Numero 38/2019

21 Settembre 2019

Torna in Italia Kinnegar Brewing con Beergate

Torna in Italia Kinnegar Brewing con Beergate

Tweet


Il distributore milanese Beergate porta di nuovo in Italia gli artefici di una delle eccellenze birrarie artigianali irlandesi: dal 23 al 25 settembre sarà infatti in Italia lo staff di Kinnegar Brewing, che già si era fatto conoscere ed apprezzare nelle sue precedenti tre visite nel nostro Paese. La formula è sempre quella del tour birrario nei locali, particolarmente apprezzata da publican, birrai e pubblico perché permette un contatto diretto tra queste tre parti: gli amici irlandesi saranno al Beersaglio di Costa Volpino (Bergamo) nella serata di lunedì 23, all’Unibirra di Varese martedì 24, e al Bastian Contrario di Parma mercoledì 25. In ciascuna di queste serate ci sarà la possibilità di incontrare i birrai e degustare insieme le loro creazioni, facendosi raccontare in prima persona che cosa sta dietro all’ideazione e al processo produttivo.

 

.

.

Kinnegar, birrificio artigianale del Donegal, ha le sue origini in un impianto pilota avviato da Rick LeVert e Libby Carton nel 2011; e da inizio 2017 si è trasferito in una nuova struttura con un impianto all’avanguardia. Il tutto rimanendo fedele alla filosofia di non filtrare, né pastorizzare, né aggiungere anidride carbonica alle birre; nonché a quell’approccio “giocoso” alla produzione che Rick cita come fondamento del lavoro suo e della squadra, insieme al radicamento nel territorio. Il birrificio si è guadagnato importanti riconoscimenti – tra cui due medaglie d’oro al Dublin Beer Cup e un oro e un argento al Commonwealth Beer Cup nel 2017. Da segnalare la ale alla segale Rustbucket, stile che Kinnegar, unico in Irlanda, produce stabilmente. Lo staff ha sempre tenuto molto ai tour in Italia: “Ci mettono in contatto con i clienti e con il pubblico – affermano Rick e Libby – e per un piccolo birrificio non c’è modo migliore per promuoversi. Inoltre l’Italia ha una cultura enogastronomica tale per cui possiamo imparare molto da come il pubblico accoglie i nostri prodotti. Intendiamo consolidare le relazioni con i nostri distributori e i pub, sostenerli nel vendere la birra, e portare la nostra impronta sul mercato italiano”.
Beergate è nata su iniziativa di Marco e Luca Di Lella che, dopo dodici anni di esperienza come beershop, tra il 2010 e il 2012 hanno iniziato a prendere contatti direttamente con i birrai esteri. Rendendosi conto di come il trasporto e la macchinosità della filiera andassero ad influire negativamente sulla qualità delle birre, sono giunti alla decisione di aprire una società per l’importazione e la distribuzione.

 

.

.

 

 

L’obiettivo è garantire la catena del freddo durante tutto il trasporto, insieme alla celerità nella distribuzione e a un’adeguata promozione del prodotto nei locali a beneficio dei publican: forte dei contatti diretti, Beergate organizza regolarmente tour dei birrai nei pub. Buona parte dell’attività di Beergate si concentra sull’Irlanda, a cui i fratelli Di Lella hanno dedicato la propria attenzione in tempi in cui il mercato era ancora indirizzato su Germania e Belgio: sono così stati tra i pionieri nel portare in Italia le produzioni artigianali irlandesi, tra cui quelle di birrifici – come Kinnegar – che hanno in seguito ottenuto riconoscimenti prestigiosi. Grazie ad una gestione della catena del freddo all’avanguardia tra gli importatori di birra artigianale, Beergate ha iniziato ad importare anche le delicatissime birre a bassa fermentazione della Repubblica Ceca; ed ha in serbo altri progetti per il futuro. “Prossimamente saremo di nuovo all’estero per conoscere di persona, come sempre facciamo, gli artigiani di cui ci piacerebbe distribuire i prodotti – affermano di fratelli Di Lella –. Naturalmente è ancora prematuro fare anticipazioni, però già possiamo dire che al termine di questo viaggio sicuramente avremo delle novità”.
L’appuntamento è quindi dal 23 al 25 settembre al Beersaglio, Unibirra e Bastian Contrario; per informazioni, è possibile consultare i siti web e pagine Facebook dei locali, oppure www.beergate.it

Tweet


Info autore

Chiara Andreola

Veneta di nascita e friulana d’adozione, dopo la scuola di giornalismo a Milano ho lavorato a Roma – dove nel 2009 ho conseguito il titolo di giornalista professionista – e a Bruxelles al DG Comunicazione della Commissione Europea. Lì sono iniziati i miei primi timidi approcci con la birra, tra cui la storica Bush de Noel che ha finito per mettere il sigillo definitivo alla storia d’amore tra me e il mio futuro marito – e già da lì si era capito che una storia d’amore era nata anche tra me e la birra. Approdata a Udine per seguire appunto il marito, qui ho iniziato ad approfondire la mia passione per la birra artigianale grazie al rapporto in prima persona con i birrai – sia della regione che più al largo – e i corsi di degustazione tenuti dal prof. Buiatti all’Università di Udine; così dal 2013 il mio blog è interamente dedicato a questo tema con recensioni delle birre e resoconti delle miei visite a birrifici, partecipazioni ad eventi e degustazioni. Le mie collaborazioni con pubblicazioni di settore come Il Mondo della Birra e Nonsolobirra.net, con eventi come la Fiera della Birra Artigianale di Santa Lucia di Piave e il Cucinare di Pordenone, e la conduzione di degustazioni mi hanno portata a girare l’Italia, la Repubblica Ceca, il Belgio e la Svezia. Ora sono approdata anche al Giornale della Birra, un altro passo in questo mio continuare a coltivare la mia passione per il settore e la volontà di darvi il mio contributo tramite la mia professione.