Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 40/2018

4 ottobre 2018

Gli italiani preferiscono la birra al vino!

Gli italiani preferiscono la birra al vino!

Tweet


E’ la birra la bevanda di cui gli italiani non possono fare a meno. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto dal sito

lastminute.com che evidenzia appunto come la birra sia la bevanda a cui sarebbe impossibile rinunciare per il 45% degli italiani,

una percentuale ben al di sopra della media europea che si attesta al 35% e straordinariamente superiore a quella

dei cugini tedeschi che, pur essendo i padroni di casa all’Oktoberfest, ammettono di preferirla solo nel 30% dei casi.

A prediligere il vino è invece il 30% degli italiani, seguito da un limitato gruppo di amanti dei cocktail (18%), secchi o

fruttati che siano. I veri beer lovers sono gli uomini (53%), mentre le donne tendono ad ordinare birra solo nel 37% dei casi.

Secondo gli italiani il momento migliore per godersi un bicchiere – allineati agli spagnoli – è dalle 20 fino alle 23 (37%), mentre per francesi (45%) e inglesi (22%) “l’ora X” scatta tra le 19 e le 20.

 

.

.

 

Con l’estate che cede il passo all’autunno in tutta Europa è tempo di degustazioni e tour enogastronomici. Ecco alcune delle proposte a tema birra da parte di lastminute.com:

Fiandre, centinaia di boccali di birra

Il fatto che la birra belga dal 2016 sia considerata “patrimonio immateriale dell’umanità” dovrebbe essere una scusa sufficiente per organizzare un viaggio nelle Fiandre. Tra borghi medievali, arte barocca e passeggiate in bicicletta potrete provare centinaia di varietà di birra, dalla Lambic di Bruxelles alla Stella Artois di Lovanio.

La birra da provare: la Gouden Carolus, la mascotte non ufficiale della città di Mechelen, prodotta dal birrificio Het Anker, uno dei più antichi del Paese.

 

Germania, tra birrifici e Oktoberfest

Chi dice Germania dice birra: la bevanda è parte integrante della cultura tedesca. In molte città troverete un birrificio, dove scoprire da vicino i segreti della produzione e della degustazione della Bionda. Per i festaioli, imperdibile l’Oktoberfest di Monaco di Baviera (dal 22 settembre al 7 ottobre 2018).

La birra da provare: Berliner Weisse, di frumento chiara prodotta a Berlino.

 

.

.

 

 

Repubblica Ceca, dove gustare le pils
In Repubblica Ceca ordinare un boccale di birra sarà semplice come bere un bicchiere d’acqua! Girando per Praga potrete inoltre imbattervi in ristoranti con piccole produzioni di birra all’interno, dove osservare da vicino l’intero processo.

La birra da provare: Pilsner Urquell, che ha dato origine alla tipologia birraria delle pils, lager chiare dal gusto amaro.

 

Irlanda, nella fabbrica della Guinness a Dublino
Per incontrare la “nera” per antonomasia, bisogna volare a Dublino: nella capitale irlandese si trova la Guinness Storehouse, la fabbrica che, in un percorso ricco di gusto articolato su 7 piani, racconta della storia più amata d’Irlanda.

La birra da provare: naturalmente la Guinness, dal colore molto scuro e dalla tostatura marcata.

 

.

.

 

Danimarca, dai “giganti” alle artigianali

Si può dire che la Danimarca sia la “culla” delle Lager: il ceppo di lievito con cui vengono prodotte, il Saccharomyces Carlsbergensis, deve infatti il suo nome al birrificio danese Carlsberg che per primo lo analizzò. Accanto ai “giganti” come Carlsberg e Tuborg, a Copenaghen non mancano occasioni e micro-birrifici per provare delle ottime birre artigianali.

La birra da provare: quelle artigianali della Mikkeller, progetto di produzione di birra domestica in poco tempo diventato un successo a Copenaghen e nel resto del mondo.

 

Il sondaggio è stato condotto in Italia da lastminute.com tra 2.000 individui nel periodo 22/12/2017-03/01/2018 e nel periodo 18.05.2018 – 29.05.2018.

Tweet

Marco Fusi
Info autore

Marco Fusi

Giornalista finanziario per professione e amante della birra – di qualità – per passione. Grazie ad una cara amica sommelier qualche anno fa ho scoperto il mondo delle birre artigianali e da allora è stato un crescendo.

Ho frequentato i corsi di degustazione organizzati dal network Fermento Birra, superando con successo l’esame finale; ho anche partecipato ad un corso di un giorno sull’Home Brewing di MOBI e spero, quando avrò un po’ piu’ di tempo libero, di iniziare la produzione a casa, nel frattempo degusto birre a Milano e provincia e vado alla ricerca dei migliori festival e appuntamenti birrari lungo tutta la penisola (lavoro permettendo) sia per scoprire le ultime novità e sia per conoscere la storia e le persone che si celano dietro ogni birrificio.

Mi piace confrontarmi sulle birre che bevo – per questo cerco di partecipare a degustazioni guidate e non – e prima o poi, chissà, tenterò l’esame BJCP… seguitemi e che il luppolo sia con voi!