Numero 14/2021

10 Aprile 2021

Brasserie Abbaye du Cateau, Francia

Brasserie Abbaye du Cateau, Francia

Tweet


 

Tratto da La birra nel mondo, Volume I, di Antonio Mennella-Meligrana Editore

 

Abbaye du Cateau

Le Cateau-Cambrésis/Francia

Brasserie nel centro storico di un piccolo comune della regione Nord-Pas-de-Calais Piccardia. Sorge sul sito dell’ex abbazia benedettina Saint-André di Cateau, risalente al secolo X e produttrice di birra dal 1775.

La fabbrica, che era arrivata a produrre 12 mila ettolitri all’anno, nel 1926 cessò l’attività per la scomparsa dei villaggi di Peronne e Vendelgies con la costituzione di Le Cateau-Cambrésis. Finalmente, nel 2004, dopo adeguata ristrutturazione, la birreria riaprì i battenti.

.

.

Abbaye du Cateau Vivat Blonde, bière de garde di colore arancione nebuloso: effervescenza morbida e alta; enorme schiuma soffice e molto stabile; aroma granuloso e acidulo, a base di ananas, pompelmo, mandarino, buccia d’arancia, con un tocco di fieno; corpo medio tendente al leggero di consistenza acquosa; gusto agrodolce, con note di caramello, agrumi, luppolo floreale, pepe bianco, e una dolce finitura alcolica; lungo retrolfatto all’insegna delle spezie e di un amarore erbaceo (g.a. 6,5%).

Abbaye du Cateau Vivat Triple, abbazia tripel di colore dorato leggermente velato (g.a. 8,3%). L’effervescenza è vivace; la spuma, minuta, spessa, con pregevole allacciatura. L’olfatto propone delicati sentori di pesca, mela, albicocca, grano e lievito, avvolti in un dolce alone di etanolo. Il corpo, piuttosto pieno, ha una consistenza un po’ grassa. Il gusto defluisce con una certa amabilità, sfumato da una luppolizzazione a secco che conferisce qualche nota aspra e amarognola. Il finale, decisamente asciutto e pulito, introduce una lunga persistenza retrolfattiva con piacevoli, cordiali, suggestioni alcoliche

Tweet


Info autore

Antonio Mennella

Sono nato il primo gennaio 1943 a Lauro (AV) e oggi risiedo a Livorno.
Laureato in giurisprudenza, sono stato Direttore Tributario delle Dogane di Fortezza, Livorno, Pisa, Prato.
 
La scrittura è sempre stata una delle mie passioni, che è sfociata in numerose pubblicazioni di vario genere, alcune specificatamente dedicate alla birra. Gli articoli riportati sul Giornale della Birra sono tratti da La birra nel mondo, in quattro volumi, edita da Meligrana.

Pubblicazioni: 
Confessioni di un figlio dell’uomo – romanzo – 1975
San Valentino – poemetto classico – 1975
Gea – romanzo – 1980
Il fratello del ministro – commedia – 1980
Don Fabrizio Gerbino – dramma – 1980
Umane inquietudini – poesie classiche e moderne – 1982
Gigi il Testone – romanzo per ragazzi – 1982
Il figlioccio – commedia – 1982
Memoriale di uno psicopatico sessuale – romanzo per adulti – 1983
La famiglia Limone, commedia – 1983
Gli anemoni di primavera – dramma – 1983
Giocatore d’azzardo – commedia – 1984
Fiordaliso – dramma – 1984
Dizionario di ortografia e pronunzia della lingua italiana – 1989
L’Italia oggi – pronunzia corretta dei Comuni italiani e nomi dei loro abitanti – 2012
Manuale di ortografia e pronunzia della lingua italiana – in due volumi – 2014
I termini tecnico-scientifici derivati da nomi propri – 2014
I nomi comuni derivati da nomi propri – 2015
 
Pubblicazioni dedicate alla BIRRA:
La birra, 2010
Guida alla birra, 2011
Conoscere la birra, 2013
Il mondo della birra, 2016
 
La birra nel mondo, Volume I, A-B – 2016
La birra nel mondo, Volume II, C-K -2018
La birra nel mondo, Volume III, L-Q – 2019
La birra nel mondo, Volume IV, R-T – 2020
 La birra nel mondo, Volume V, U-Z– 2021
Ho collaborato, inoltre, a lungo con le riviste Degusta e Industrie delle Bevande sull’origine e la produzione della birra nel mondo.