Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 05/2019

29 Gennaio 2019

CRAFT BEER ITALY 2019: professionalità, qualità tecnica e internazionalità

CRAFT BEER ITALY 2019: professionalità, qualità tecnica e internazionalità

Tweet


Il 2019 sarà un anno ricco di eventi per il mondo della birra artigianale, ma solo uno è esclusivamente B2B: CRAFT BEER ITALY, il salone organizzato dalla Fiera di Norimberga a Milano il 27 e 28 marzo, dove i birrifici, i beer firm e i brew pub sono inviati unicamente a visitare l’area espositiva e a partecipare alle conferenze a loro dedicate.

 

.

 

.

 

Il cuore dell’evento è il programma di conferenze altamente tecniche in italiano, curato dai rinomati istituti di ricerca e formazione Doemens e VBL Berlino e suddiviso in macro aree: sarà così possibile approfondire  per esempio l’attualissimo tema dell’inlattinamento per birra artigianale, assistere all’intervento di Lorenzo “Kuaska” Dabove sulle Lambic o ancora partecipare a seminari specifici su dry hopping, uso della diatomite e stabilità colloidale. Questo è solo un assaggio, il programma conferenze è in continuo aggiornamento e consultabile qui: http://www.craft-beer-italy.it/conferenza/programma/

 

.

.

 

L’esposizione offrirà ai visitatori l’opportunità di aggiornarsi sulle novità in tema di materie prime, tecnologie e marketing per la birra artigianale ed entrare in contatto sia con aziende leader italiane sia con aziende internazionali provenienti anche da oltre oceano e difficilmente incontrabili altrove. L’internazionalità è infatti la parola d’ordine di CRAFT BEER ITALY, che, vale la pena ricordarlo, nasce dalla ventennale esperienza di BrauBeviale, punto di riferimento per tutto il settore delle bevande. La lista degli espositori è consultabile sulla pagina dell’evento: http://www.craft-beer-italy.it/elenco-espositori-2019/

 

Contatti per maggiori informazioni:

NürnbergMesse Italia S.r.l.

tel. +39 02 36753260

craft-beer@nm-italia.it

Tweet


Massimo Prandi
Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!