Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
21 novembre 2013

Birra più "salata"…per colpa delle accise

Birra più "salata"…per colpa delle accise

Tag:, , , , , , ,

Il Decreto Legge n. 104 del 2013, pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.214 del 12 Settembre 2013 (data di entrata in vigore della norma) all’articolo 25 contiene disposizioni volte ad elevare le aliquote di accisa su birra, prodotti alcolici intermedi ed alcol etilico. Gli aumenti avverranno in tre momenti: il primo dal 10 Ottobre 2013, il secondo dal 1 Gennaio 2014 ed il terzo dal 1 Gennaio 2015.

Dal primo Ottobre l’accisa sulla birra aumenterà da 2,33 a 2,66 euro ad ettolitro, importo che dal 1 Gennaio 2014 diventerà 2,70 euro ad ettolitro e dal 1 Gennaio 2015 2,99 euro ad ettolitro.

Tali aumenti saranno ancora più sensibili per il consumatore considerando che l’accisa è a sua volta soggetta ad IVA.

La tassazione sulla birra già elevatissima subirà, quindi, ulteriori aumenti.

Se si considera che ad Ottobre è previsto l’aumento dell’IVA dal 21% al 22% si può stimare nel 30% il futuro incremento del peso del fisco sulla birra. Questa notizia non farà sicuramente felice i 35 milioni di fan della birra che probabilmente vedranno aumentare il prezzo della loro bevanda preferita.

L’Italia è sicuramente fra i Paesi occidentali con la più alta pressione tributaria sulla birra. Decisamente inferiore il peso del fisco sulla birra in Germania (dove si trovano probabilmente i più grandi consumatori di birra e dove, verosimilmente, un’alta tassazione sulla birra creerebbe problemi di ordine sociale).

Questi ultimi aumenti si collocano in un trend crescente di incrementi che hanno riguardato il settore negli ultimi 7 anni, incrementi che stanno preoccupando sempre di più tutti gli operatori: non solo i birrifici artigianali ma anche le aziende con marchi storici.

La birra diventa, quindi, più salata e per una bevanda che disseta è quasi il colmo.

 

Roberto Tomasi
Info autore

Roberto Tomasi

Mi chiamo Roberto, sono nato il 14 Dicembre del 1977 a Torino.
Mi sono laureato in economia e commercio con lode ed ho conseguito l`abilitazione per la professione di Dottore Commercialista e Revisore Contabile.
Seguo professionalmente diverse realta`nel settore alimentare nel quale ho maturato una certa esperienza.
Sono da sempre un bevitore di birra (ovviamente senza mai abusarne – raccomando sempre un uso consapevole delle bevande alcooliche).
Non ho particolari preferenze, anche se prediligo le birre doppio malto.
L`importante pero`e`che la birra sia fresca e dissetante.
Il mio pranzo preferito e`pizza e birra, pizza calda e birra fresca!
Purtroppo a volte mi e`capitato anche l`opposto ossia pizza fredda e birra calda. Ma non lo consiglio!
Collaboro con gli amici di Giornale della Birra e quando la professione mi lascia del tempo, scrivo qualche articolo di carattere economico e fiscale.
Buona lettura!