Numero 38/2019

22 Settembre 2019

Naked cake con crema alla birra e caffè

Naked cake con crema alla birra e caffè

Tweet

Tag:, ,

Questa torta può mettere d’accordo sia gli amanti del caffè che quelli della birra, perché ha una base al caffè con una crema particolarissima a base di birra con caffè.

Naked cake è una torta di tendenza che sta spopolando su tutti i social. Naked in italiano “nuda”, vuol dire una torta senza decorazioni. Rimane al vostro gusto e piacere decorarla. Sbizzarritevi come volete.

La birra che ho usato proviene da un birrificio leccese: birra doppio malto, alta fermentazione, colore ebano scuro dal corpo leggero e vellutato. L’aroma e il gusto fragranti e delicati sono conferiti dal caffè (ingrediente principe di questa birra).

Per decorarla ho usato una sac à poche, in mancanza non disperate spalmate la crema con una spatola.

.

.

.Ingredienti:

Per la crema:

  • 2 uova intere
  • 100 gr di zucchero
  • 50 gr di farina
  • 33 cl di birra al caffè (una bottiglia)
  • 400 ml panna da montare

Per la base di torta al caffe:

  • 300 gr di farina tipo 1
  • 4 uova
  • 200 gr zucchero semolato
  • 120 ml di olio di semi
  • 100 ml di latte
  • 50 ml di caffè
  • 10 gr di lievito per dolci

Preparazione della crema:

Scaldate leggermente la birra in un pentolino, senza portarla a bollore. In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e cremoso; aggiungete la farina e continuate a mescolare con una frusta per amalgamare tutti gli ingredienti. Versate a filo la birra intiepidita sul composto, stemperate il tutto con la frusta e portate la crema sul fuoco. Cuocete la crema a fuoco basso mescolando continuamente con la frusta, fino a quando non si sarà addensata. Trasferite la crema in una ciotola e lasciatela raffreddare con un foglio di pellicola a contatto.

Quando sarà fredda, montate la panna fredda da frigo e aggiungetela a questa girandola con le fruste per incorporala meglio. Quest’ultima operazione fatela quando la vostra base per la torta sarà pronta e raffreddata.

.

.

Preparazione della base per la torta:

In una ciotola capiente mettete le uova con lo zucchero semolato. Lavorate questi due ingredienti con le fruste elettriche e poi, versate l’olio di semi e il latte. Unite poco per volta la farina, mescolando bene in modo che non si formino grumi; dopodiché aggiungete 10 gr di lievito per dolci. Infine versate il caffè amaro per aromatizzare la torta. Fate amalgamare tutti gli ingredienti e trasferite l’impasto in uno stampo da 24 cm di diametro, precedentemente imburrato e infarinato. Cuocete la base della torta in forno statico, già caldo, per circa 40 minuti a 180°.

Assemblaggio della naked cake:

.

.

Quando la base per la torta si raffredderà toglietela dallo stampo e tagliatela in due per metà. Mettete la vostra crema alla birra e caffè in una sac à poche e fate dei ciuffetti generosi su tutta la superficie, copritelo con il secondo disco e fate gli stessi ciuffetti. In mancanza di una sac à poche usate una spatola. Se volete potete finire la decorazione della vostra torta spolverando un po’ di caffè macinato fine sopra.

.

.

Potete abbinare la vostra torta con la stessa birra oppure una tazza di slow coffee (Moka, Chemex, Syphon, Cold-brew o altri tipi di estrazione a vostra preferenza)

Tweet


Lina Zadorojneac
Info autore

Lina Zadorojneac

Nata in Moldavia, mi sono trasferita definitivamente in Italia per amore nel 2008. Nel 2010 e 2012 sono arrivati i miei due figli, le gioie della mia vita: in questi anni ho progressivamente scoperto questo paese, di cui mi sono perdutamente infatuata. Da subito il cibo italiano mi ha conquistato con le sue svariate sfaccettature, ho scoperto e continuo a scoprire ricette e sapori prima totalmente sconosciuti. Questo mi ha portato a cambiare anche il modo di pensare: il cibo non è solo una necessità, ma un piacere da condividere con la mia famiglia e gli amici. Laureata in giurisprudenza, diritto internazionale e amministrazione pubblica, un master in scienze politiche, oggi mi sono di nuovo messa in gioco e sono al secondo e ultimo anno del corso ITS Gastronomo a Torino, corso ricco di materie interessanti e con numerosi incontri con aziende produttrici del territorio e professionisti del settore. Il corso ha come obiettivo la formazione di una nuova figura sul mercato di oggi: il tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie e agro-alimentari. Così ho iniziato a scrivere per il Giornale della Birra, occasione stimolante per far crescere la mia professionalità.