Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 04/2018

23 Gennaio 2018

Sta arrivando… la Birra Sociale di Malnate!

Sta arrivando… la Birra Sociale di Malnate!

Tweet


 

Il sogno di un gruppo di ragazzi della provincia di Varese sta piano piano prendendo forma, è in commercio infatti da sabato 25 novembre la Birra Sociale di Malnate.

Nato dalla passione di Thomas e Gianluca, con altri amici e collaboratori, è un grande passo in avanti verso la creazione del primo birrificio sociale e comunale di Lombardia. L’idea è tanto semplice quanto ammirevole, la birra, prodotta in collaborazione col birrificio Serrastorta di Buscate (MI)servirà a autofinanziare finanziare la creazione del micro-birrificio, dove, grazie al fondamentale aiuto di lavoratori appartenenti a categorie svantaggiate (per questo prenderà la denominazione di Sociale), verrà stabilita la produzione in un prossimo futuro.

La gestione di questo laboratorio artigianale sarà portata avanti sotto forma di cooperativa sociale, con l’ovvio scopo, non di redistribuire i guadagni ai singoli soci, ma di creare un fondo per lo sviluppo dell’attività stessa e del finanziamento di altre imprese o iniziative dallo spiccato carattere sociale.

 

.

.

 

L’incontro tra Thomas e Gianluca è avvenuto anni fa quando, frequentando la stessa associazione sportiva, scoprono di avere un altro interesse comune: la birra. Una chiacchera tira l’altra e i due amici decidono di intraprendere assieme il cammino degli Homebrewers. Il desiderio di aprire un proprio birrificio continuava a crescere e così, assieme a un comune amico, Fabio, presentarono al comune di Malnate la loro idea che piacque molto. Da li in avanti si cominciò a mettere appunto le ricette per le birre e, vista la difficoltà di ottenere finanziamenti esterni, si prese la decisione di avviare il progetto facendosele produrre conto terzi. Altre persone col trascorrere del tempo si sono unite al Birrificio Sociale di Malnate, ognuno portando le sue competenze. È già da tempo on-line il sito www.birrificiosocialemalnate.com , dove si possono trovare informazioni e acquistare le birre, il tutto realizzato grazie alle capacità di “volontari”.

In questa prima fase del progetto il Birrificio Sociale di Malnate farà parte della cooperativa sociale Il Giardino del Sole di Venegono Superiore, comune vicino a Varese, che da oltre vent’anni si occupa di persone svantaggiate creando loro un lavoro ed aiutandole a ritagliarsi un posto all’interno della società moderna.

La Cotta N°14, prima birra commercializzata da Thomas e soci, si tratta di una Golden Ale, dal colore giallo dorato, molto beverina e dallo spiccato carattere agrumato, floreale e speziato donatole dall’utilizzo di luppoli americani.

.

.

 

 

“Un gruppo ben assortito dove c’è chi si occupa di comunicazione, chi della parte amministrativa, chi delle pubbliche relazioni, chi della produzione, della logistica, una azienda neonata che, grazie a tanta cura e passione dei soci, crescerà e, quando sarà grande, potrà dare lavoro a qualcuno che ne avrà bisogno” dice Thomas aggiungendo:“Per meglio stimolare la partecipazione di persone,l‘idea è quella di dare al birrificio una caratterizzazione Comunale, ispirata dagli Zoigl della Baviera”, mi ha raccontato Thomas. Importare questa tradizione teutonica, radicata sin dal medioevo nei piccoli borghi bavaresi, creerà un luogo dove, non solo sarà possibile conoscere e approfondire la birra e il modo in cui viene prodotta, ma anche dove chiunque potrà, portando la sua ricetta, avere la sua personalizzata.

Fabio, Thomas, Gianluca e gli altri sono ancora oggi alla ricerca di collaboratori. Viste le finalità benefiche e sociali del progetto non c’è una grossa disponibilità di denaro e quindi c’è sempre bisogno di ragazzi volenterosi che possano mettere a disposizione le loro capacità, il loro tempo ed il loro entusiasmo per curare e sviluppare tutto quello che sta attorno all’idea Birrificio Sociale di Malnate. Per chi fosse interessato a collaborare, volesse proporre una ricetta, scambiare due parole o regalare un’idea, scrivete a birrificiomalnate@gmail.com o www.birrificiosocialemalnate.com

Tweet

Federico Borra
Info autore

Federico Borra

Classe 1982, nato a Milano, ma comasco d’adozione, ho iniziato il mio viaggio nel mondo della birra artigianale nella cantina di un ormai famoso birraio: io facevo i compiti della quinta elementare, lui poneva le basi per un brillante futuro.
Per anni però ho vissuto ai margini di un movimento che diventava sempre più grande e delle cui meraviglie finalmente e totalmente mi sono innamorato nell’estate del 2011… da allora si può dire che io e la birra artigianale siamo inseparabili.
Sono un autodidatta (adoro leggere), ho però frequentato alcuni corsi presso i birrifici vicino a casa (mi piace anche ascoltare, soprattutto i birrai!). Grazie ad un tifoso lariano del West Ham (di cui forse un giorno vi racconterò), riesco facilmente a raggiungere birre da tutto il mondo, dalla Danimarca al Giappone, passando per Nuova Zelanda, Francia, Inghilterra, Belgio, Germania, U.S.A., Italia e chi più ne ha più ne metta…e dove non arriva lui, c’è sempre internet!
Fosse per me sarei sempre in giro per il mondo, scoprire nuove culture mi affascina soprattutto attraverso la musica, il cibo e, perché no, la birra. Da sempre sono appassionato di cucina, cerco di scavare a fondo nella tradizione senza mai chiudere la porta alla creatività. Sfoglio volentieri, anche solo per passare il tempo, libri di ricette e ne ho una piccola collezione comprata in tutto il mondo (beh, più o meno tutto). Questa mia passione si è unita a quella della birra sfociando nella ricerca dell’ abbinamento perfetto.
Dal 2012 sono homebrewer. Producendo birra mi piacerebbe imparare a conoscere gli aromi del luppolo e le sfumature del malto, l’utilizzo dei lieviti e l’influenza che ha l’acqua sulla nostra bevanda preferita (la sperimentazione in prima persona è fondamentale!!).
Attraverso questa nuova esperienza con www.giornaledellabirra.it vorrei poter condividere con voi le mie idee e le mia scoperte, confrontarmi e soprattutto ampliare i miei orizzonti! Tra i miei ispiratori, l’autore Jef Van Den Steen ed il suo libro Gueuze & Kriek: The Magic of Lambic