Numero 50/2019

15 Dicembre 2019

Caponata al forno con birra contadina®

Caponata al forno con birra contadina®

Tweet

Tag:, ,

La caponata di verdure è un piatto che racchiude colori e sapori tipicamente mediterranei, con una particolare nota agrodolce. Nella nostra ricetta ho aggiunto la birra contadina Sloira®, una bionda decisa dal gusto pieno. Vi propongo una versione leggera (senza friggere le verdure) e facile da preparare.

La caponata va gustata fredda, come antipasto o contorno.

.

.

Ingredienti:

  • 2 melanzane
  • 1 peperone rosso/giallo
  • 3 zucchine (facoltativo)
  • 1 cavolfiore (piccolo)
  • 1 cipolla bianca
  • 3 carote
  • 80 g di olive snocciolate (io ho usato la qualità taggiasca)
  • 30 g di capperi sotto sale
  • un cucchiaio di zucchero
  • 100 g di birra contadina
  • 3 cucchiai di aceto di vino bianco (oppure aceto di mele)
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • q.b. sale

Procedimento:

Tagliate le melanzane a cubetti e mettetele nello scolapasta con il sale. Lasciatele colare per un paio d’ore. Nel frattempo pulite e tagliate tutte le verdure: le zucchine, il peperone, le carote, il cavolfiore, la cipolla, i capperi (messi precedentemente nell’acqua per togliere il sale). Disponetele in una teglia capiente: aggiungete le melanzane, olio evo, sale e mettete in forno ventilato a 190◦. Cuocete per circa 40 min girando di tanto in tanto; trascorso il tempo aggiunte lo zucchero, la birra e l’aceto, fate cuocere per altri 20 min girando di tanto in tanto. Gli ultimi 10 min aggiungete anche le olive.

La vostra caponata alla birra è pronta. Gustatela fredda come antipasto o contorno al vostro piatto di carne.

Cheers!

 

 

Tweet


Lina Zadorojneac
Info autore

Lina Zadorojneac

Nata in Moldavia, mi sono trasferita definitivamente in Italia per amore nel 2008. Nel 2010 e 2012 sono arrivati i miei due figli, le gioie della mia vita: in questi anni ho progressivamente scoperto questo paese, di cui mi sono perdutamente infatuata. Da subito il cibo italiano mi ha conquistato con le sue svariate sfaccettature, ho scoperto e continuo a scoprire ricette e sapori prima totalmente sconosciuti. Questo mi ha portato a cambiare anche il modo di pensare: il cibo non è solo una necessità, ma un piacere da condividere con la mia famiglia e gli amici. Laureata in giurisprudenza, diritto internazionale e amministrazione pubblica, un master in scienze politiche, oggi mi sono di nuovo messa in gioco e sono al secondo e ultimo anno del corso ITS Gastronomo a Torino, corso ricco di materie interessanti e con numerosi incontri con aziende produttrici del territorio e professionisti del settore. Il corso ha come obiettivo la formazione di una nuova figura sul mercato di oggi: il tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie e agro-alimentari. Così ho iniziato a scrivere per il Giornale della Birra, occasione stimolante per far crescere la mia professionalità.