Numero 31/2020

28 Luglio 2020

Conto alla rovescia per Acido Acida: attiva la piattaforma per l’accesso

Conto alla rovescia per Acido Acida: attiva la piattaforma per l’accesso

Tweet


Sarà un festival diverso nelle modalità per tutelare la salute di tutti, ma non nei contenuti: è quanto assicurano gli organizzatori di Acido Acida – British Beer Festival, unico evento italiano dedicato alle birre britanniche, che si terrà da venerdì 4 a domenica 6 settembre chiostro di Santa Maria della Consolazione a Ferrara. Il primo passo per chi vuole partecipare è quello di registrarsidalla mezzanotte tra il 30 e il 31 luglio sarà infatti possibile prenotare online gratuitamente il proprio ingresso all’indirizzo https://www.eventbrite.co.uk/e/acido-acida-ferrara-british-beer-festival-7edizione-tickets-112347087162. Sono disponibili 4 sessioni a giornata – 12-15, 15-18, 18-21 e 21-24 – ed è possibile prenotarne più d’una. All’entrata sarà poi consegnata a ciascuno la propria guida personale, al momento dell’acquisto dei gettoni (1,50 euro l’uno, con birre da 1 a 5 gettoni a seconda della tipologia). Non ci saranno invece bicchieri da acquistare: ciascuno utilizzerà il suo personale – quello delle passate edizioni, o uno qualsiasi che disponga di tacca da 150ml. Saranno comunque disponibili bicchieri su cauzione.

.

.

«Abbiamo fatto questo per assicurare l’ingresso a tutti, in modo tale da distribuire le persone nell’arco della giornata ed evitare di avere picchi con assembramento – spiega ipublican de Il Molo Davide Franchini, fondatore di Acido Acida –. Garantiamo a tutti un posto comodo dove degustare le birre, mangiare in tutta tranquillità e sicurezza e poter interagire con i birrai».

L’emergenza Covid, assicura Franchini, non ha pregiudicato la qualità complessiva del festival: «Avremo 90 spine, con una riduzione minima rispetto al previsto – prosegue – e abbiamo sostituito alcuni birrifici inglesi impossibilitati a partecipare con degli italiani di grande spessore: Antica Contea, Mister B, Liquida, Ca’ del Brado e Birrificio Armerino. Così come abbiamo inserito birrifici nordamericani (Usa e Canada), nella nuova sezione curata dal “veterano” di Acido Acida Simone Nicoletto: avremo Cigar City Brewing, Oskar Blues Brewery, Founders Brewing Company, Avery Brewing Company e Collective Arts Brewing, il cui birraio sarà presente venerdì 4 settembre». Le birre inglesi saranno suddivise secondo il criterio geografico di “Manchester zone”, “Bristol zone” e “London zone”. Ma il fiore all’occhiello sarà la bottaia, con birre di altissimo livello tutte maturate in botte; e per la quale alcuni birrifici hanno mandato in esclusiva per l’Italia e per l’Europa alcune loro produzioni. Ad esempio Burning Sky avrà lambic Girardin preso appositamente in Belgio; e maturato poi nelle botti del birrificio in Sussex, per essere infine blendato con le sue birre.

.

.

Confermata anche la terza tappa del Campionato Italiano HB 2020 di MoBI, a stile libero con menzione speciale per le birre di tradizione inglese.

Acido Acida vi aspetta quindi prima online per la prenotazione, e poi dal 4 al 6 settembre al chiostro di Santa Maria della Consolazione (via Mortara 98, Ferrara), dalle 12 alle 24. Tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina Facebook, al numero 320 217 4940 e all’indirizzo mail ilmololive@libero.it: l’invito è quello a seguire soprattutto il canale social, dove verranno man mano resi noti ulteriori dettagli.

Tweet


Info autore

Chiara Andreola

Veneta di nascita e friulana d’adozione, dopo la scuola di giornalismo a Milano ho lavorato a Roma – dove nel 2009 ho conseguito il titolo di giornalista professionista – e a Bruxelles al DG Comunicazione della Commissione Europea. Lì sono iniziati i miei primi timidi approcci con la birra, tra cui la storica Bush de Noel che ha finito per mettere il sigillo definitivo alla storia d’amore tra me e il mio futuro marito – e già da lì si era capito che una storia d’amore era nata anche tra me e la birra. Approdata a Udine per seguire appunto il marito, qui ho iniziato ad approfondire la mia passione per la birra artigianale grazie al rapporto in prima persona con i birrai – sia della regione che più al largo – e i corsi di degustazione tenuti dal prof. Buiatti all’Università di Udine; così dal 2013 il mio blog è interamente dedicato a questo tema con recensioni delle birre e resoconti delle miei visite a birrifici, partecipazioni ad eventi e degustazioni. Le mie collaborazioni con pubblicazioni di settore come Il Mondo della Birra e Nonsolobirra.net, con eventi come la Fiera della Birra Artigianale di Santa Lucia di Piave e il Cucinare di Pordenone, e la conduzione di degustazioni mi hanno portata a girare l’Italia, la Repubblica Ceca, il Belgio e la Svezia. Ora sono approdata anche al Giornale della Birra, un altro passo in questo mio continuare a coltivare la mia passione per il settore e la volontà di darvi il mio contributo tramite la mia professione.