Numero 29/2020

17 Luglio 2020

Pillole di luppolo: il celebre Simcoe

Pillole di luppolo: il celebre Simcoe

Tweet

Tag:

La varietà di luppolo Simcoe ha un’origine molto recente, è infatti nel 2000 che Charles E. Zimmerman presso la Select Botanicals Group, creò questa varietà di luppolo nella Yakima Valley nello stato di Whasington, zona vocata alla produzione di luppolo in America (qui viene prodotto l’80% del luppolo statunitense). Fu Chuck Zimmerman che inziò negli anni 70 del secolo scorso la sua ricerca nel campo dei luppoli, questo ricercatore del dipartimento per l’agricoltura degli Stati Uniti presso l’università di Washington è infatti il creatore della varietà di luppolo più conosciuto al mondo: il Cascade.

 

.

.

 

Il Simcoe è risultata una delle varietà di luppolo più venduta e ricercata fin dalla sua creazione. La crescente domanda ha portato una crescita incontrollata di terreni dedicati alla coltivazione di questa varietà, sia in Oregon che in Idaho (la sua produzione è arrivata a 3200 ettari coltivati nel 2015). Nonostante ciò è piuttosto difficile per i birrai reperire questa varietà in quanto il Simcoe è protetto da un brevetto e da un marchio registrato, che ne limita anche gli areali di coltivazione a causa del controllo del materiale di propagazione dal costitutore.

 

.

.

 

Le sue caratteristiche sottolineano come questa varietà di luppolo presenti buone caratteristiche sia per quel che riguarda il contenuto di alfa acidi che per il contenuto in oli essenziali.
Olfatto: il profilo aromatico è caratterizzato da sentori agrumati di pompelmo ma anche note balsamiche e resinose simili al pino e al legno percepibili già all’olfatto. È possibile percepire anche sentori fruttati di frutto della passione, albicocca e frutti di bosco.
Gusto: gli aromi dunque vanno dal terroso al resinoso fino ad arrivare al fruttato. I descrittori di aromi specifici includono frutti di bosco, albicocca, frutto della passione e agrumi, ma anche aromi aghi di pino e terrosi. Questi ultimi due sono più pronunciati in confronto agli altri che si esprimono al meglio negli ultimi minuti di bollitura. Il sapore e l’aroma sono piuttosto complessi e unici. Molto spesso viene paragonato al Cascade, infatti si pensa ne sia un discendente.
Il Simcoe è un luppolo Dual Purpose (a doppia funzione). Il suo uso principale sarebbe da amaro, infatti questo risulta essere pulito e uniforme senza strafare con le note pungenti che ci si aspetterebbero, per questo motivo spesso viene paragonato al Magnum. Ma a differenza di quest’ultimo ha un potenziale di sapori e aromi più alto. Aggiunto come luppolo da aroma apporta caratteristiche organolettiche molto particolari ed associandolo ad altre varietà apporta le caratteristiche migliori alla birra. Spesso, se usato in maniera e quantità spropositate, potrebbe rendere astringente la birra (come del resto quasi tutti i luppoli).

Tweet


Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!