Numero 44/2019

30 Ottobre 2019

Birra Mastino e Moor: una CrazyShot per salutare l’autunno

Birra Mastino e Moor: una CrazyShot per salutare l’autunno

Tweet


Sono passati ormai 10 anni dalla prima cotta, un inizio come per molti incerto e di ricerca identitaria e un significativo cambio di passo a partire dal 2015.  Da allora Mastino -realtà artigianale della città Scaligera- sembra aver raggiunto la consapevolezza e lungimiranza necessarie per giocare una partita che sta diventando sempre più competitiva.

 

.

.

 

L’artigianato birrario in Italiaè poco più che ventenne e oggi manifesta tutti i segni (positivi e non) di una rivoluzione repentina. In questo presente caotico e certamente più selettivo di un tempo, occorre sapere bene chi si è e dove si vuole andare.Christian Superbi e Mauro Salaorni sembrano avere le idee chiare, la strada tracciata li sta premiando. Identità produttiva, massima attenzione al controllo qualità e una solida rete commerciale sono pilastri portanti per fare impresa e Birra Mastino è un fulgido esempio in tal senso.

Il pretesto per tornare a parlavi di questa bella realtà italiana è il sodalizio con un birrificio che non ha certo bisogno di presentazioni. Lo scorso settembre infatti, negli impianti veronesi, si è brassata la CrazyShot 10, una one-shot in stile doppelbock prodotta in collaborazione con Justin Hawke, deus ex machinadiMoor.

Abbiamo raggiunto Christian e Mauro telefonicamente per farci raccontare com’è nata l’idea di questa one- shot“Da tempo pensavamo di proporre una collaborazione a Justin, ma immaginavamo sarebbe stato più complicato coinvolgerlo. È sempre preso da mille impegni e di certo corteggiato da molti per progetti di questo tipo. Sentirlo entusiasta di questa collaborazione ci ha piacevolmente sorpresi” – confessa Christian.

 

.

.

 

 

Non stentiamo a crederlo, Moor è tra le realtà internazionali più apprezzate e Justin un vero talento. Collaborare con birrifici di questo calibro è significativo dell’ottimo lavoro svolto. “Quando ci siamo confrontati con Justin sulla ricetta non ha fatto mistero della sua passione per le basse fermentazioni” –aggiunge Mauro- “Non potevamo certo non accontentarlo, così abbiamo pensato ad una doppelbock, un sorso autunnale insomma”.

Questa breve chiacchierata ci ha dato l’impressione che le novità in casa Mastino non sia finite, non ci stupiremmo se il duo Scaligero ci riservasse succose novità per il prossimo futuro. “Qualcosa in effetti bolle in pentola” – aggiunge Christian- “ma saprete tutto a tempo debito. Ora ci godiamo questa collaborazione di cui andiamo particolarmente fieri”.

Disponibile in fusto e in bottiglia da 0,33 cl, CrazyShot 10 sarà presentata in anteprima Venerdì 8 Novembre in alcuni tra i migliori locali italiani. Per tutti i dettagli dell’evento vi rimandiamo alla pagina facebook del birrificio.

Tweet


Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!