Numero 50/2019

9 Dicembre 2019

Numeri in crescita per l’Università della Birra di Heineken

Numeri in crescita per l’Università della Birra di Heineken

Tweet


Si chiude con numeri importanti il 2019 di Università della Birra, hub di formazione professionale promosso da Heineken Italia e nato come risultato di un percorso di sviluppo della vocazione birraria nel nostro Paese. Il progetto, 100% made in Italy, dopo la fase di startup del 2018 è entrato nel vivo nel 2019 con l’apertura della sede di Via dei Canzi 19 a Milano, cuore pulsante dell’attività formativa.

20 corsi erogati, oltre 1.150 ore di lezione in aula e on field alle quali hanno partecipato 2.600 utenti (erano 1.000 del 2018) provenienti da tutto il territorio nazionale.

 

.

.

 

Il 55% dei partecipanti è rappresentato da operatori dell’Ho.Re.Ca. (oltre 600 punti di consumo) e da distributori attivi nel beverage (100 organizzazioni commerciali). Il restante 45% degli utenti è formato da dipendenti del Gruppo Heineken, ai quali viene offerta una visione sempre più strutturata e moderna di un comparto in continua evoluzione.

Dal punto di vista delle aree didattiche, il 53% degli utenti ha partecipato a corsi di Cultura Birraria, il 29% ha seguito i moduli di Competenze Commerciali e il 18% quelli di Gestione Aziendale. Più che positivo il riscontro dei partecipanti che tendono a non fermarsi al primo corso, ma a completare più moduli afferenti alle tematiche di loro interesse.

 

.

.

 

Un coinvolgimento che rispecchia il trend positivo del settore della birra in Italia che è in continua crescita. Il terzo Rapporto di Osservatorio Birra, “La creazione di valore condiviso del settore della birra in Italia”, presentato lo scorso 29 novembre, evidenzia come il contributo della filiera di riferimento alla crescita della ricchezza e al benessere del nostro Paese – il cosiddetto valore condiviso – è cresciuto di più di 1 miliardo di euro (+17%), passando da 7,83 miliardi a 9,17 miliardi di euro. Il dato è significativo: equivale allo 0,52% dell’intero PIL italiano. Ottimi segnali anche sul fronte occupazionale: oggi la birra assicura lavoro a 92.190 persone.

Tweet


Marco Fusi
Info autore

Marco Fusi

Giornalista finanziario per professione e amante della birra – di qualità – per passione. Grazie ad una cara amica sommelier qualche anno fa ho scoperto il mondo delle birre artigianali e da allora è stato un crescendo.

Ho frequentato i corsi di degustazione organizzati dal network Fermento Birra, superando con successo l’esame finale; ho anche partecipato ad un corso di un giorno sull’Home Brewing di MOBI e spero, quando avrò un po’ piu’ di tempo libero, di iniziare la produzione a casa, nel frattempo degusto birre a Milano e provincia e vado alla ricerca dei migliori festival e appuntamenti birrari lungo tutta la penisola (lavoro permettendo) sia per scoprire le ultime novità e sia per conoscere la storia e le persone che si celano dietro ogni birrificio.

Mi piace confrontarmi sulle birre che bevo – per questo cerco di partecipare a degustazioni guidate e non – e prima o poi, chissà, tenterò l’esame BJCP… seguitemi e che il luppolo sia con voi!