sempre in esclusiva da Squillari, è una birra tedesca (di Abbazia), risultato di un’accurata selezione: la biologica CANNABIS Club Sud dell’Abbazia di Weißenohe:

.

.

Dal 2001 la birra Cannabis Club Sud viene brassata sotto il controllo e le direttive guida di Bioland (principale Associazione di coltivatori in regime biologico in Germania) di cui il birrificio è partner. La canapa è stata coltivata fin dai tempi antichi. Prima che la legge sulla purezza della birra fosse stabilita in Baviera nel 1516, venivano utilizzati diversi blend di erbe per le birre. La canapa era una di quelle piante coltivate a tale scopo, che grazie alle sue eccellenti proprietà, dava risultati di alta qualità.

La Birra Cannabis Club Sud è composta al 95% di birra tradizionale a base di malti d’orzo e al 5% di olio essenziale biologico di canapa. Ha un colore giallo dorato opalescente e la schiuma è leggera e cremosa, abbastanza persistente. Sorseggiandola la bocca resta asciutta e fresca, grazie al gradevole amarognolo finale, frutto della leggera luppolatura e dell’erbaceo della canapa.

Abbinamenti consigliati: antipasti e Tapas a base di verdure, stuzzichini, frittatine con le erbe, insalate. Ideale anche come aperitivo o come Session Beer.

 

BIRRE DEL TERRITORIO 

.

.

Elvira Ackermann amante del suo territorio sostiene, promuove e valorizza soprattutto le birre liguri, così sugli scaffali di Squillari troverete l’intera gamma di birre dello storico birrificio “Maltus Faber”, del birrificio “La Taverna del Vara” dove le birre sono la massima espressione del territorio e dell’agricoltura, le pluri-premiate birre del birrificio sassellese “El Issor”, le chicche del birrificio “La Superba” e altro…..

Squillari offre specialità per tutti i palati e per tutte le tasche!

Per maggior informazioni: www.enotecasquillari.it 

 

Tweet


Info autore

Lina Zadorojneac

Nata in Moldavia, mi sono trasferita definitivamente in Italia per amore nel 2008. Nel 2010 e 2012 sono arrivati i miei due figli, le gioie della mia vita: in questi anni ho progressivamente scoperto questo paese, di cui mi sono perdutamente infatuata. Da subito il cibo italiano mi ha conquistato con le sue svariate sfaccettature, ho scoperto e continuo a scoprire ricette e sapori prima totalmente sconosciuti. Questo mi ha portato a cambiare anche il modo di pensare: il cibo non è solo una necessità, ma un piacere da condividere con la mia famiglia e gli amici. Laureata in giurisprudenza, diritto internazionale e amministrazione pubblica, un master in scienze politiche, oggi mi sono di nuovo messa in gioco e sono al secondo e ultimo anno del corso ITS Gastronomo a Torino, corso ricco di materie interessanti e con numerosi incontri con aziende produttrici del territorio e professionisti del settore. Il corso ha come obiettivo la formazione di una nuova figura sul mercato di oggi: il tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie e agro-alimentari. Così ho iniziato a scrivere per il Giornale della Birra, occasione stimolante per far crescere la mia professionalità.