Numero 13/2020

24 Marzo 2020

Blond Brothers: una grande compagine di amici, per grandi birre!

Blond Brothers: una grande compagine di amici, per grandi birre!

Tweet


Birrificio  Blond Brothers è nato dall’idea di due amici Luca e Floriano e di altri 5 ragazzi , tutti con la passione per il mondo delle birre artigianali. Blond Brothers sas nasce nel 2017 come beerfirm e beershop per poi aprire nel luglio 2018 il medesimo micoobirrificio a San Donà di Piave diventando il primo birrificio del Basso Piave e del sandonatese. La forza dell’azienda è presentata dai 7 soci che ogni giorno cercano di portare la loro esperienza e innovazione nel loro settore di appartenenza: Luca nel settore commerciale e amministrativo, Floriano e Massimiliano nel settore birrario essendo i due birrai, mattia nel settore grafico, Davide nel settore eventi, Hector nel settore alimentare essendo beersommelier e Nicola nel settore commerciale.

Oggi abbiamo fatto una chiacchierata con il gruppo di amici-imprenditori per scoprire meglio le loro creazioni!

 

.

.

 

Partiamo appunto dalle birre, quali sono i vostri prodotti di punta?

I nostri prodotti di punta sono le 5 birre di linea OFFSIDE helles, BU.BU vienna lager, PITCH APA, Blanche de Cavour, NICE DIPA, ma non solo. Abbiamo innumerevoli beerfirm fatti, collaborazioni presenti e future da fare e abbiamo una miriade di birre stagionali o one shot presentate e da presentare in futuro. La particolarità delle stagionali e delle one shot Blond Brothers è che le etichette sono fatte tutte a mano da artisti di ogni genere delle nostre zone, quali fumettisti, accademici ecc ecc.

Come è stato scelto il nome?
Il nome è nato dai due fondatori della Blond Brothers sas, Luca e Floriano. Essendo biondi fin dalla nascita e avendo un legame di amicizia che oramai è diventato fratellanza allo stato piu puro della fratellanza stessa, abbiamo trovato un nome che legasse sia noi due che il mondo della birra… e voilà… BLOND BROTHERS… in veneto… FRADEI BIONDI (fratelli biondi).

 

.

.

 

E’ iniziato da poco il 2020: progetti particolari per questo nuovo anno?
Abbiamo moltissimi progetti in serbo e speriamo di realizzarne alcuni in questo anno. Uno dei progetti principali è uscire con le birre in lattina per l’estate. Un altro è cominciare a guardarsi intorno e uscire in altri comuni con altri beershop. Abbiamo voglia di elevare le nostre birre con lo studio dell’acqua e dei lieviti e pensiamo di essere pronti. E come ultima cosa, uscire dalla provincia di venezia stabilmente e portare i nostri prodotti in tutta italia. Poi per altri progetti c’è tempo…

Per creare le vostre birre vi piace sperimentare l’utilizzo di materie prime particolari (come spezie o aromi) o puntate di più sulla produzione classica?
Non puntiamo solo sulla produzione classica. Sperimentiamo e molto. Abbiamo usato spezie come lo zenzero, abbiamo usato le puree ad esempio di lampone e frutto della passione, abbiamo usato i datteri, il sale, la frutta disidratata, il cacao , la vaniglia e la fava tonca. Non abbiamo mai usato aromi.

 

.

.

 

Qual è il vostro bacino d’utenza in Italia?
Il nostro bacino per adesso è solamente radicato nel Veneto e un po’ in Friuli. Abbiamo comunque presentato le birre anche nel bacino nazionale che stiamo per coinvolgere da quest’anno. Per adesso siamo totalmente indipendenti anche nella distribuzione ma da quest’anno puntiamo ad uscire anche nel panorama nazionale.

Quello del birraio secondo voi è un mestiere che si può trasmettere di generazione in generazione o necessita di una vera e propria vocazione?
Per noi, il mestiere del birraio si puo’ trasmettere anche di generazione in generazione visto la parola con cui lo si definisce, MESTIERE. Sicuramente noi non lo vediamo come un mestiere solo puntato al business ma per noi è stata una vocazione e lo si puo’ vedere e notare dalla filosofia delle nostre birre. Il concetto comunque del birraio passa assolutamente da una parte teorica e pratica che si devono fondere in una filosofia perchè per fare la birra si è capaci tutti basta imparare, ma la cosa bella che definisce il mestiere del birraio è l’armonia che da al suo prodotto sempre alla ricerca della perfezione e lo studio di tutto a 360 gradi, dalle materie prime all’acqua fino ad arrivare al prodotto finale.

 

Maggiori informazioni: www.blondbrothers.it

Tweet


Info autore

Federica Sborlino

Dopo la laurea triennale e specialistica in Scienze della Comunicazione presso l’Università Statale di Milano, ho ottenuto il diploma di Master Universitario di 2° Livello in Media Relation e Comunicazione Digitale presso la Business School del Sole 24 Ore, sempre a Milano.
Per 5 anni ho lavorato come Press Officer Account in agenzie di comunicazione di respiro internazionale quali Edelman, Weber Shandwick e True Company.
Da settembre 2016 sono responsabile comunicazione nell’azienda Uberti Srl di cui sono anche socia da luglio 2019.
Ho la passione per la lettura, dei romanzi in particolare, mi piace scrivere scegliendo attentamente le parole e, ca va sans dire, adoro la birra, artigianale of course.