Numero 13/2021

3 Aprile 2021

U Fleků: la più antica birreria di Praga

U Fleků: la più antica birreria di Praga

Tweet


Tratto da La birra nel mondo, Volume V, di Antonio Mennella-Meligrana Editore

U Fleků

Praga/Repubblica Ceca

Pub e piccolo birrificio con cortile centrale, nella Città Vecchia. Sulla facciata dell’edificio, sopra la porta d’ingresso, un antico orologio dà il nome al locale; all’interno, nell’antica malteria, un museo, con macchinari originali, spiega i processi produttivi della bitta attraverso i secoli.

.

.

Originariamente a gestione familiare, il pub fu fondato nel 1499. Dopo la seconda guerra mondiale fu nazionalizzato e passò sotto il controllo di un consiglio gestionale designato dallo Stato. Ritornò privato nel 1989, con la rivoluzione di velluto.

.

.

La più antica birreria di Praga, con otto sale da pranzo in cui vengono serviti piatti tradizionali locali e birra, è ovviamente presa d’assalto dai turisti.

U Fleků Flekovský Tmavý Ležák 13°, dunkel di colore marrone scuro intenso, quasi nero, e dall’aspetto opaco (g.a. 4,6%); non filtrata. La sua prima elaborazione risale al 1499. La carbonazione è piuttosto modesta; la schiuma moca, voluminosa, di ottima cremosità e tenuta. Abbastanza elevata, l’intensità olfattiva propone gradevoli profumi di malto tostato, caramello, frutta scura, caffè torrefatto, lievito, cioccolato, liquirizia, in primo piano e più in secondo, di quercia, terra, pepe, luppolo a base di erbe. Il corpo, medio-leggero, ha una consistenza pressoché oleosa. Perfettamente equilibrato, il gusto esprime, a sua volta, una miscellanea organica di dolce, amaro e acidulo, grazie alla solida base di malto caramellato che sostiene adeguatamente un discreto luppolo terroso e la delicata acidità della frutta nera. Il finale, pulito e fresco, reca un aroma dolce di caffè. Nel retrolfatto, pregno di un amarognolo erbaceo, rimangono quasi strozzate le emergenti suggestioni di liquirizia.

Tweet


Info autore

Antonio Mennella

Sono nato il primo gennaio 1943 a Lauro (AV) e oggi risiedo a Livorno.
Laureato in giurisprudenza, sono stato Direttore Tributario delle Dogane di Fortezza, Livorno, Pisa, Prato.
 
La scrittura è sempre stata una delle mie passioni, che è sfociata in numerose pubblicazioni di vario genere, alcune specificatamente dedicate alla birra. Gli articoli riportati sul Giornale della Birra sono tratti da La birra nel mondo, in quattro volumi, edita da Meligrana.

Pubblicazioni: 
Confessioni di un figlio dell’uomo – romanzo – 1975
San Valentino – poemetto classico – 1975
Gea – romanzo – 1980
Il fratello del ministro – commedia – 1980
Don Fabrizio Gerbino – dramma – 1980
Umane inquietudini – poesie classiche e moderne – 1982
Gigi il Testone – romanzo per ragazzi – 1982
Il figlioccio – commedia – 1982
Memoriale di uno psicopatico sessuale – romanzo per adulti – 1983
La famiglia Limone, commedia – 1983
Gli anemoni di primavera – dramma – 1983
Giocatore d’azzardo – commedia – 1984
Fiordaliso – dramma – 1984
Dizionario di ortografia e pronunzia della lingua italiana – 1989
L’Italia oggi – pronunzia corretta dei Comuni italiani e nomi dei loro abitanti – 2012
Manuale di ortografia e pronunzia della lingua italiana – in due volumi – 2014
I termini tecnico-scientifici derivati da nomi propri – 2014
I nomi comuni derivati da nomi propri – 2015
 
Pubblicazioni dedicate alla BIRRA:
La birra, 2010
Guida alla birra, 2011
Conoscere la birra, 2013
Il mondo della birra, 2016
 
La birra nel mondo, Volume I, A-B – 2016
La birra nel mondo, Volume II, C-K -2018
La birra nel mondo, Volume III, L-Q – 2019
La birra nel mondo, Volume IV, R-T – 2020
 La birra nel mondo, Volume V, U-Z– 2021
Ho collaborato, inoltre, a lungo con le riviste Degusta e Industrie delle Bevande sull’origine e la produzione della birra nel mondo.