Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 30/2017

28 luglio 2017

Beer Paradise Shop: azienda storica della distribuzione locale, diventata 2.0

Beer Paradise Shop: azienda storica della distribuzione locale, diventata 2.0


 

L’Italia, come ben noto, è diventata un grande fermentatore di birra artigianale: da Nord a Sud sono nati moltissimi microbirrifici e anche numerose beerfirm hanno fatto la loro comparsa sul mercato. Molte di queste realtà produttive hanno una distribuzione limitata ad un mercato strettamente locale rispetto al luogo di produzione e, anche se si tratta di un aspetto positivo per la logistica e il legame con il territorio, viene meno l’opportunità per molti appassionati di poter degustare molte delle birre del panorama brassicolo nazionale.
Gli e-commerce possono far fronte a queste limitazioni, consentendo di unire i vantaggi dell’etere e della logista, oggi estremamente efficienti. Molti di questi, però, nascono dallo spirito imprenditoriale di persone che amano sì la birra, ma hanno poca esperienza di settore. Per far sì che una birra possa raggiungere la casa del proprio consumatore però è necessaria una altissima competenza e professionalità, che permettano di gestire e assicurare al meglio la bevanda durante la spedizione: sulla base di questi principi si fa spazio nel web il portale www.beerparadise.it, che a pochi mesi dal debutto del nuovo sito appare già molto qualificato e promettente, perché sviluppato da una importante azienda di distribuzione dall’ esperienza di quasi mezzo secolo, la Zorzini Import.

Giornale della Birra ha incontrato e intervistato Michele Franz, titolare dell’ azienda, per scoprire in dettaglio le opportunità fornite agli appassionati di birra da questo nuovo servizio di commercio on-line.

.

.

 

Michele, come è nato il progetto Beer Paradise Shop e quali esigenze del consumatore vuole soddisfare? Come si colloca nell’evoluzione storica della vostra azienda?
Un’ azienda famigliare è da sempre sinonimo di particolare attenzione, cura e dedizione. E’ con questo spirito che nel 1970 è nata a Gonars Zorzini Import, un’ attività di commercio e bevande, limitata inizialmente alla distribuzione di birre locali e nazionali per poi ampliare negli anni, grazie all’ ingresso delle nuove generazioni, il proprio settore di attività alle birre straniere. Durante una visita di lavoro in Belgio, nasce l’ idea di creare un negozio per la vendita di birra , bicchieri, gadgets e confezioni regalo.. e quindi alla nascita di Beer Paradise nel 2004, diventando primo negozio di birre artigianali di qualità in Friuli Venezia Giulia. In seguito è sbarcato on line, diventando uno tra i primi e-commerce a livello nazionale per la vendita di birra e un marchio riconosciuto.
Beer Paradise è consapevole del ruolo fondamentale che la birra svolge in questo settore: essa fa parte della tradizione culinaria della maggior parte degli stati europei.
Oggi la birra si sta affermando come la bevanda più popolare al mondo. Anche in Italia sta diventando sempre più popolare ed apprezzata grazie al gusto, alla varietà e all’elevata qualità del prodotto.
I consumatori della birra sono esigenti e fanno molta attenzione alla qualità che fa crescere in loro l’interesse per la cultura brassicola.
La birra è molto più di una semplice bevanda dissetante: è un prodotto naturale che trasmette il valore forte dell’esperienza.
L´obiettivo di Beer Paradise consiste nel promuovere la cultura della birra e nel far apprezzare la sua storia e le sue tradizioni invitando il consumatore ad avvicinarsi sempre di più a questo settore.

.

.

Come è organizzato il vostro sistema logistico e quali garanzie di qualità consente di soddisfare fino al consumatore?
La merce viaggia adeguatamente imballata ed è coperta da polizza assicurativa che tutela la clientela in caso di rottura o smarrimento durante il trasporto. Nel caso in cui il pacco consegnato appaia danneggiato o manomesso si dovrà rifiutare di ritirare la merce che sarà sostituita e riconsegnata nel più breve tempo possibile a spese dell’ azienda. Per qualsiasi problema poi, il servizio clienti è sempre attivo ad orario di ufficio.

.

.

Parliamo di “social”. Avete delle piattaforme tipo Facebook, Twitter… per fare pubblicità ai vostri prodotti?
Siamo attivissimi anche su Facebook, Google +, Twitter, Instagram e Beer Paradise Blog, social network che ci permette di interagire direttamente con il cliente ed aggiornarli in tempo reale su novità e promozioni. Il servizio clienti, anche grazie ai social è preparato e pronto a rispondere alle sempre più maggiori richieste degli affezionati: dalla semplice domanda di aiuto per registrarsi all’ interno del sito, alla ricerca di nuove birre da inserire nell’ ecommerce.
Il progetto della ricerca del miglior prodotto viene pienamente ripagato dai clienti che rispondono attraverso la fidelizzazione, tornando nuovamento ad acquistare attraverso il sito o direttamente in loco grazie all’ esposizione della maggior parte delle birre che si trovano sul sito.

Come selezionate i birrifici e le birre acquistabili sul vostro portale?
Una parte di etichette sono ormai già conosciute dai clienti e quindi vengono richieste direttamente. Per quanto riguarda le novità che inseriamo nel portale arrivano da un accurata ricerca e selezione di prodotti di elevato standard di qualità attraverso la degustazione ma soprattutto grazie anche all’ intuizione dell’ imprenditore appassionato.

.

.

Infine, un’ultima domanda generale più orientata al settore brassicolo nazionale: le realtà produttrici di birra sono sempre più numerose e la concorrenza per acquisire nuove quote di mercato, anche attraverso canali di vendita innovativi, diventa sempre più forte. Quale opportunità può rappresentare a tuo avviso l’e-commerce per i birrifici artigianali?
Ormai l’ ecommerce per noi italiani stà diventando sempre di più di uso quotidiano, anche perchè ora le aziende cercano di dare oltre al servizio anche un’ “esperienza” al consumatore.
Non esiste più l’ ecommerce che vende solo il prodotto, si cerca sempre di creare un”contorno”, in modo anche da attirare il cliente verso il proprio portale.
L’azienda diventa una vera e propria “regista di esperienze”, non vende più solamente beni o servizi, ma vende l’esperienza che ne deriva. Diventa quindi sempre più importante la personalizzazione dell’offerta e l’instaurazione di una relazione con il cliente.

Ringraziamo il Giornale della Birra per l’ opportunità di questa intervista e concludo con una massima ormai nota : “Una birra fatta con sapienza si beve con saggezza!”

Maggiori informazioni sul portale e-shop Beer Paradise Shop e possibilità di acquisto al link www.beerparadise.it

Massimo Prandi
Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso “Mastro birraio” di Torino) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, da qualche mese ho avviato un mio blog dedicato al vino
www.enologoin500.it, nel quale racconto dei vini, delle cantine e dei magnifici luoghi di Langhe e Roero, in cui ho il privilegio di vivere, in compagnia della mia vecchia Fiat 500 L gialla!